Etna, anziano fungaiolo ritrovato dai finanzieri - Live Sicilia

Etna, anziano fungaiolo ritrovato dai finanzieri

Non riusciva più a trovare la strada del ritorno.
ADRANO
di
0 Commenti Condividi

ADRANO – Un fungaiolo si è perso tra i sentieri dell’Etna, ma fortunatamente è stato ritrovato. Si è concluso intorno alle 21 di ieri con esito positivo l’intervento dei militari della Stazione S.A.G.F. di Nicolosi (CT) volto alla ricerca di un anziano fungaiolo disperso nei pressi di Monte Minardo nel Comune di Adrano (CT).

Alle ore 17,00 circa, una chiamata di soccorso originata dalla Sala Operativa del Corpo Forestale giungeva alla Sala Operativa della Guardia di Finanza di Catania che subito allertava la Stazione S.A.G.F. di Nicolosi(CT). Un anziano cercatore di funghi, a causa del sopraggiungere del buio, smarriva la via del ritorno e risultava disperso in una zona boschiva nei pressi di Monte Minardo, alla quota di 1300 metri sul livello del mare, sul versante ovest dell’Etna in territorio del Comune di Adrano.

Il compagno di gita riusciva a tornare nel paese e a lanciare l’allarme al distaccamento forestale di Adrano. I militari del SAGF unitamente ad una squadra dei VV.FF., ad una pattuglia del Corpo Forestale e ai volontari del C.N.S.A.S., si portavano rapidamente in zona ed iniziavano le ricerche del disperso nella zona primaria con l’ausilio anche dell’unità cinofila.

Dopo circa un’ora di ricerche, il disperso veniva ritrovato provato, disidratato ma in buone condizioni fisiche generali. I militari provvedevano al trasporto del malcapitato fino all’ambulanza medicalizzata che attendeva alla sbarra di ingresso del demanio per i controlli di routine.
La sinergia operativa posta in essere dal sistema di soccorso che ha visto, subito dopo la segnalazione dell’emergenza, l’immediato intervento dei militari del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, del personale del C.N.S.A.S., del Corpo Forestale e dei VV.FF. che operano con professionalità e coraggio per la salvaguardia della vita umana, ha consentito di individuare, e portare in salvo l’escursionista evitando il verificarsi di conseguenze ben peggiori.
La Guardia di Finanza, il C.N.S.A.S. e le altre componenti il dispositivo di soccorso alpino raccomandano di adottare tutte le precauzioni previste in montagna, preferendo sempre di accompagnarsi a persone esperte conoscitrici del territorio, onde evitare che una piacevole escursione si tramuti in una brutta avventura.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.