"Mio padre non è annegato |il Governo ci aiuti a trovarlo" - Live Sicilia

“Mio padre non è annegato |il Governo ci aiuti a trovarlo”

E' convinta che il padre non sia annegato e che il peschereccio non sia affondato. "Ci sono troppe stranezze" - afferma.

il naufragio al largo di Portopalo
di
0 Commenti Condividi

CATANIA – Non si arrende. Maria aspetta al porto di Portopalo di avere notizie del padre Giovanni Costanzo, affondato con il suo peschereccio martedì e non ancora rintracciato. Nonostante, da giorni, i mezzi della Guardia costiera stiano battendo il tratto di mare di fronte la costa sud – orientale dell’isola senza sosta. Si rivolge al presidente del Consiglio Renzi affinché potenzi i mezzi per effettuare le ricerche, e invii attrezzature e uomini. “Mi appello al presidente del Consiglio – afferma a LivesiciliaCatania: ci aiuti. Il Governo ha stanziato tanti milioni per recuperare i corpi dei migranti – continua – ma aiuto adesso occorre a noi”.

Anche se lei è convinta che il padre non sia annegato e che il peschereccio non sia affondato. “Ci sono troppe stranezze – prosegue, con la voce rotta dal pianto. Non si è ancora trovato nulla dell’imbarcazione, né un pezzo di legno, né le casse di polistirolo per conservare il pesce che, invece, dovrebbero galleggiare in superficie. Non si sa nulla, è una nave fantasma”. Secondo Maria il peschereccio potrebbe essere stato sequestrato e il padre rapito. Per questo chiede aiuto. “Io sono qui da quattro giorni e non ho intenzione di muovermi se non avrò notizie – aggiunge, attorniata dai parenti che, in questi giorni, l’hanno raggiunta nel più meridionale lembo di Sicilia. “Ci hanno dato alcune tende per ripararci dal sole, ma quello che chiediamo è che lo Stato ci aiuti”.

Intanto proseguono senza sosta le attività di ricerca da parte della Guardia costiera: il nucleo di sommozzatori proveniente da Messina sta scandagliando i fondali, mentre dall’alto l’elicottero in volo da questa mattina tenta di individuare anche il minimo segnale. In acqua anche due unità navali che proseguono le ricerche anche di notte”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *