Dopati per sentirsi belli| "Dolore ai testicoli" e impotenza - Live Sicilia

Dopati per sentirsi belli| “Dolore ai testicoli” e impotenza

Le conversazioni intercettate dai carabinieri del Nas svelano retroscena inquietanti.

0 Commenti Condividi

PALERMO – È un pomeriggio di aprile. Due ragazzi entrano nello spogliatoio della palestra Free Time di Partinico, di proprietà di Gaspare Aiello, una delle quattro persone finite ai domiciliari.

La conversazione intercettata dai carabinieri del Nas, su delega del procuratore aggiunto Sergio Demontis e del sostituto Giorgia Spiri, svela l’altra faccia del doping. C’è chi si inietta anabolizzanti per vincere una gara di body building e chi per mostrare il bel fisico in spiaggia. I primi commettono un reato, i secondi no. Lo fanno “solo” per motivi estetici, ma il rischio di ammalarsi è altissimo.

I due giovani parlano di depilazione. Hanno il problema di non riuscire a buttare giù la pancia. Uno spera che “questo Winstrol sia efficace”. Andrà bene, gli dice l’amico che lo ha provato, “con una iniezione settimanale”, insieme ad un altro farmaco, il “Deca”, si ottengono “risultati “eccezionali”.

Hanno l’ossessione del fisico palestrato e se ne fregano degli effetti collaterali. Uno ha forti “dolori ai testicoli”. Sono trascorsi due anni dall’intercettazione, chissà se i dolori siano stati, come spesso accade, la prima avvisaglia di un problema più serio.

Con gli anabolizzanti si rischia l’impotenza. Qualcuno lo sa. “Non farti seccare i testicoli”, diceva. Tutto inutile. Negli spogliatoio ingoiavano pillole e si iniettavano anabolizzanti in vena.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *