Eitan, mandato di cattura internazionale per il nonno materno - Live Sicilia

Eitan, mandato di cattura internazionale per il nonno materno

Continua la guerra legale sull'affidamento del piccolo sopravvissuto alla strage di Mottarone
IL CASO
di
0 Commenti Condividi

ROMA – Due mandati di cattura internazionali, chiesti dalla procura di Pavia, sono stati emessi nei confronti del nonno materno del piccolo Eitan, Shmuel Peleg, e dell’uomo di 50 anni, G. A. B., l’israeliano che era alla guida della macchina con cui il bambino fu portato a Lugano per essere imbarcato su un aereo privato con destinazione Tel Aviv. Lo scrivono oggi Il Corriere della Sera e La provincia pavese. Il piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone è al centro di una contesa tra due rami familiari. 

Ieri c’è stata un’udienza al Tribunale di Pavia in cui i legali del nonno materno accusato dai pm del sequestro del bimbo hanno chiesto ai giudici un provvedimento d’urgenza di sospensione della nomina di Aya come tutrice legale, che venne decisa dal Tribunale di Torino e poi confermata da un giudice a Pavia ai primi di agosto. Chiedono che la zia venga rimossa dall’incarico e che il tutore sia un avvocato ‘terzo’ rispetto ai due rami familiari. I giudici si sono riservati di decidere e lo faranno nei prossimi giorni.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *