"Correte, succedono omicidi" | Il giallo della telefonata al 113 - Live Sicilia

“Correte, succedono omicidi” | Il giallo della telefonata al 113

Via Brigata Aosta

Le indagini sul tentato omicidio partono da una cabina in corso dei Mille.

PALERMO, VIA BRIGATA AOSTA
di
1 Commenti Condividi

PALERMO – Sono le 19:24 di martedì scorso. Da una cabina telefonica di corso dei Mille qualcuno compone il 113: “Correte… marito e moglie hanno litigato, succede un macello, omicidi”.

Una voce maschile fa il nome di chi si è armato di pistola e sta andando in via Brigata Aosta. È l’inizio della folle serata culminata nel ferimento di due persone. L’uomo fa anche il nome di colui che a breve, come è realmente accaduto, premerà il grilletto. Il suo obiettivo, secondo i poliziotti della Mobile, era Francesco Fragale, ma ha ferito la madre e il cognato. Il tentato omicidio si arricchisce del giallo della telefonata.

Innanzitutto perché la telefonata è partita da corso dei Mille, lontano dal palazzo di via Brigata Aosta, che si trova nella zona di via dei Cantieri. La persona indicata come il presunto killer è stata sentita dagli investigatori. Ha respinto le accuse, negato la storia del tradimento coniugale e fornito un alibi al momento giudicato credibile. Se avesse mentito allora il misterioso telefonista avrebbe davvero fatto il suo nome per evitare il peggio. Altrimenti bisognerebbe ipotizzare che l’uomo che ha chiamato il 113 avesse un piano per scatenare l’ira del killer, allertare la polizia e incastrarlo con la pistola fumante. In questo caso si tratterebbe di qualcosa di più dello storia di un tradimento regolato a colpi di pistola. Magari uno scontro per la gestione della piazza di spaccio visto che quasi tutti i protagonisti hanno precedenti specifici.

Ipotesi, solo ipotesi. La pista passionale resta privilegiata.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    bella gente! DAVVERO BELLA GENTE! io metterei una postazione fissa di polizia in quella strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *