Bando per assistenti ai disabili |Evola: "Servizio fondamentale" - Live Sicilia

Bando per assistenti ai disabili |Evola: “Servizio fondamentale”

L'avviso è stato pubblicato sul sito del Comune. La graduatoria verrà stilata dall’assessorato alla Scuola senza gravare sulle segreterie scolastiche.

2 Commenti Condividi

PALERMO – Oggi è stato pubblicato sul sito del comune di Palermo il bando per l’assunzione degli assistenti alla comunicazione che si occuperanno degli alunni portatori di disabilità. La graduatoria verrà stilata dall’assessorato alla Scuola senza gravare sulle segreterie scolastiche e seguirà il modello delle graduatorie permanenti del Provveditorato agli studi. L’obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di individuare in tempi rapidi gli assistenti specialistici da affiancare ai bambini che presentano un profilo di grave disabilità dall’inizio dell’anno scolastico sino alla conclusione delle attività didattiche. Gli assistenti interessati all’inserimento in graduatoria, che verrà aggiornata ogni due anni, potranno fare richiesta presentando un curriculum vitae.

Le figure richieste sono quelle di operatore specializzato al servizio di assistenza specialistica in ambito scolastico, di assistente alla comunicazione in LIS (linguaggio dei segni), di tecnico qualificato per l’orientamento, l’educazione e l’assistenza ai minorati della vista, di istruttore per ipovedenti, di operatore specializzato nell’interazione con i bambini autistici, oltre a psicologi e logopedisti. Avranno un ruolo diverso rispetto a quello degli insegnanti di sostegno affiancando i bambini per un numero diverso di ore.

Soddisfatto l’assessore alla Scuola, Barbara Evola, intervistata da Livesicilia: “Questo bando serve a fornire una figura, quella dell’assistente all’autonomia e alla comunicazione, in grado di affiancare i bambini che presentano un profilo di grave disabilità nel loro percorso di crescita insieme all’insegnante di sostegno e, laddove richiesto, al personale igienico-sanitario. Il Comune negli anni passati è stato latitante, noi stiamo cercando di dare delle risposte a una questione piuttosto delicata. Anche se in ritardo rispetto all’inizio dell’anno scolastico, ci siamo dotati di uno strumento che ci consentirà di offrire un servizio fondamentale. Speriamo entro la metà di novembre di riuscire a completare tutti i passaggi e di potere partire”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    sono diplomato ,attualmente stò frequentando un corso lis.aspettando una occupazione.

    ho lavorato nelle scuole con il servizio degli ass.igienico perche il nostro comune non dava l ass.al autonomia. io sono in possesso del diploma liceo delle scienze sociali in piu un diploma di perfezionamento per disabili pari a 1500 oredi attivita formativa per insegnamento alla scuola primaria in piu sempre lo stesso diploma di perfezionamento di 1500 ore formative per l insegnamento alla scuola infanzia, poi ho corsi di formazione sull autismo. nel 2008 ho preso servizio e ho ass.un bambino autistico molto grave anche se le mie mansioni erano quelle del servizio igienico io quando vedevo in difficolta il bambino perche era scoperto dal sostegno lo aiutavo perche nelle ore scolastche. sono 7 anni che la mamma mi riconferma il figlio ha fatto grandi progressi perche mentre l insegnante vieni cambiata tutti gli anni e in piu non lo copriva tutte le ore ,non riusciva il bambino a legare l autismo e una patologia che hanno bisogno di essere capiti.l equipe che lo segue ha detto per scritto che la mia figura e importante nel percorso scolastico.ma quest anno è successo che la gara per il servizio se la giudicata un altra ass. e la continuita al bambino non gliela danno i genitori hanno fatto di tutto ma si sono sentiti dire che gli metteranno una nuova ass.è giusto interrompere un percorso che ha dato buoni esiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *