Urso si sgancia da Gianfranco Fini|e cerca l'accordo con Micciché - Live Sicilia

Urso si sgancia da Gianfranco Fini|e cerca l’accordo con Micciché

gli scenari nel centrodestra
di
18 Commenti Condividi

L’aria di scissione nel Pdl e, in generale, nel centrodestra non accenna a una sterzata. Al contrario, tra i finiani e i berlusconiani si delinea con maggior chiarezza la consapevolezza di un cambio di guardia quanto mai necessario. Dopo le ultime batoste, il centrodestra non ci sta. Così, come nel più tradizionale dei proverbi, si va verso il ‘muore Sansone con tutti i filistei’. Per il centrodestra cambiare la leadership berlusconiana non sarà sufficiente. Insieme al Silvio nazionale, bisognerà ‘rifare il trucco’ a tutta la classe dirigente. In che modo?

Il primo passaggio è chiaro e lo rivela, questa mattina, il quotidiano ‘la Stampa’: “convergere in un nuovo gruppo parlamentare – scrive Fabio Martini – formato da altri tre nuclei: le truppe sudiste di Gianfranco Micciché, i delusi del gruppo dei responsabili e alcuni deputati del Pdl, vicini a Gianni Alemanno e ad Altero Matteoli. I nomi sono già scritti su un foglietto, ma fino all’ultimo minuto sono possibili ripensamenti che potrebbero far slittare il battesimo”.

A passare nel nuovo gruppo sarebbe anche Adolfo Urso, siciliano e – almeno fino a ieri – fedelissimo di Fini. Urso starebbe meditando la fuoriuscita da Fli sia per la mancata condivisione della linea politica del partito, che per una delusione di carattere personale.

Fatto sta che i due siciliani – Urso da una parte e Micciché dall’altra – potrebbero essere i nuovi fautori di una rivoluzione annunciata nel panorama nazionale di centrodestra. In questa direzione, alcuni sviluppi si cominciano a vedere anche in Sicilia, dove il riferimento di Urso in casa Futuro e Libertà è Pippo Scalia, non a caso assente a Bagheria nel giorno della visita di Gianfranco Fini. Questa eventuale scissione, comunque, non dovrebbe avere effetti all’Assemblea regionale, dove il parlamentare che fa riferimento a Scalia – e, quindi, a Urso – è Luigi Gentile. Al contrario di Scalia, infatti, Gentile era presente durante la visita del presidente della Camera nel comune del Palermitano. Segno, quest’ultimo, di una differenza di vedute rispetto ai suoi riferimenti politici all’interno del partito, sia a livello regionale, che nazionale.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

18 Commenti Condividi

Commenti

    scalia e gentile sono indivisibili….per molti motivi parapolitici

    infatti caustico!

    La vedo dura per l’Assessore Sparma, genero di Urso.

    il PDL è in caduta libera!!!! hanno seminato arroganza e ne raccolgono i frutti!!!

    il re dell’arroganza rimane oggi e per sempre ARRAFFAELE LOMBARDO…….!!! purtroppo non ha ancora raccolto i frutti……speriamo presto…!!!

    FLI: URSO SMENTISCE ‘CAMBI CASACCÀ MA AVVERTE, È ORA DI CAMBIARE = SU ‘CHARTA MINUTÀ LANCIA PRIMARIE, LEADER FACCIANO PASSO INDIETRO Roma, 15 giu. (Adnkronos) – Sono mesi che Adolfo Urso viene dato in uscita da Fli verso il Pdl. Oggi le indiscrezioni parlano di un suo imminente passaggio a Forza del Sud di Gianfranco Miccichè. Avvicinato in Transatlantico, a Montecitorio, l’ex viceministro smentisce ‘cambi di casaccàma conferma il suo disagio verso una politica ormai ferma e chiede un immediato cambio di rotta. L’esponente di Fli spiega che più di ogni parola vale la copertina del prossimo numero della sua rivista ‘Charta minutà: sotto le immagini sfuocate di Silvio Berlusconi, Gianfranco Fini, Pier Ferdinando Casini e Umberto Bossi campeggia il titolo: ‘Changè. «I quattro leader che hanno fondato il centrodestra e con esso questo bipolarismo malconcio e immaturo -scrive Urso nel suo editoriale anticipato da ‘Fareitalià- facciano tutti un passo indietro e da padri davvero nobili si impegnino a non presentarsi alle primarie, per fare emergere chi viene dopo loro e dopo noi, appunto un’altra classe dirigente, finalmente veramente tale e, se possibile, coesa. Se non ora, quando?». (Pol-Vam/Ct/Adnkronos) 15-GIU-11 12:53 NNN

    Ma quante volte dovrà smentire Adolfo urso prima che i giornalisti la smettano dj fare cortile?

    Chi può dubitare delle smentite dei politici?

    Smentire i politici, in genere, è cosa facile. Talvolta facilissima. Diciamo che dipende dalle persone. Tutti hanno capito che Urso è pronto a sganciarsi da Fini tutti hanno capito che lavora a un progetto nazionale. Parlare della disponibilità dj gente come urso e Scalia ad andare con Miccichè serve solo a lui…

    Organismo unicellulare caratterizzate dalla variabilità della forma. Si muuove emettendo dal corpo dei prolungamenti chiamati pseudopodi: questo tipo di movimento, con continuo cambiamento della forma del corpo, viene detto movimento ameboide.

    Si nutre assorbendo sostanze nutritive disciolte nel liquido in cui vive o inglobando organismi più piccoli, ad esempio alghe, che vengono circondati dagli pseudopodi e rinchiusi in uno spazio detto vacuolo digestivo all’interno del quale avviene la digestione. Conclusa l’assimilazione delle sostanze nutritive il vacuolo si apre all’esterno per eliminare i residui solidi.

    All’interno del citoplasma si possono osservare numerosi granuli di varia natura, alcuni sono scorte di sostanze nutritive, altri sono residui del metabolismo cellulare.

    E’presente anche nei vacuoli, detti vacuoli pulsanti, che hanno la funzione di espellere dall’interno della cellula l’acqua in eccesso.

    Le amebe possono essere trovate sul fondo di raccolte d’acqua ricche di sostanze nutritive. Alcune specie sono parassite dell’intestino dell’uomo e di animali e possono causare malattie quali la dissenteria amebica.

    Le dimensioni variano da qualche decina di micrometri sino a 5 mm di spessore non ne dobbiamo parlare!!!!

    e chi puo’ dubitare delle notizie dei giornalisti?

    Almeno quelle sono verificabili.

    Vorrei chiarire che l’assessore Sparma non e’ parente dell’on Urso! Sono solo entrambi siciliani, ma non mi sembra motivo sufficiente!

    @toty
    Lombardo raccoglie i frutti del suo lavoro e si fortifica sempre più… mentre il PDL FDS FID escono dalle amministrative con le ossa rotte!!!!

    Se ne devono andare tutti a casa a lavorare , altro che fare il gioco delle tre carte,troppo comodo non fare niente e guadagnare tanto.Gente nuova con nuove idee.Ma prima bisogna tagliare l’alto costo della politica.Solo con la drastica riduzione dei bonus,auto blu,ridurre il numero dei parlamentari e dimezzare i loro compensi,abolizione provincie ecc..ecc..Se si vogliono risolvere i problemi degli italiani questa è l’unica via,il resto sono illusioni e bla bla bla bla.

    Confermo Affattoaffabile. Sparma non è in nessun modo legato da parentela con l’On. Urso. I due hanno collaborato in passato a Roma, tutto qui.

    Fuori dalle p………….. i vari Scalia e i suoi discepoli e fuori dal gabinetto Il signor Costanza che faccia ritorno all’anfe dove è stato assunto e non è mai stato stato

    anche quelle dei politici sono verificabili basta fare le domande giuste e non essere faziosi e di parte caro dott. puglisi

    Gentile Giusicilia, almeno i giornalisti si firmano sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *