Il make up è servito

“Il make up è servito”, una cena speciale per presentare la nuova comunicazione di Orazio Tomarchio

Foto: Francesca Patanè
Make up edibile e sostenibile protagonista della serata dedicata al nuovo progetto del make up artist dove la relazione è al centro dell’identità aziendale.
CATANIA
di
Condividi

Domenica 31 luglio a Catania si è svolta la presentazione ufficiale del nuovo format de La Truccheria Cherie. La “sartoria del make up su misura” diventa luogo di incontro e condivisione, salotto social, spazio di dialogo e confronto nel mondo della bellezza dove discutere di idee, tendenze e ispirazioni da seguire.
Orazio Tomarchio ha aperto le porte alla stampa nazionale e locale per raccontare la nuova comunicazione multicanale dove la relazione è al centro dell’identità aziendale.
Il press tour alla scoperta della filosofia de La Truccheria Cherie è iniziato al mattino con una visita guidata della Catania barocca e un pranzo dedicato allo street food siciliano. Un tour proseguito all’interno de La Truccheria per la visione in anteprima del nuovo sito, delle nuove pagine social e del nuovo format dedicato alla community delle Cherie Addicted con esperienze multisensoriali personalizzate nel mondo del beauty.

La presentazione ufficiale del progetto ideato dal make up artist internazionale rappresenta un passaggio generazionale che regala una nuova chiave di lettura del mondo del beauty, una bellezza sostenibile impegnata a preservare l’ambiente e a sostenere le persone.

A introdurre la linea di “Cherie Maquillage”, realizzata con elevati standard di qualità, sicurezza e rispetto per l’ambiente, il fondatore Tomarchio che ha raccontato la storia della sua azienda e la nuova impronta green con trucchi naturali, versatili e riciclabili all’infinito. Ogni materiale viene accuratamente selezionato minimizzando gli sprechi. Erogatori semplici e di precisione, contenitori in vetro, cialde sostituibili e refill rappresentano la soluzione per limitare l’impatto ambientale.

«Abbiamo deciso di aprire le porte e condividere i nostri valori e le nostre idee – afferma Orazio Tomarchio– questo nuovo format inclusivo e sostenibile prevede la creazione di esperienze uniche e personalizzate per le nostre ospiti. Abbiamo deciso di ottimizzare l’esperienza di acquisto integrandola tra canali fisici e digitali mettendo in programma tanti appuntamenti e workshop di settore dedicati al mondo del beauty».

Dopo la presentazione del nuovo progetto aziendale Orazio Tomarchio ha aperto le porte di Maison Cherie, la sua amata dimora nel centro storico della città all’interno dell’elegante palazzo in stile ottocentesco ornato per l’occasione dalle Flowers Designers Roberta e Vittoria Alfino di Fiorelli Wedding e illuminata ad arte da Fabio Ruggiero.

Una cena intima e speciale curata nei minimi dettagli dalla Chef Alessandra Ragusa che ha regalato agli ospiti una raffinata esperienza sensoriale dove protagonisti sono stati profumi, le essenze e i prodotti di mare e terra siciliana con un finish di make-up edibile firmato Cherie. Ad accompagnare questo percorso i pregiati vini di Cantine Fina con una degustazione condotta da Federica Fina responsabile del marketing e dell’enoturismo della nota cantina siciliana. Una serata conclusa con il rossetto al cioccolato di Modica dedicato alle ospiti presenti e assaporato insieme alla sensazionale etichetta El Aziz.
Credit photo: Francesca Patanè fotografa.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Condividi