Attacco hacker alla Regione Sardegna: dati diffusi nel dark web - Live Sicilia

Attacco hacker alla Regione Sardegna: dati diffusi nel dark web

I pirati informatici hanno bucato i sistemi di protezione
ITALIA
di
0 Commenti Condividi

Attacco hacker al database della Regione Sardegna. I pirati informatici hanno bucato i sistemi di protezione, scaricando e divulgando nel dark web migliaia di dati sensibili di dipendenti e utenti: stati patrimoniali, situazioni legate alla salute di chi lavora o si è rivolto alla stessa Regione, curriculum vitae, numeri di cellulare. Tutto finito nel dark web. A dare l’annuncio è la stessa Regione ad ammetterlo con una nota pubblicata sul sito ufficiale.

“La Regione Autonoma della Sardegna rende noto che lo scorso 17 giugno la Regione ha ricevuto comunicazione della pubblicazione nel dark web di cartelle contenenti dati personali dei propri dipendenti e degli utenti di alcune direzioni generali. La documentazione illegittimamente divulgata potrebbe arrecare conseguenze ai diritti degli interessati coinvolti quali, ad esempio, l’usurpazione di identità, la perdita di controllo da parte degli interessati sui dati personali che li riguardano, l’utilizzo dei dati personali degli interessati a scopo di phishing”.

“Ti informiamo – continua la nota – che i contenuti delle informazioni sono disponibili sul dark web, si tratta di una rete che offre i contenuti attraverso un indirizzo nascosto che non permette di individuare facilmente il proprietario del sito, accessibile soltanto utilizzando uno strumento specifico, il browser TOR, progettato per assicurare l’anonimato sulle reti di computer. La pubblicazione appare collegata ad un attacco informatico subito da questa amministrazione ai primi di febbraio, rispetto al quale la Regione si è immediatamente attivata interessando tempestivamente le autorità competenti. Le direzioni direttamente coinvolte sono: direzione generale degli enti locali, direzione generale della Protezione civile; le stesse direzioni hanno attivato delle caselle email dedicate a cui i potenziali interessati possono rivolgersi per avere informazioni sulla natura dei dati coinvolti. Il titolare – conclude la nota – terrà aggiornati gli interessati non appena saranno disponibili maggiori dettagli”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.