Artisti nel quartiere | Danisinni c'è FOTO - Live Sicilia

Artisti nel quartiere | Danisinni c’è FOTO

La squadra di 'XRivista' nella zona.

Palermo
di
2 Commenti Condividi

PALERMO– Danisinni, quartiere vittima del degrado che vuole rinascere alla speranza, è fulcro negli ultimi anni di tensioni culturali e artistiche positive per la sua riqualificazione. Accrescere il valore aggiunto di un territorio che ha una storia, sia pure, spesso, in bianco e nero che merita di essere raccontata a colori: questo l’intento di Xrivista.

LE FOTO

Xrivista è un collettivo attivo dal 2016 formato da quattro italiani Francesco Battaglia, Giammarco Cugusi, Stefano La Rosa e Olmo Missaglia ed è proprio quest’ultimo che telefonicamente racconta il progetto: “Per il quarto numero della rivista cercavamo un posto dove lavorare in Italia,  non avevamo ancora lavorato nel nostro Paese, ed è grazie a Stefano La Rosa, palermitano di nascita  che ci siamo messi in contatto con questa realtà in rinascita, l’idea è stata quella di portare nel rione dei progetti culturali e artistici. Ed è proprio a Danisinni che abbiamo immaginato, sulle linee del precedente numero, artisti invitati a confrontarsi con il quartiere. L’arte per la gente, che abbia come destinatario le persone”.

“Gli artisti – continua Olmo – sono stati scelti tramite l’open call internazionale, sono cinque, provenienti da città diverse. Per ben quindici giorni Danisinni è stato residenza del collettivo. Un’esperienza unica da traslare sulle pagine della rivista “. Un’ immersione totale nel territorio, dove effettivamente fluiva l’acqua del Papireto, per scoprire le tradizioni, gli odori, i sapori, le ferite e le riparazioni di Danisinni.

“Che sia arrivato un collettivo che abbia lavorato bene in sole due settimane è stato reso possibile grazie a un lavoro costante di recupero della memoria storica del quartiere, non si può ricostruire dalle ceneri, soltanto rinvigorendo le radici si acquista la consapevolezza delle potenzialità del luogo”, cosi Fratel Mauro della parrocchia Santa Agnese, un uomo di Dio coraggioso che non lesina impegno e costanza. La città che nessuno vede pian piano diventa  protagonista di arte e cultura, accende i riflettori sulle rovine storiche sgomitando con il volto bello di Palermo. Ma come hanno accolto le persone che abitano a Danisinni un collettivo?

“Abbiamo pensato un itinerario comune insieme alla parrocchia, entrando nei racconti familiari o della piazza. La storia di Piero, che vende la verdura con la motoape. Oppure la taverna di Cocò, impastatrice di  arancine, il pasticciere o il falegname. Un percorso che sia da una parte dialogo e dall’altra scoperta e valorizzazione di ciò che, forse, è scontato ma che a chi non abita questa terra provoca stupore”, afferma Fratel Mauro. Il perché sia stato scelto proprio Danisinni, si comprende meglio a posteriori ecco le parole commosse di Olmo Missaglia: “Siamo ancora scossi dalla partenza e dal saluto con la gente, a presto Danisinni”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
2 Commenti Condividi

Commenti

    Tempo perso!
    Quartieri senza speranza!

    Danisinni non ha bisogno di arte. Danisinni ha bisogno di strade di penetrazione (quello che per il piano regolatore degli anni ’60 doveva essere la Via Gaetano Mosca) che la colleghino alla città, e non la lascino nell’attuale situazione di cul -de sac senza speranza.
    Iniziative sicuramente in buona fede hanno il risultato di distogliere l’opinione pubblica dalle necessità più autentiche dei residenti, giustificando la retorica immobilistica del rudere e del degrado, di cui si è pasciuta negli ultimi trent’anni, sotto la spinta di una formidabile tecnica di propaganda, la coscienza critica della Città di Palermo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *