Calori: "Ripartiamo al massimo |Bisogna ragionare come un gruppo" - Live Sicilia

Calori: “Ripartiamo al massimo |Bisogna ragionare come un gruppo”

Il tecnico del Trapani vuol dare vita al miracolo, a partire dalla sfida di domani con il Novara.

calcio - serie b
di
0 Commenti Condividi

TRAPANI – La consapevolezza di dover dare vita ad un vero e proprio miracolo, ma anche la possibilità di avere ben ventuno giornate per riuscirci. Alessandro Calori vive con questo spirito la vigilia della sfida che aprirà il girone di ritorno, e che opporrà il suo Trapani al Novara di Roberto Boscaglia. Una gara che, come tutte quelle in programma al “Provinciale” da qui alla fine del campionato, viene vista con un solo traguardo da raggiungere, ovvero portare a casa i tre punti: “Dobbiamo solo diventare un gruppo che pensi con il noi e non con l’io – ha dichiarato Calori in conferenza stampa – . Questo è il nostro grande compito. Lo spiraglio per fare qualcosa di straordinario, io lo vedo. Ma adesso, sul campo, bisogna tornare a vincere. Non ho tempo di pensare troppo alla squadra che affronteremo. Chiaro che per noi tutte le gare sono fondamentali, vista la nostra posizione di classifica”.

I primi venti giorni di calciomercato hanno portato via da Trapani ben sei giocatori, alcuni dei quali ritenuti incedibili e imprescindibili all’inizio della stagione, e ne ha aggiunti cinque alla rosa guidata da un Calori che appare intenzionato a dare spazio proprio ai nuovi per portare nuova linfa ai colori granata: “Sono tutti disponibili e convocati. Pigliacelli ha fatto molto bene l’anno scorso, difendendo la porta della Pro Vercelli. Fausto Rossi è un giocatore importante, che ha calcato anche l’erba del Bernabeu. Maracchi ci dà sostanza a centrocampo e Jallow ha nella velocità e nella capacità di attaccare gli spazi i suoi migliori pregi. Cerchiamo ancora qualcosa in difesa e in attacco, ma tra la volontà e quello che si può fare c’è sempre una certa differenza. Citro lo considero un giocatore del Trapani finchè sarà tra le nostre fila. Poi, si vedrà. Anche Terlizzi ha ripreso ad allenarsi. Ogni valutazione sul suo conto, la faremo al termine del mercato”.

L’avversario di giornata è importante. Sia perchè il Novara è guidato da quel Roberto Boscaglia che ha preso il Trapani tra i dilettanti e lo ha portato in serie B, sia perchè i piemontesi sono squadra vera, nonostante il mercato abbia portato via forse il giocatore più importante, ovvero il neo-cagliaritano Faragò: “La partita di domani è importante. C’è l’inserimento dei nuovi e sono andati via alcuni ragazzi. Il Novara ha una sua fisionomia, ha individualità importanti, è andato via Faragò. C’è da vedere come noi ripartiamo nell’anno nuovo. Questa partita ci deve dare una spinta positiva. In queste due settimane abbiamo cercato di ricaricare le pile sul piano fisico e mentale. Dobbiamo cercare di iniziare questa impresa, di ritrovare questa benedetta vittoria, l’unica medicina che serve. Ho provato più sistemi di gioco, delle soluzioni”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *