Controllore accoltellato |da un passeggero - Live Sicilia

Controllore accoltellato |da un passeggero

7 Commenti Condividi

Ancora sangue sui treni di Trenord dove un controllore, un uomo di 45 anni, è stato aggredito da un uomo armato di coltello, dopo che aveva chiesto di esibire il biglietto di viaggio. L’aggressione è avvenuta sul Piacenza-Milano, alle 7.30 del mattino, quando il treno locale stava per arrivare alla stazione di Santo Stefano Lodigiano, a Lodi.

Secondo le prime indiscrezioni alla richiesta di esibire il biglietto, il controllore sarebbe stato immediatamente aggredito con un fendente all’addome. Fortunatamente è stato pronto a parare il colpo tanto che l’attacco armato ha soltanto trapassato la mano. L’aggressore, un uomo di colore, sarebbe immediatamente scappato riuscendo a forzare le porte del treno mentre lo stesso stava per fermarsi in stazione.

 

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

7 Commenti Condividi

Commenti

    Ma quando li mandiamo tutti a casa questi extracomunitari incivili….ma lo capite che abbiamo riempito le città di pericoli vaganti? Finiremo a guerriglie….

    Accogliamoli è gente educata e perbene rispettosa di coloro che li accolgono dei loro valori e della loro cultura!! E non è vero che sono ignoranti che non sanno fare niente… sanno accoltellare benissimo!!

    Non se ne può più! Come non se ne può più di quel “Al momento è ricercato”. Ricercato, perché? E’ una delle risorse preziose di Boldrini, è uno di quelli che contribuirà a pagare le pensioni degli italiani! E’ uno di quelli che, ammesso che le forze dell’ordine riescano a prendere, verrà subito messo in libertà, con le scuse della toga. Dato che le opere buffe dei figli del Pci sono sempre in scena, per innalzare sull’altare del multiculturalismo la marea nera dei diversamente abili. Possibile che gli italiani non riescano, in modo definitivo, a liberarsi di un branco di eterni cerca casa (Pci,Pds,Ds,Pd e chi più ne ha più ne metta) sempre in bilico tra trotzkismo e leninismo?

    Avvertite i signori Pippo, honil e marco che oggi è il giorno in cui si commemorano Borsellino e la sua scorta e sono arrestati 50 persone del clan di Brancaccio. Il problema dell’italia è la mafia, non sono certo gli immigrati.

    e’ avvenuto realmente o e ‘ il bis della vicenda in sardegna che e’ stata smentita persino dalla polizia e da trenitalia?
    qualora fosse avvenuta realmente, e’ una vicenda molto oscura e strana. cui prodest?

    Palermo è bella….ogni volta che un extracomunitario combina una cazzata ( e siamo all’ordine del giorno per furti, risse, violenze, spaccio, rapine, oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale ) per lei ci sta sempre “qualcosa di occulto”….L’occulto lo dove vedere negli interessi di chi li va a prendere sotto costa e li porta comodamente sino alle nostra città. Scenda in strada o passi una giornata a bordo di una gazzella o pantera invece di stare a guardare il mondo fatato e poi ne riparliamo. Ci sono palazzi, stabili e quartieri invasi dove anche le Forze dell’Ordine fanno fatica ad entrare.

    Il problema è la mafia ma anche gli immigrati. ( per sua conoscenza la informo che l’aggressore è stato preso dalla Polfer….quindi l’accaduto non è una pagina di un libro di fiabe ).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *