Sfondata la vetrina di una pasticceria - Live Sicilia

Sfondata la vetrina di una pasticceria

Si tratta del "New Paradise" di via Campolo. La polizia sta visionando le immagini degli impianti di videosorveglianza.

Palermo
di
12 Commenti Condividi

PALERMO – La polizia indaga su un danneggiamento compiuto nel bar pasticceria “New Paradise”, a Palermo, in via Campolo. Qualcuno ha sfondato la vetrina dell’esercizio commerciale ma non ha portato via nulla. Gli agenti stanno visionando le immagini degli impianti di videosorveglianza della zona.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

12 Commenti Condividi

Commenti

    Rivolgo un appello un auspicio e una esortazione a tutti gli operatori economici onesti della città di Palermo;ricordatevi che l’unione fa la forza,quindi denunciateli a questi delinquenti estorsori sin dalle loro prime richieste estorsive e fatelo in massa per ritrovarvi in tanti e uniti(ricordatevi che ora a Palermo ci sono le associazioni Antimafia ed Antiracket tipo “Addiopizzo” “Libero Futuro” e “Legalità e Libertà” di Valeria Grasso)e così Cosa Nostra finirà di esistere ma per fare in modo che le attività investigative delle forze dell’ordine finalizzate all’arresto di questi delinquenti siano portate a compimento è fondamentale che voi operatori economici denunciate alle forze dell’ordine(affinchè esse facciano delle intercettazioni ambientali e vengano subito filmati identificati ed arrestati gli estorsori di Cosa Nostra appena ritornano per riscuotervi i soldi del pizzo cioè dell’estorsione dopo che la prima volta che vi fanno e vi chiedono la richiesta estorsiva in qualunque forma e in qualunque modo)le richieste estorsive dei vostri estorsori sin dalle loro prime richieste(estorsive) o chiamate inquietanti di richieste indirette,e anche solo per richieste indirette tramite chiamate telefoniche( per richieste indirette mi riferisco se dovessero chiamarvi per dirvi si cerchi un amico,si metta a posto,si deve mettere a posto,lei si deve mettere in regola o lei si metta in regola,c’è bisogno dell’autorizzazione da parte dello zio di turno di quartiere o di persone importanti ed autorizzate che diano il permesso,lei per lavorare qui deve pagare)per poterli fare arrestare tutti e rendere le attività investigative più efficaci possibili senza il rischio che ci possano essere in giro persone pericolose pronte a vendicarsi con ritorsioni,danneggiamenti e scongiurare ed evitare eventuali violenze,quindi capite bene che in sostanza per distruggere Cosa Nostra Palermo e per non avere rischi bisogna denunciare le richieste estorsive e gli uomini del Racket sin da subito insieme con denunce di massa(dicendo alle forze dell’ordine tutto quello che sapete sui vostri estorsori,eventuali nomi,cognomi, e anche eventuali soprannomi,aspetto fisico,connotati fisici,età approssimativa per fornire maggiori informazioni possibili e acquisizione di elementi investigativi alle forze dell’ordine al fine di dargli manforte ed un contributo investigativo notevole e considerevole per poterli fare arrestare)ed i luoghi di ritrovo adesso come potete capire ci sono e sono le varie associazioni Antiracket ed Antimafia citate in precedenza,adesso il terreno per denunciare gli estorsori di Cosa Nostra è veramente fertile quindi denunciateli sin da subito gli estorsori di Cosa Nostra

    @Palermitano Antimafia ed Antiracket

    Mi permetta un suggerimento di carattere generale,
    eviti il copia incolla,il lettore non approfondirà la lettura del suo pezzo, avendolo già letto in passato e ritenendo di NON trovare NUOVI spunti di riflessione
    Saluti.

    Ricordo a tutti gli operatori economici onesti di Palermo che più pentiti dissero ai magistrati che non entravano nei negozi che mostravano l’adesivo di Addiopizzo attaccato alle vetrine dei negozi,dissero saremmo stati pazzi e avremmo rischiato solo camurrie(ossia essere denunciati)quindi in sostanza capite bene che essere iscritti ad Addiopizzo(peraltro è gratuito)è un deterrente che tiene lontani a questi delinquenti farabutti

    Può darsi che cercavano soltanto le ottime arancine del New Paradise.

    @viverecivilmente certo capisco sinceramente quello che lei mi vuole dire,lo faccio solo per sensibilizzare e dire dei consigli su cosa fare in determiante brutte situazioni(che peraltro sono cose e situazioni di dinamiche sociali e criminali realmente accertate da indagini e dalle testimonianze di quei commercianti ed imprenditori che hanno denunciato i loro estorsori)comunque la ringrazio per il suo consiglio e per la sua gentilezza di esprimere le sue idee senza offendere e lo dico realmente e non in modo irononico

    Alle forze dell’ordine dico: prendeteli! Ai giudici dico: teneteli dentro!

    Che città incivile , oggi è difficile pure lavorare

    Molta gente non denuncia perchè non si sente abbastanza protetta, in giro ci vorrebbero più forze dell’ordine e le leggi dovrebbero essere inasprite di almeno il 100%.

    @Giorgio e inoltre ti ripeto che più pentiti dissero ai magistrati che non entravano nei negozi che mostravano l’adesivo di Addiopizzo attaccato alle vetrine dei negozi,dissero saremmo stati pazzi e avremmo rischiato solo camurrie(ossia essere denunciati)quindi in sostanza capisci bene che essere iscritti ad Addiopizzo(peraltro è gratuito)è un deterrente che tiene lontani a questi delinquenti farabutti

    Ma a che vale denunciare se poi, dopo che questi fanghi li prendono, li scarcerano. In Italia la giustizia non esiste e le gente onesta non è protetta, si pensa a svuotare le carceri invece di riempirle. Lo Stato è assente.

    @Giorgio In realtà ti avevo mandato un altro messaggio precedente che livesicilia non pubblico’,per questo in quel mio commento ti scrissi “e inoltre ti ripeto” ecc..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.