"Chiudere i social di Salvini" | La querela della "capitana" - Live Sicilia

“Chiudere i social di Salvini” | La querela della “capitana”

"Istigano a delinquere", scrive il legale. E il ministro replica: "Non c'è limite al ridicolo"

IL CASO SEA WATCH 3
di
10 Commenti Condividi

Chiudere i profili Twitter e Facebook di Matteo Salvini, perché “istigano a delinquere”. E’ questo, in sintesi, uno dei passaggi contenuti nell’esposto che domani sarà presentato dal legale di Carola Rackete, in Procura a Roma, contro il ministro dell’Interno, Matteo Salvini. Nella denuncia – redatta attraverso l’avvocato Alessandro Gamberini – Rackete chiede il sequestro preventivo dei profili social attraverso cui “risultano pubblicati e diffusi i contenuti diffamatori e istigatori con specifico riferimento alle pagine Facebook e Twitter dell’account ufficiale di Matteo Salvini”.

“Le esternazioni che qui si denunciano – è scritto ancora nell’esposto – non vengono fatte all’interno delle funzioni svolte da Matteo Salvini, nella sua qualità di ministro, ma costui si fa forte di quella qualità per potenziare in modo dirompente il messaggio d’odio”.  Nella querela vengono allegati i contenuti di post di Salvini oltre ai commenti degli utenti, anche riferiti al Gip di Agrigento, Alessandra Vella, che dispose la mancata convalida dell’arresto di Carola Rackete nella vicenda Sea Watch.

“Il deposito dell’esposto alla Procura di Roma contro il ministro dell’Interno Matteo Salvini, avverrà non prima di domani, siamo in attesa della firma in originale di Carola Rackete”, dice all’Ansa l’avvocato Alessandro Gamberini.

E non si è fatta attendere la reazione del ministro e leader della Lega Salvini: “La comunista tedesca, quella che ha speronato la motovedetta della Guardia di Finanza, ha chiesto alla Procura di chiudere le mie pagine Facebook e Twitter. Non c’è limite al ridicolo. Quindi posso usare solo Instagram???”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

10 Commenti Condividi

Commenti

    Sono contrario ad ogni forma di strumentalizzazione.Eppure Carola che come Antigone consapevolmente sceglie di seguire una legge più alta mi inorgoglisce

    Chi la consiglia deve essere veramente ottuso, perché non capisce che grazie a questa vicenda la lega prenderà più del 50% dei voti.

    Funziona così, ma il livore dei sinistri non li fa ragionare, anche il contributo della Gip di Agrigento sarà fondamentale alle prossime elezioni.

    Siamo alla frutta e’ lei che doveva essere chiusa nelle patrie galere per aver speronato una barca della finanza fregandosene dei 5 uomini della finanza e adesso chiede di chiudere i profili ???? Viva l’italia

    Salvini semina vento, non si lamenti se raccoglie tempesta.

    Magari fosse accolta la richiesta di chiudere le pagine social di Salvini. Magari!!! Staremmo tutti meglio!

    Altra grande donna la gip Vella!

    Raccoglierà voti….na marea di voti…più di quanti voi ne potete immaginare…e nulla politicamente resterà di voi….

    SALVINI che semina vento non raccoglie tempesta ma consensi e anche la querela di questa signora gli darà qualche percentuale in più. La gente è stanca del buonismo della politica fatta nei palazzi e si ripara in politici come SALVINI (che non mi è simpatico) ed è inutile provarci anche con la magistratura (che di questi tempi ha i suoi problemi – vedi caso Palamara) ritenuta dall’opinione pubblica poco credibile. Purtroppo siamo un paese alla deriva se no si cambia radicalmente il modo di fare e pensare.

    Il buonismo non c’entra nulla: altrimenti, se i buonisti sono quelli che vogliono farsi invadere dagli africani, dall’altra parte ci sonno i razzisti, quelli che odiano gli altri.
    Dovremmo cercare di confrontarci senza propagande, ma Salvini non aiuta.

    Carola è tedesca. Non gl’importa nulla se noi italiani siamo inclini al suicidio. Si mantiene solo su quello che è giusto fare, non anche su ciò che sarebbe opportuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *