Successo per 'Rete Sud-Obiettivo Steam' del liceo Pascasino di Marsala - Live Sicilia

Successo per ‘Rete Sud-Obiettivo Steam’ del liceo Pascasino di Marsala

Coinvolti studenti di tutto il Meridione
L'INIZIATIVA
di
0 Commenti Condividi

TRAPANI – Da Marsala a Foggia. Da Molfetta a Paternò. Più di 1.200 studenti, 30 scuole da tutto il Sud Italia. Progetti di altissimo livello per contribuire a ridurre il “gender gap” nelle professioni STEAM.

E’ stato un successo la Fase Due di “Una rete per il Sud. Obiettivo STEAM”, il programma promosso dal Ministero dell’Istruzione che ha scelto il Liceo “Pascasino” di Marsala come scuola capofila e che coinvolge decine di istituti di tutto il Sud Italia.

Dal 4 al 6 maggio in ogni scuola, del primo e del secondo ciclo, della Rete per il Sud si sono svolti gli Hackathon, le sfide progettuali in cui ciascun team ha elaborato un’idea, una soluzione ad un problema posto. Il topic della tre giorni era proprio “Come contribuire a ridurre il divario di genere nell’ accesso ai percorsi formativi e alle professioni STEAM”.

In ogni scuola sono stati formati otto team che hanno lavorato sodo per tre giorni nell’elaborare dei progetti sostenibili per ridurre il gender gap al femminile nelle carriere scientifiche. Gli output dei team sono stati sintesi di creatività, innovazione, digitale.

La maggior parte dei team si è orientata verso l’elaborazione di siti, e app dedicate, innovativi curricoli scolastici, giochi interattivi, piattaforme digitali. La caratteristica comune dei progetti realizzati dagli oltre 1200 studenti è stata quella di sensibilizzare verso il topic attraverso l’ausilio dei social e la comunicazione in rete.


Ogni scuola ha decretato un team vincitore che parteciperà alla grande kermesse in programma ad ottobre a Marsala: una  Maratona Steam con  workshop, meeting, momenti formativi, interventi di testimonial, laboratori di creatività, di arte, digitale, realtà aumentata, tecnologia, robotica ed elettronica.
Menzione speciale per due delle trenta scuole che si sono distinte maggiormente per la qualità dei lavori agli hackathon. La scuola media “Giuseppe Mazzini” di Marsala, per il primo ciclo, e l’Itet “Gaetano Salvemini” di Molfetta, per il secondo ciclo.

Nei mesi scorsi si è svolta la formazione per i docenti con gli esperti in ambito Steam e didattica innovativa. “Sono stati tre giorni molto intensi ed è stato emozionante sapere che 1200 studenti da tutto il Sud Italia in contemporanea ideavano progetti su un tema così attuale e delicato”, commenta Anna Maria Angileri, dirigente scolastica del Liceo “Pascasino” di Marsala, scuola capofila del progetto.

La dirigente conclude dando appuntamento al grande evento di ottobre: “Ora ci prepariamo alla fase tre, la finale che si terrà a Marsala il  13,  14 e 15 ottobre. Un grande happening, in cui la scienza sarà al centro delle attività, che coinvolgerà oltre 5 mila studenti e la loro creatività. Le loro competenze dopo questi eventi saranno accresciute, e ringraziamo per questo il Ministero dell’Istruzione che con il PNRR sta finanziando progetti per sviluppare capacità importantissime per il futuro dei nostri studenti”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.