Appalti "su misura" in aeroporto| E l'azienda vinse il car valeting - Live Sicilia

Appalti “su misura” in aeroporto| E l’azienda vinse il car valeting

L'aeroporto Falcone e Borsellino

Le cimici svelano l'accordo per il servizio di parcheggio assegnato da Gesap.

PALERMO - L'INCHIESTA
di
10 Commenti Condividi

PALERMO – Nel 2013 Gesap assegna il servizio di car valeting – che consiste nel ritiro e consegna del veicolo direttamente ai terminal dell’aeroporto – alla “Quick No Problem Parking di Napoli”. È stato il frutto di un bando, secondo i pm di Palermo, costruito su misura per l’azienda.

Già nel 2006 i napoletani si erano aggiudicati il servizio. Il contratto fu firmato dall’allora amministratore delegato Giacomo Terranova, annotano i poliziotti, “senza pubblicare il bando di gara né effettuare procedure comparative sul mercato”. Sei anni di contratto per 122 mila euro annui.

Scaduto il contratto e alcune successive proroghe Gesap bandì una gara. Poco prima che la faccenda fosse discussa in consiglio di amministrazione l’allora direttore generale Carmelo Scelta, da alcuni giorni agli arresti domiciliari, fu intercettato mentre parlava nel suo ufficio con i rappresentanti dell’impresa napoletana, Carlo Vernetti e Alessandro Mauro: “Poi facciamo tutto, tutto assolutamente nuovo… però dobbiamo… non è stata fatta molto bene poi faccio la gara per le due sub concessioni quella del parcheggio e quella del lavaggio. Il lavaggio lo do in comodato d’uso con oneri a chi si aggiudica.. quindi io cosa dico: stabiliamo i criteri, siete d’accodo a fare questo?, questo e questo? Se loro mi dicono sì, allora gli dico: ma scusatemi ma allora perché dobbiamo tornare a fare un nuovo… se i paletti che stabiliamo sono questi, mi date una possibilità di considerare approvati gli atti di gara come se oggi fossero qua (in realtà, secondo l’accusa, il bando di gare neppure era pronto, ndr) e io li faccio… la supposta gliela entro sempre a poco a poco, sempre a poco a poco”.

Il 15 ottobre 2013 la Quick Parking si è aggiudicata la gara per il car valeting. La mossa vincente fu l’inserimento nel bando di una clausola ben precisa che avvantaggiò l’azienda napoletana: era autorizzata anche per il lavaggio delle macchine a noleggio.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

10 Commenti Condividi

Commenti

    ….complimenti; il forbito linguaggio di un manager competente e preparato, così come lo qualificano alcuni dei suoi sostenitori politici. In particolare Vito Riggio, presidente dell’ENAC, indignatosi quando il Consiglio di Amministrazione della GESAP ( Luca Orlando in testa, assieme a Fabio Giambrone ) gli diede il ben servito a seguito dell’episodio Helg, e Simona Vicari, sottosegretario al Ministero dei Trasporti, che lo ha prontamente ripescato in veste di “consulente ombra”, una sorta di eminenza grigia per tutte le decisioni riguardanti gli aeroporti siciliani. Brava, ha scelto proprio la persona adatta!

    …è un’espressione un po’ forte, diciamocelo.

    Considerato che non vi sono comunque parcheggi gratuiti, è più corretto definirlo”imposizione di parcheggio”. Ma visto come si ragiona lì (dalla vicenda di Palazzolo a questa), la cosa non sorprende.

    Potremmo dire che sono una sorta di posteggiatori autoproclamatisi “non abusivi”.

    Ribadisco da anni… il parcheggio piu caro d’italia se non di europa

    Vito Riggio da appena 14 anni al vertice di ENAC. UNA LEGGENDA.

    Ma chi l’ha scelto a Scelta’???

    Passano i governi, ma come un faraone della V dinastia, imperterrito sempre li! Evidentemente è bravo!

    Vabbè ora tutti a dargli addosso a Scelta… ma il CDA che faceva… mangiavano? riposavano? bevevano…? brindavano….? … e comunque ora, per merito di Scelta e dei suoi consulenti (a spese nostre) abbiamo l’aeroporto con la pista più sicura del mondo, abbiamo l’unica pista di atterraggio al mondo in cui hanno messo un asfalto “smart” sperimentato nei migliori laboratori e l’aereo, udite udite, quando atterra…. non slitta!!!! PS e non mi venite a dire che l’unico professore a Palermo è socio “di fatto” di una società “di famiglia” di progettazione…!! Tutti i più bravi docenti di ingegneria hanno (da anni…) società “di fatto” con colleghi professionisti con cui progettano …. ….

    Hai ragione semplicemente disgustoso spero che persone squallide paghino tutto.

    CI SONO TROPPI MONOPOLI TRAVESTITI DA SOCIETA’ PER AZIONI DOVE AMMINISTRANO I POLITICI (O CHI PER LORO) E PAGANO SOLO I CITTADINI.

    SE CONTINUA COSI’ NON ANDREMO DA NESSUNA PARTE.

    SERVONO VERE PRIVATIZZAZIONI ED UNO STATO EFFICIENTE CHE GARANTISCA IL RISPETTO DELLE LEGGI, DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI E DELLE REGOLE DEL LIBERO MERCATO.

    Ribadisci male,non è come pensi, a Bologna IL PARCHEGGIO costa anche 10 euro l’ora, a palermo come negli altri scali hai 15 min. di sosta, informatevi prima di parlare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *