Un pilota su tre |si addormenta al comando - Live Sicilia

Un pilota su tre |si addormenta al comando

Il sindacato dei piloti europei contesta le nuove proposte legislative sulla durata di volo e pubblica uno studio che evidenzia come il numero di ore a cui sono sottoposti i comandanti sia già eccessivo.

RICERCA
di
0 Commenti Condividi

studio aerei piloti addromentato FRANCOFORTE – Sono allarmanti i risultati di un’indagine compiuta su un campione di sei mila piloti europei. Secondo uno studio pubblicato dal domenicale Bild an sonntag ed effettuato dalla European Cockpit Association (Eca), che riunisce i piloti degli aerei di linea del Vecchio Continente, nove piloti su dieci hanno guidato un aereo anche se erano troppo stanchi per farlo. In Germania quattro su cinque confessano di aver compiuto errori a causa della troppa stanchezza.

Numerose le testimonianze: nel maggio scorso un aereo è stato costretto ad effettuare un atterraggio di emergenza a Monaco di Baviera perché entrambi i piloti erano stremati dalla fatica. Un pilota tedesco racconta alla Bild am Sonntag l’esperienza vissuta in prima persona tre anni fa durante un atterraggio nella capitale bavarese. “Stavo atterrando con un Airbus A319 proveniente dalla Spagna e per me era il quarto volo della giornata con 15 ore di servizio alle spalle”, ha confessato il comandante. “Avevo 156 persone a bordo ed all’improvviso ebbi uno spavento, quando il mio copilota mi chiese, chiaramente non per la prima volta, di aprire in fase di atterraggio l’ipersostentatore. Avevo perso l’orientamento e mi ero addormentato per un attimo”. Un portavoce del sindacato dei piloti Cockpit e.V, Jörg Handwerg, ha dichiarato che secondo la sua esperienza tali numeri sono veritieri. Fondamentalmente, secondo il portavoce dell’associazione, il tempo di volo a cui sono costretti i piloti è troppo lungo.

 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *