Catania trema: si pente Santo La Causa - Live Sicilia

Catania trema: si pente Santo La Causa

L'ex reggente di Cosa nostra Santo La Causa (nel riquadro della foto) si è pentito già da qualche tempo ma la notizia della collaborazione con la giustizia è stata confermata soltanto adesso. La Causa è divenuto latitante nel 2007, secondo il collaboratore Ignazio Barbagallo: “L'ultima parola sulle questioni importanti spettava a Santo La Causa”.
Mafia, l'ex reggente della famiglia etnea
di
12 Commenti Condividi

Adesso Catania trema. L’ex reggente di Cosa nostra Santo La Causa si è pentito già da qualche tempo ma la notizia della collaborazione con la giustizia è stata confermata soltanto adesso. Secondo alcune indiscrezioni, il boss Santo La Causa, avrebbe già reso importanti dichiarazioni all’attenzione della magistratura e potrebbe fornire agli inquirenti indicazioni notevoli sui rapporti tra colletti bianchi e mafia a Catania. Ma soprattutto, Santo La Causa rappresenta la principale fonte autorevole che potrebbe confermare determinati rapporti tra mafia e politica a cavallo delle politiche e regionali del 2008 sino ad arrivare alle europee del 2009.

Condannato per associazione mafiosa nel 2001 e successivamente per estorsione aggravata, Santo La Causa è divenuto latitante nel 2007 dopo l’ordinanza di custodia cautelare a suo carico per associazione mafiosa emessa nel procedimento “Plutone”. Secondo il collaboratore Ignazio Barbagallo: “L’ultima parola sulle questioni importanti spettava a Santo La Causa”.

Salvatore Torrente il 15 maggio 2009 ha indicato La Causa quale reggente dell’organizzazione catanese mentre Gaspare Pulizzi, interrogato il 15 febbraio 2008 ha riferito che Enzo Aiello e Angelo Santapaola avevano preannunciato la presenza, per un incontro successivo, di un uomo d’onore della famiglia catanese di Cosa Nostra di nome “Santo”.

Nel periodo indicato dal collaborante, compreso fra il gennaio 2007 e il settembre dello stesso anno Santo La Causa era uno degli uomini più vicini al boss Vincenzo Aiello, quello che è stato intercettato dai Ros mentre rivendicava il sostegno della famiglia Santapaola all’Mpa di Raffaele Lombardo.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

12 Commenti Condividi

Commenti

    Tranne che , Condorelli pronostica una cosa e dopo invece il pentito di turno tira in ballo politici diversi dal MPA come è finito con l’ultimo che ha fatto il nome di Limolli di FI.

    infatti condorelli…è strano che un giornalista attento come te prognostica eventuali deposizioni contro lombardo da parte di la causa e neanche scrive un articolino per le parole di Avola nei confronti di LIMOLI e FIRRARELLO…è giusto dara spazio un pò a tutti…:)))))))

    Condorelli…..Condorelli………….

    Aiaiaiaaiai!!!!

    dai non gli toccate gli amici…

    lo dico sempre che condorelli ha un ossessione contro lombardo

    Dottor Condorelli ecco la notizia: “Catania, colpo di scena: il pentito D’Aquino chiama in ballo l’on. Limoli dichiarando che nel 2006 godeva del sostegno di Angelo Santapaola”,la trova a questo sito http://www.ienesiciliane.it Ecco il link http://www.ienesiciliane.it/cronaca/4332-catania-colpo-di-scena-il-pentito-daquino-chiama-in-ballo-lon-pippo-limoli-dichiarando-che-nel-2006-godesse-del-sostegno-di-angelo-santapaola.html
    Capisco che ai giorni nostri fa notizia solo Lombardo, ma quando si parla di rapporti con la mafia non ci possono essere eccezioni

    Gentile Condorelli,
    alcuni commentatori fanno notare che il pentito ha fatto dichiarazioni citando Limoli. Ed è vero.
    È altrettanto vero, i medesimi commentatori forse non lo sanno o lo hanno dimenticato, che lo stesso pentito a citato anche altri soggetti e tra questi il braccio destro di Lombardo Raffaele, Pistorio Giovanni, senatore dell’MPA e vicino a Russo Massimo, leader del partito Team Sud.
    Faccia lei.

    I simpatizzanti di Team Sud sono fieri di Massimo Russo uomo delle Istituzioni,altri devono provare vergogna per i loro “modelli” di riferimento che hanno rovinato le Isituzioni e le loro casse.
    Gli stessi simpatizzanti sono altrettanto fieri di avere un Presidente della Regione che ci rappresenta al terzo posto nelle statistiche socio-economiche nazionali sebbene questo dia molto fastidio agli affezionati lettori di Condorelli ed allo stesso.
    Per il momento tanto vi spetta.

    Condorelli per me resta il migliore in assoluto. Non a caso scrive per Live

    E’ DEL TUTTO EVIDENTE CHE IL TITOLO DELL’ARTICOLO ED IL PEZZO CHE LEGGIAMO,…FANNO, A QUALCUNO, DAVVERO MOLTA PAURA!CONDORELLI? UN BRAVISSIMO GIORNALISTA!Capitanjack e la ciurma “tutta” della “PERLA NERA”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.