Corleone va al centrodestra | E il M5s non decolla più... - Live Sicilia

Corleone va al centrodestra | E il M5s non decolla più…

Nicolò Nicolosi è il nuovo sindaco. A Palazzo Adriano eletto Nicola Granà.

COMUNALI
di
12 Commenti Condividi

PALERMO – Al Comune di Corleone vince il centrodestra: è Nicolò Nicolosi con 3.587 voti il nuovo sindaco del paese del Palermitano sciolto per mafia.E’ il dato ufficiale pubblicato dal sito dell’Ente dopo lo scrutinio di tutte le 12 sezioni. “L’esito delle elezioni – ha detto Nicolosi a caldo – è una vittoria per la città. I corleonesi si sono svegliati affidando a noi il compito di condurre Corleone verso nuove mete. Lo faremo con la squadra di consiglieri e assessori che abbiamo designato, lo faremo con tutti i corleonesi”.

Maurizio Pascucci, candidato inizialmente dal M5s e poi disconosciuto da Luigi Di Maio per avere postato su Facebook una foto con il nipote di Bernardo Provenzano, è arrivato secondo con 1.830 voti, poco più della metà dei voti del neo sindaco. “Nicolosi evidentemente è stato più bravo di me e rispetto la scelta, che non condivido, di averlo votato”. Così Maurizio Pascucci. Prevede che sarà “espulso dal Movimento, ma – assicura – il mio impegno a Corleone nel versante dell’opposizione, continua”. “Dovranno esprimersi i probiviri – spiega – ma sarà una formalità… aspetto l’espulsione”. Anche se Pascucci dice di “sentirsi ancora in sintonia con loro” e che “continuerò il mio impegno qui”.

Il terzo candidato, Salvatore Antonino Saporito, ha ottenuto 1.006 consensi. Ieri alle urne si sono recati 6.611 elettori dei 10.814 aventi diritto, facendo registrare un’affluenza del 61,13%.

E Nicolò Granà è il nuovo sindaco di Palazzo Adriano, il Comune del Palermitano sciolto per mafia nel quale si è votato ieri, come a Corleone, dopo due anni di commissariamento. Il neo sindaco, candidato dalla lista ‘SìAmo’, ha ottenuto 867 voti, contro le 481 preferenze andate a Giuseppe Alessi sostenuto da ‘Noi ci mettiamo la faccia’. Alle urne si sono recati 1.394 elettori sui 2.094 aventi diritto.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

12 Commenti Condividi

Commenti

    Il M5s è ormai in fase discendente dappertutto.

    Pascucci a sagu…e finiu u battiu!
    Questo dimostra a TUTTI che i corleonesi NON SONO MAFIOSI E NON VOGLIONO APERTURA E DIALOGO CON I MAFIOSI!

    Non hanno brillato Stelle ieri sera sul cielo di Corleone, nemmeno 5!

    da Corleone parte il declino dei cinque stelle

    Il declino del M5s è iniziato il 5 marzo..ma Corleone è una tappa importante

    Hai proprio ragione, ci si chiede ancora come faccia ad essere il “PRIMO PARTITO ITALIANO” e ad avere tutto questo consenso popolare.. Addirittura prendono le distanze da chi vuole il dialogo con i familiari dei mafiosi.. Cose da matti.. Sono proprio senza speranza vero??

    Da Corleone parte un messaggio chiaro e forte: Lontani, più lontani che mai dalla mafia.

    Ciccio Nicolosi persona seria e capace come pochi

    Franco i 5 stelle secondo vari sondaggi sono il secondo partito.

    Certo Arturo, Mattarella deve prenderne atto e sciogliere le camere, e rimettere PD e Forza Italia al governo, quelli si che sono distanti dai criminali!!

    Se ho ben capito il candidato 5 stelle aveva parlato di dialogo coi parenti dei mafiosi che hanno preso le distanze.
    Se non è così, ben venga la posizione di Di Maio e l’espulsione dal movimento, ma se è invece così è stato un errore, ce ne sono parecchi soggetti che si sono distinti per aver rinnegato i parenti mafiosi, andando contro la famiglia

    La Sicilia vuole, evidentemente, tornare al passato. Purtroppo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *