L'indagine su Mogavero e La Piana |Archiviata l'ipotesi di truffa - Live Sicilia

L’indagine su Mogavero e La Piana |Archiviata l’ipotesi di truffa

Richiesta di archiviazione per l'appropriazione indebita contestata ai due prelati.

2 Commenti Condividi

MARSALA (TRAPANI) – Archiviata, su richiesta della stessa Procura di Marsala, l’inchiesta per truffa contestata al vescovo di Mazara del Vallo, Domenico Mogavero, e al suo predecessore, Calogero La Piana. L’indagine riguardava i finanziamenti chiesti alla Cei e alla Regione per la realizzazione del complesso parrocchiale di San Lorenzo, nel quartiere Transmazaro-Miragliano.

Mogavero e La Piana, difesi dagli avvocati Nino Caleca e Stefano Pellegrino, sono stati indagati insieme a Bartolomeo Fontana, progettista e direttore dei lavori, Francesco Scarpitta, progettista, Antonino Gaudente, titolare dell’impresa che si aggiudicò l’appalto, e Gaetano Stradella, responsabile del procedimento relativo al bando di gara mediante licitazione privata.

Un altro filone d’indagine, sempre nell’ambito dello stesso procedimento, vedeva il vescovo Mogavero e don Franco Caruso, ex economo della Diocesi di Mazara del Vallo, poi parroco a Santa Ninfa, accusati di appropriazione indebita (e don Franco Caruso anche di malversazione). Per questo procedimento è stata chiesta l’archiviazione, ma il giudice non si è ancora pronunciato.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Archiviazione?! Ma siamo davvero sicuri che in tal modo giustizia (quella vera) sia fatta, oppure c’è da sospettare piuttosto che, trattandosi di personaggi per così dire potenti, la cosiddetta giustizia venga piegata a certi voleri o diktat di non sappiamo chi, pena il posto o la carriera? Come mai infatti quando è indagato un potente monsignore non si vede quasi mai un rinvio a giudizio, nè tanto meno una condanna, ma tutto sembra concludersi a …”tarallucci e vino”? Si può allora davvero credere che in questo belpaese la legge sia uguale per tutti, come invece è scritto? E se al contrario si fosse trattato di umili cittadini l’esito giudiziario sarebbe stato davvero questo!! Forse veramente evviva ai Paesi davvero … laici in senso pieno, e non solo …a parole!! Riteniamo che in quei Paesi, in cui questi….signori si sentono perseguitati, quelle Autorità una qualche ragione e giustificazione hanno!

    Mogavero e’ Una persona perbene e onesta. Non avevo dubbi sull’esito dell’inchiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *