Ztl, provvedimento in bilico | Pronto maxi ricorso al Tar - Live Sicilia

Ztl, provvedimento in bilico | Pronto maxi ricorso al Tar

La mappa della Ztl prevista a Palermo

Saranno in duecento a chiedere ai giudici amministrativi lo stop all'efficacia del provvedimento di Palazzo delle Aquile che da qui a qualche settimana dovrebbe portare al pagamento di un pass che costerà fino a 100 euro per accedere al centro. L'assessore Catania: "Le Ztl non sono ancora partite, contro cosa fanno ricorso?".

PALERMO - IL CASO
di
38 Commenti Condividi

PALERMO – Oltre 200 adesioni per quello che si annuncia un maxi ricorso al Tar contro le Ztl. Le associazioni Vivo Civile e Bispensiero chiuderanno oggi la campagna di raccolta delle firme che gli avvocati consegneranno a giorni, insieme al ricorso presso il Tribunale amministrativo, per chiedere di fermare l’avvio delle zone a traffico limitato.

Il provvedimento, in realtà, per ora è solo un annuncio, visto che il Comune non ha ancora stabilito tutti i dettagli dell’operazione: l’ordinanza dovrebbe arrivare entro febbraio così da consentire entro il mese successivo di dare avvio alla chiusura. Ci sono però ancora molti punti interrogativi: le fasce orarie, le domeniche e i festivi, eventuali deroghe, le navette gratuite, l’attivazione delle telecamere.

Le due associazioni però tirano dritto e puntano il dito contro il contratto di servizio Amat, approvato alla vigilia di Natale e che contiene le tariffe. Secondo le due associazioni il problema è proprio questo e cioè che un contratto di servizio comprenda dei prezzi e che l’Amat agisca come agente di riscossione, oltre ad altre criticità sulle quali per il momento viene mantenuto il riserbo.

“L’obiettivo che ci eravamo prefissati è stato raggiunto e superato – dice il presidente di Vivo Civile Marcello Robotti – sapevamo che non era facile, considerata una difficoltà consolidata: invogliare le persone a partecipare attivamente, oltretutto sono spuntate come funghi tantissime “raccolte firme” che hanno solo generato confusione e frammentato la partecipazione, distraendo da quella che era l’unica strada percorribile e cioè ricorrere al Tribunale Amministrativo. Nonostante ciò tantissimi cittadini ci hanno voluto dare fiducia dimostrando grande senso di responsabilità, e a tal proposito non posso non ringraziare Luigi Scarpello, Presidente del comitato Salviamo il cuore di Palermo che ha messo a disposizione la propria sede per i tre eventi organizzati, e Dina Zangla per aver svolto un grande lavoro di pubbliche relazioni”.

“Non so se Palermo si doterà mai di un progetto per la mobilità che risolva in maniera strutturale il problema del traffico e dell’inquinamento, ma è quello che mi auguro davvero – dice Massimo Merighi, presidente di Bispensiero – quello che invece so è che a Palermo c’è stato, c’è e ci sarà sempre un gruppo di persone decise a non farsi calpestare dalle varie amministrazioni che pensano di poter continuare a spremere i cittadini per fare cassa, approfittando dei problemi e delle emergenze che loro stessi hanno creato. I vari provvedimenti tampone, che le amministrazioni di volta in volta si inventano, non hanno nessuna possibilità di essere efficaci, ma anzi rischiano di peggiorare le condizioni di vivibilità del territorio e dell’ambiente”.

Le due Ztl, secondo quanto annunciato dall’amministrazione, partiranno insieme grazie anche a procedure telematiche di rilascio dei pass, che non saranno però necessari per i disabili che potranno accedere tranquillamente. Sul ricorso, invece, l’assessore alla Mobilità Giusto Catania non si sbilancia: “Trovo strano che si faccia ricorso quando ancora l’ordinanza sulle Ztl non è stata emessa, non capisco su cosa facciano ricorso – dice l’assessore – forse sulle attività propedeutiche al provvedimento? Si è costruita una campagna propagandistica, ma ognuno può agire come crede”.

 

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

38 Commenti Condividi

Commenti

    Ottimo. Il tram lo paghino i loro fruitori e non tutta la cittadinanza.

    I nemici delle civilta ci provano. Ieri confcommercio ha proposto di chiudere al traffico dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19,30 (di fatto non chiudere). Oggi questi minacciano non si capisce cosa. Tutte le citta civili hanno le ztl. Loro considerano palermo incivile

    Avevano annunciato almeno 1000 persone e si sono ridotti a 200. E se perdono, chi risarcirà i soldi che ho versato per il ricorso?
    Robotti prima di candidarsi dovrebbe contare fino a 1000

    L assessore Catania non sa che la delibera è stata adottata e va impugnata entro 60 giorni dalla pubblicazione nella albo pretorio e non dalla data di entrata in vigore delle ztl?
    Da un amministratore pretendiamo dichiarazioni meno insulse.

    L’assessore Catania, quello che fece mirabilmente chiudere la Favorita in estate due anni addietro provocando ecologici ingorghi di ore, invece di interrogarsi sulla mostruosa creatura delle ZTL fa del sarcasmo contro i cittadini. Spero che il TAR faccia giustizia cancellando questa patetica e vergognosa tassa mascherata, assai goffamente, da ZTL.

    che le facciano le ztl, ma con criterio! Gratuite per i residenti, i portatori di handicap, con parcheggi nelle zone limitrofe, servizio bus potenziato. E soprattutto, che mettano delle persone competenti che si occupino della mobilità, non degli improvvisati senza qualifiche.

    Non capisce…. OVVIO….

    Fin troppo facile pronosticare che questo (maxi)ricorso lo perderete tutti e duecento ed inoltre sarete pure costretti a pagare le spese legali.

    La ztl concettualmente non è sbagliata, l’errore grossolano (o tentativo di essere più scaltri) è farci pagare una cifra che serve solo e solamente a coprire i costi di gestione di un’azienda che ha fatto degli sperperi un vanto.Quindi lei Sig catania si chiede su cosa facciamo ricorso??? Proprio su questo!! Quindi riformuli la domanda …..

    la ztl si deve fare, è un segno di civilta , modernizzazione e rispetto dell ambiente e della salute dei cittadini.
    ZTL prezzo agevolato o gratis per i residenti e ingresso a pagamento per auto da euro 5 in su, tranne residenti.
    GRATIS per metano ed elettriche motorini gratuiti e un servizio pubblico piu efficiente e puntuale.

    Compagno Catania perché non lo paghi tu il tram e tutti i fruitori del servizio. A me e tanti altri cittadini non serve e quindi non vedo perché indirettamente lo debba pagare.

    L’ho detto su Twitter e lo ripeto qui: Catania abbia, almeno, la buona creanza di non parlare di “propaganda”. E se lo volete sapere, spero con tutto il cuore che il TAR bocci il provvedimento, con buona pace di chi parla di ” #sfasciallitti ” e delle tante attività che verranno danneggiate dalle tanto osannate ZTL!

    Cara Paola c’ero anch’io alla riunione per le firme,eravamo gia’ li
    piu’di 200,e sai perche’non si sono superate le 1000 persone?
    Molti appena hanno saputo che si dovevano sborsare 10 euro
    sono andati via,rifardosi, altri alla notizia che bisognava dare un
    documento,coraggiosi,si sono dileguati,ascoltami se fosse stato
    tutto gratis,e con una semplice firma senza documento altro che
    1000,siamo palermitani tutta bocca e niente attibuti,ecco perche’
    costoro vincono sempre.

    E c’e’ qualcuno che si preoccupa dei 10 euro versati,se si dovesse perdere la causa. Ecco perche’ noi palermitani siamo sempre deboli e perdenti.Comunque dia il suo indirizzo qualcuno
    sicuramente nel caso sfortunato si dovesse perdere la causa la
    rigondera’

    Hai ragione Pino. Sicuramente tu sei la personificazione della civiltà, e questi incivili non sono neanche disposti a far fallire la loro attività pur di andarti contro. Hai ragione, non si capisce cosa minacciano, E neanche perchè.
    Però sai, Pino, io non generalizzerei… forse è meglio parlare a titolo personale, e non usare verbi all’impersonale.. Diiciamo che non lo capisci TU? Che ne dici? Magari c’è qualche altro che lo capisce, e si sente un po’ offeso.

    Vedo che gli Orlandiani hanno timore del ricorso,credo dovrebbero avere maggiore timori se Berlusconi deciderà di fare campagna elettorale x Palermo in quel caso il loro sindaco rischierebbe di perdere come già avvenuto nel 2007. Tra l’altro se Berlusconi deciderà di mettere tutto il suo impegno x Palermo il suo candidato vincerebbe al 100%.

    Bellusconi avi ottantanni!!!

    Catania, li avete spostati gli autobus extraurbani da via Balsamo?

    …notevole esempio di partecipazione ai problemi della città intesa in senso complessivo e collettivo…

    Stupefatto,
    ma le ZTL non dovrebbero esistere per combattere l’inquinamento?
    E se così fosse, le auto dei residenti, anche euro zero, non inquinerebbero?
    Ah sì, certo, basta pagare per non inquinare…

    alex qui non si tratta di pagare o non… il mio era un pensiero per favorire ANTI INQUINAMENTO infatti secondo me dovrebbero poter entrare le macchine da euro 5 in su, metano ed elettriche…..riguardo i residenti credo sia un loro diritto tornare a casa, in qualche modo devono poter raggiungere le loro abitazioni non credi? se ho sbagliato chiedo scusa…..e se come dici tu le auto dei residenti fossero euro 0 non puoi certo obbligali a comprare un altra auto o non tornare a casa o tanto meno comprare un altro appartamento in un altra zona. il non residente potrebbe anche scegliere di non andare piu in centro…….il residente no. quindi credo sia una questione di diritto.

    Vincenzo, se pensi sia bello vivere attanagliati dalle polveri sottili mi dispiace per te. Le ztl esistono ovunque e In quelle zone il commercio e’ florido. I negozi chiudono perche offrono, purtroppo, meno dei centri commerciali e degli acquisti on line

    Fin troppo facile era pronosticare che il tuo Orlando perdesse con Berlusconi nel 2007. ahahhaha

    Questa del presunti 1000 è una tua invenzione. X un ricorso non servono 1000 persone,in questo caso bastavano 200 solo x coprire le varie spese.

    Si fanno solo chiacchiere…almeno per il momento.

    Chiudere il “centro storico” ormai allargato è giustissimo, mancano i servizi a contorno (mezzi di trasporto, parcheggi ecc), e la testardaggine di voler arrivare anche nei vicoletti con i SUV

    Ma quali attività danneggiate, la gente girerebbe meglio senza dover fare le gimcane fra le auto messe anche una sopra l’altra.

    cosa c’entra adesso il MATUSALEMME…

    C’entra perchè puo’ battere il tuo sindaco.

    @ Fabio ; Orlando non èèèèè il mio Sindaco

    Bisogna muoversi e farsi sentire, tutto fa brodo ed anche gli interventi su questo sito avranno un peso.

    Hai ragione, Paolo, anche 10 € fanno spavento, che pena.

    Pino, ma difatti io ti ho dato ragione! Sono stato io il primo a dire che sei la personificazione della civiltà. E sicuramente sei anche in grado di guardare oltre, di riuscire a vedere quello che gli altri di solito non vedono.

    Come ad esempio il fatto che io “pensi sia bello vivere attanagliati dalle polveri sottili”; io non l’ho mai scritto (né pensato) ma, nonpstante ciò, tu riesci a vederlo.

    Ora, per favore, con l’arma formidabile costituita dalle tue formidabili capacità, vai, per favore, dai commercianti e spiega loro che “Le ztl esistono ovunque e In quelle zone il commercio e’ florido”. Così la smettono, una buona volta!

    A meno che, beninteso, anche tutti loro non pensino che “sia bello vivere attanagliati dalle polveri sottili”…

    L’assessore Catania non sa che la sua delibera, così come sarebbe stata formulata, verrà annullata da qualunque giudice amministrativo. La tassa ZTL non può essere presentata come provvedimento “anti inquinamento” perché fa acqua da tutte le parti. Se proprio si vuole far pagare i cittadini questa nuova tassa almeno si abbia l’onestà intellettuale di presentarla per quella che è, cioè una tassa per finanziare il servizio tranviario e per pagare i debiti dell’AMAT.

    Non è il MIO Sindaco, Ma il TUOOOOO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.