Sole Luna Doc Festival| allo Spasimo e sul web - Live Sicilia

Sole Luna Doc Festival| allo Spasimo e sul web

La kermesse cinematografica dal 6 al 12 luglio.
0 Commenti Condividi

Sole Luna Doc Film Festival è il  primo festival cinematografico mondiale ad accendere i riflettori “in presenza” dell’estate italiana dopo la pandemia, dal 6 al 12 luglio al Complesso storico-architettonico di Santa Maria dello Spasimo a Palermo. La  rassegna internazionale del documentario d’autore, riparte e raddoppia le sue proiezioni, dal vivo e online,  per festeggiare i 15 anni di attività nella formula “Giovani e Archivi”. Sono le parole chiave dell’edizione 2020, condivisa dai direttori artistici Chiara Andrich e Andrea Mura, dalla presidente Lucia Gotti Venturato e dalla direttrice scientifica Gabriella D’Agostino per uscire dal tempo sospeso e dare prova di resilienza.  Il coraggio, i sogni dei giovani nella lotta per la libertà di opinione e per i diritti umani. I ricordi e le immagini degli archivi, per riscoprire il passato e ripartire dopo il lungo periodo di lockdown. Tra le novità della XV edizione 2020, Sicilia Doc, la rassegna fuori concorso dedicata ai film degli studenti del Centro Sperimentale di Cinematografia di Palermo (CSC), in collaborazione con  la piattaforma SVOD ( Subscription video on demand) Europea TËNK. Un’iniziativa che premierà  tre dei cinque film in programma realizzati come saggio finale dai diplomati in“Regia del Documentario” al CSC, distribuendoli in Europa su tënk.eu.com. Il servizio streaming TËNK, nato in  Francia nel 2016, poi in Germania e adesso sbarcato in Italia,  è un potente strumento di distribuzione  per i giovani  registi e per il cinema documentario di qualità. “Una rara opportunità che permetterà ai film premiati di essere visti in tutta Europa – spiega la direttrice artistica del CSC,Costanza Quatriglio –  e anche un modo emozionante di condividere con Palermo qualcosa che dalla città nasce e trae linfa”. Quaranta le pellicole  proposte,  di cui venticinque in concorso tra lungometraggi e corti, sedici première, sui temi dei diritti umani, processi migratori, sfruttamento umano, ambientale e discriminazione culturali e di genere. Una quindicesima edizione che ripercorre una selezione di documentari con un riconoscimento speciale al regista americano, Robert Kramer (New York 1939)esponente della sinistra militante e pacifista americana. Allo sceneggiatore statunitense,  viene dedicata una prestigiosa retrospettiva di film, “Ice, Walk the walk e Berlin 10/90” che narrano di guerre e del suo impegno politico antifascista, che lo portarono più volte nei luoghi dove erano in corso delle rivolte, a riflettere sulle cause e sulle conseguenze di ogni conflitto. Tra le proiezioni fuori concorso ancora ,“Sguardi Doc Italia”, i film documentari italiani dell’anno tra cui : “In un futuro Aprile” di Francesco Costabile e Federico Savonitto, un viaggio alla scoperta del giovane Pasolini, attraverso la voce di suo cugino, lo scrittore e poeta Nico Naldini. Ancora: “Non è sogno” di Giovanni Cioni (Italia 2019, 94’), “Quando non puoi tornare indietro” di Leonardo Cinieri Lombroso, (Italia 2019, 65’), “Vivere che rischio” di Michele Mellara e Alessandro Rossi (Italia 2019, 83’). A decretare i film vincitori del Sole Luna DOC Film Festival 2020, ci sarà una Giuria internazionale, composta da Jacopo Quadri, montatore, Gabrielle Brady, regista australiana vincitrice del primo premio assoluto al Sole Luna Doc Film Festival 2019, Alessia Cervini docente di Teorie del cinema e Teorie e Tecniche del montaggio nell’Università degli Studi di Palermo, Andrea Inzerillo presidente del Sicilia Queer Film Festival e Keja Ho Kramer, artista e fotografa, figlia del regista e sceneggiatore statunitense Robert Kramer. E ancora  la “Giuria degli studenti” del liceo scientifico Albert Einstein e dell’istituto magistrale Finocchiaro Aprile di Palermo e la “Giuria Nuovi italiani” composta da giovani stranieri impegnati nel sociale e studenti dell’università palermitana. Sarà assegnato il premio al miglior film (3000 euro) offerto dalla Fondazione Sicilia e il premio al miglior cortometraggio (300 euro) offerto dal Museo Internazionale delle Marionette Antonio Pasqualino. Inoltre menzioni speciali per la miglior regia, la miglior fotografia, e il miglior montaggio; il Premio Soundrivemotion al miglior sound design e colonna sonora; il Premio della giuria degli studenti liceali assegnato a uno tra i lungometraggi in concorso; il Premio della giuriaNuovi italiani per i cortometraggi in concorso; il Premio Sole Luna – Un ponte tra le culture, assegnato dall’Associazione promotrice del Festival; il Premio Tënk per la sezione “Sicilia Doc”e il Premio del pubblico.Tutti i premiati riceveranno il Sole Luna Award ispirato al gelsomino di Sicilia (Jasminum grandiflorum), specie migrante.Cinema del reale, il Sole Luna Doc Film Festival, dal suo esordio nel 2006 nel capoluogo siciliano, è veicolo privilegiato per promuovere e valorizzare talenti, sceneggiatori emergenti, far conoscere a un vasto pubblico diversi e nuovi punti di vista, coraggiosi su realtà sconosciute o poco note, coinvolgendo giovani,  istituzioni,  scuole e Università. Presieduto e ideato da Lucia Gotti Venturato, il Sole Luna Doc Festival, prodotto dall’associazione no-profit,Sole Luna – un ponte tra le culture, sarà presentato nella nuova formula on Line (sul sito www.solelunadoc.org) per allargare la platea ed entrare nelle case di tutti. Un evento cinematografico. che anche quest’anno, ha ricevuto la Medaglia speciale dal  Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. A inaugurare la serata del festival il 6 luglio, sul grande schermo della Navata centrale della Chiesa dello Spasimo, scorreranno le immagini del film di montaggio  “Palermo 1953”( di Laura Cappugi, Marcello Alajmo e Maurizio Spadaro) una première di Sole Luna 2020 in collaborazione con la Filmoteca Regionale Siciliana (CRICD) e la Fondazione Brass Group, presieduta dal maestro Ignazio Garcia, che tutte le sere alle 20,30 vedranno protagonisti i giovani allievi della Scuola Popolare di Musica, per poi lasciare spazio ai film a partire dalle 21 a  ingresso libero. Un Festival in sicurezza, che, rispettando il distanziamento e le misure di prevenzione post-Covid, trasformerà per  sette serate, la cattedrale a cielo aperto di Santa Maria dello Spasimo in un’isola del Cinema del Reale.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.