Tuoni e fulmini su Palermo| Temporale in città, traffico in tilt - Live Sicilia

Tuoni e fulmini su Palermo| Temporale in città, traffico in tilt

Corso Re Ruggero allagato, auto e bus impantanati. Evacuato il liceo Garibaldi.

MALTEMPO
di
7 Commenti Condividi

PALERMO – Anticipata da tuoni e fulmini, la forte pioggia si è abbattuta stamattina su Palermo. Nel giro di pochi minuti si sono già verificati numerosi disagi dal centro alla periferia: intenso traffico in corso Calatafimi, piazza Indipendenza e corso Alberto Amedeo.

Tombini “scoppiati” nella zona di via Perpignano, in via Noce, via Belgio e corso Pisani. Allagate le due carreggiate di corso Re Ruggero, sia in direzione di via Ernesto Basile che verso corso Tukory: gli automobilisti sono rimasti impantanati ed è in corso l’intervento dei vigili del fuoco e della polizia municipale che ha deviato il traffico per permettere la rimozione dei mezzi. Bloccato anche un autobus dell’Amat: alcuni dei passeggeri a bordo, in preda al panico, sono stati soccorsi dai sanitari del 118. In tilt, come si verifica puntualmente ad ogni pioggia, la via Imera. 

Allagato anche un tratto di viale Regione Siciliana all’altezza di via Aloi, mentre al liceo classico Garibaldi gli studenti hanno lasciato le loro classi per un principio d’incendio. I vigili del fuoco sono infatti intervenuti nella scuola per la presenza di fumo nero nella stanza in cui si trova l’archivio: l’allarme è rientrato poco dopo, a far scattare il dispositivo antincendio sarebbe stato un fulmine che si è abbattuto sulla scuola. Ieri le previsioni avevano annunciato piogge e temporali in tutto i Sud Italia, con raffiche di vento e forti temporali proprio sulla Sicilia.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

7 Commenti Condividi

Commenti

    Basta un acquazzone per bloccare tutto.
    Con i tombini otturati e una rete di smaltimento delle acque bianche insufficiente, cosa si pretende?
    A Corso Calatafimi, Corso Albero Amedeo, piazza Indipendenza, le persone intanto respirano monossido di carbonio, murate vive in un traffico senza speranza di soluzione, non perchè non ci sia soluzione, ma perchè chi è al potere dimostra di fatto ogni giorno di non avere nessuna volontà di risolvere il problema.
    Palermo è allo sbando. C’è qualcuno che amministra e gestisce questa città?

    E’ possibile che ad ogni pioggia Palermo si allaga ?
    Prima diversi anni fa, c’erano gli operai che all’inizio di settembre iniziano a pulire tutti i tombini della città, oltrecchè le strade erano più pulite dalle carte, ed erano certamente meglio asfaltate con le pendenze giuste.

    Per fortuna non abbiamo ne ruscelli ne fiumi evitando che la città a valle finisca tutta a mare

    Che città allo sbando….pochi minuti di pioggia,anche intensa,e va in tilt…..no non è normale!!! Ma nelle altre città del nord,dove veramente piove tantissimo,cosa dovrebbero fare?……..città abbandonata….amministrazione fallita….sindaco…abbiamo già detto tutto di questo pagliaccio,non ci sono più parole.

    nelle altre città ci sono i sindaci che lo sanno fare non come u sinnacu Orlando Cascio che non lo sa fare

    Sento tanti commenti su questo sindaco e potrei concordare, MA ricordiamoci che i Palermitani l’hanno voluto e quindi continuiamo….

    Mal comune è mezzo gaudio , da un punto di vista loggistico mi fa piacere che si allaghi P.zza Indipendenza proprio dinanzi l’ARS cosi anche i cervelloni politici soffrono di questa porcheria ricorrente in tutta la città, bastano due gocce d’acqua per il finimondo , ma domani è un altro giorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *