Covid, variante Omicron: Johannesburg epicentro, allarme tra i giovani - Live Sicilia

Covid, variante Omicron: Johannesburg epicentro, allarme tra i giovani

Il governo sudafricano non accetta la chiusura delle frontiere da parte di alcuni Paesi
CORONAVIRUS
di
2 Commenti Condividi

La nuova variante del Covid, la variante Omicron, individuata il 24 novembre ha, ormai, invaso il Sudafrica. Di questa nuova variante si sa che colpisce in maniera più grave, in particolare i giovani.

Secondo le prime stime la variante Omicron (che viaggia con una trasmissibilità da una persona ad altre due) potrebbe riguardare ben il 90% dei nuovi casi del Sudafrica. Dei quasi tremila nuovi contagi in 24 ore la maggior parte, circa ‘80%, sono stati tracciati nel Gauteng, provincia del Nord dove sono presenti le principali città del Paese, Pretoria e Johannesburg. Nell’area i contagi si sono quadruplicati nelle ultime settimane e proprio Johannesburg si trova nell’epicentro di questa nuova emergenza. Mentre in tutto il Paese il sistema sanitario è “già sotto forte pressione per la pandemia”, racconta uno dei medici di Msf nel Paese. Senza la protezione del vaccino, la variante Omicron sta mostrando una maggiore velocità di propagazione tra i giovani.

“Le persone tra i 20 e i 30 anni arrivano con una malattia da moderata a grave, alcuni dei quali necessitano delle terapie intensive”, ha spiegato il capo del reparto di rianimazione dell’ospedale Baragwanath di Soweto. In quella fascia d’età il 65% dei sudafricani non è ancora stato immunizzato. Il cambiamento del profilo demografico dei malati di Covid è una un’ulteriore spia della vera emergenza globale nella lotta al Covid: la scarsissima copertura vaccinale al di fuori dai Paesi sviluppati, se si considera che Europa e Usa hanno un livello di copertura di quasi il 60%, mentre l’Africa è inchiodata al 7%, rileva la rete Amref.

Il Sudafrica, con appena il 24% della popolazione immunizzata, è il Paese più colpito dal Covid in tutto il continente. E adesso, a causa della variante Omicron, c’è l’aggravante del progressivo isolamento internazionale. Proprio per questo il governo ha criticato tutti i Paesi (a partire a Ue, Regno Unito, Usa e Canada) che hanno chiuso le frontiere ai sudafricani: una “punizione” non meritata, quando invece si sarebbe dovuta “applaudire l’eccellenza scientifica” di un Paese che è riuscito a sequenziare la nuova mutazione, hanno sottolineato da Città del Capo, rilevando poi un diverso trattamento rispetto ai Paesi in cui erano state individuate le altre varianti. Il blocco dei voli avrà dei contraccolpi per il Sudafrica, soprattutto economici, ma limitare la propagazione di Omicron è una priorità. E ne sono consapevoli le stesse autorità locali, che potrebbero decidere a loro volta di bloccare i viaggi tra le province interne del Paese.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Emergenza in Sudafrica? Allora cosa dovrebbe dire l’Europa?
    Italia e Sudafrica hanno lo stesso numero di abitanti, ma l’Italia ha quasi il doppio di casi e di morti per covid totali da inizio pandemia rispetto al Sudafrica e oltre 10mila nuovi casi giornalieri in più del Sudafrica.

    Il blocco dei voli è un’arma a doppio taglio.
    Infatti è incredibile che l’Europa che è “l’epicentro della pandemia” (uso le parole dell’OMS) e in totale ha avuto da inizio pandemia ben 83 milioni di casi vieti i voli per alcuni stati del sudafrica che hanno molti meno casi di ogni singolo stato europeo!
    Seguendo sto principio altri continenti potrebbero vietare i voli dall’Europa che è l’epicento della pandemia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *