Agrigento cade in Calabria | Vince una Viola più motivata - Live Sicilia

Agrigento cade in Calabria | Vince una Viola più motivata

La Fortitudo perde una partita che si è complicata in maniera definitiva al rientro dagli spogliatoi.

basket - serie a2
di
0 Commenti Condividi

REGGIO CALABRIA – La rincorsa alla vetta si chiude sostanzialmente qui. La Fortitudo cade sul campo di una Viola ancora speranzosa in ottica salvezza e pone fine alla mini striscia positiva di due vittorie consecutive. I ventuno punti di Kelvin Martin e i tredici di Saccaggi dalla panchina non bastano alla squadra di coach Ciani per uscire indenne dalla trasferta calabrese e adesso in classifica resta a quota 34 punti, in compagnia di Siena, Ferentino e Agropoli.

Cinque punti di De Laurentiis nell’illusorio parziale 6-0 con cui Agrigento apre il match, salvo poi subire altri cinque punti di fila, stavolta da Brackins. Eatherton e Martin riportano il vantaggio sul doppio possesso, ma Reggio Calabria rimonta con Dobbins e Brackins, portandosi avanti per la prima volta nel match. I liberi di Martin e De Laurentiis pareggiano i conti, poi Dobbins e altre due triple di Brackins portano la Viola sul +8 alla prima sirena. Il secondo quarto si apre con quasi due minuti senza canestri, ma Agrigento riesce a reagire con Evangelisti e Martin. I due trascinano la Fortitudo fino al 29-29, poi Saccaggi riporta avanti la squadra di Ciani con una tripla delle sue. Ancora Saccaggi allunga il parziale ospite sul 12-0, ma la Viola si rifà sotto con le triple di Rullo e Mordente. Adegboye mette nuovamente la freccia per i calabresi, che arriveranno al +4 con un’altra tripla di Rullo. Evangelisti risponde dall’arco e, a otto secondi dall’intervallo, De Laurentiis piazza da sotto il canestro del 42-43.

Il vantaggio resiste un minuto dopo il rientro in campo e sarà l’ultima volta in cui Agrigento sarà avanti nel risultato. Parziale 10-0 per la Viola in avvio di terzo quarto e fuga arrestata solo parzialmente dalla Fortitudo con Martin ed Eatherton. I due americani riducono il passivo a tre lunghezze, ma prima della terza sirena è show di Rullo: cinque punti in trenta secondi e nuovo +8 per la Viola, che dilaga nell’ultimo quarto. Un gioco da tre punti di Dobbins vale il massimo vantaggio a quota undici, per Agrigento arriva un 4/6 in lunetta dalle mani di Evangelisti, Martin e Saccaggi per il -7, poi Brackins dall’arco ristabilisce la doppia cifra di vantaggio per i padroni di casa. Agrigento non riesce a reagire, restando sempre oltre i due possessi di distanza, e nel finale crolla. Dobbins e Rullo vanno per il +12, Eatherton in lunetta fa 1/2 a partita ampiamente compromessa e Adegboye chiude i conti sull’82-69. E la Fortitudo resta ancora fuori dalle prime quattro.

Viola Bermè Reggio Calabria-Fortitudo Moncada Agrigento 82-69 (26-18; 42-43; 61-53)

Viola Bermè Reggio Calabria: Costa 2 (1/4), Lupusor 2 (2/2 tl), Mordente 3 (0/1, 1/3), Adegboye 18 (6/10, 1/2, 3/4 tl), Rullo 18 (3/7, 4/8), Pandolfi ne, Sindoni ne, Crosariol (0/3), Brackins 24 (2/4, 6/9, 2/2 tl), Dobbins 15 (7/11, 0/1, 1/1 tl). All. Fabrizio Frates

Fortitudo Moncada Agrigento: Martin 21 (6/10, 0/4, 9/13 tl), Mascolo (0/1 da tre), Vai, Evangelisti 13 (3/10, 1/3, 4/4 tl), De Laurentiis 11 (3/4, 1/2, 2/2 tl), Saccaggi 13 (3/7, 2/8, 1/2 tl), Morciano, Visentin ne, Piazza (0/1, 0/3), Eatherton 11 (5/10, 1/3 tl). All. Franco Ciani


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *