Caltagirone, strangola il compagno di cella: arrestato un 60enne - Live Sicilia

Caltagirone, strangola il compagno di cella: arrestato un 60enne

L'uomo ha confessato il delitto
NEL CATANESE
di
1 Commenti Condividi

CALTAGIRONE- Non si conosce ancora quale sia il movente dieto l’omicidio di un detenuto avvenuto nel carcere di Caltagirone, nel catanese. Un sessantenne è stato arrestato dalla polizia penitenziaria con l’accusa di avere strangolato il compagno di cella quarantenne. L’uomo – S.M. le iniziali – ha confessato il delitto di P.M., scoperto due giorni fa, ma reso noto oggi dalla Procura di Caltagirone che ha chiesto al gip la convalida del provvedimento e l’emissione di un’ordinanza cautelare. La misura è stata possibile anche grazie al supporto del Comando Compagnia Carabinieri di Caltagirone che ha effettuato i rilievi tecnici.

Gli accertamenti

Secondo un primo esame del corpo, l’omicidio, causato da “asfissia meccanica violenta da strangolamento”, sarebbe “avvenuto almeno 48 ore prima del rinvenimento del corpo”. Le indagini sono coordinate dal procuratore Giuseppe Verzera e dal sostituto Natalia Carrozzo. Purtroppo non è il primo omicidio che ha come teatro il carcere di Caltagirone.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Una domanda: com’è possibile che il corpo sia stato rinvenuto dopo 48 ore?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.