Ha abusato per anni della nipote |Arrestato 48enne a Catania - Live Sicilia

Ha abusato per anni della nipote |Arrestato 48enne a Catania

Una relazione incestuosa fatta di percosse, sevizie e violenze venuta alla luce quando la ragazza, ora 18enne, ha trovato il coraggio di recarsi in pronto soccorso per farsi medicare un occhio nero e una frattura al naso

CESENA
di
2 Commenti Condividi

CATANIA – Arrestato per violenza sessuale un 48enne siciliano domiciliato a Cesena che per anni aveva abusato sessualmente della nipotina. Una storia durata sei anni, iniziata quando la ragazza era appena dodicenne. Una relazione incestuosa fatta di percosse, sevizie e violenze venuta alla luce quando la ragazza, ora 18enne, ha trovato il coraggio di recarsi in pronto soccorso per farsi medicare un occhio nero e una frattura al naso. E’ dalla denuncia scattata d’ufficio, su segnalazione dei sanitari del pronto soccorso dell’ospedale Bufalini di Cesena, che la squadra mobile della questura di Rimini si è messa sulle tracce dello “zio orco”, fino all’arresto avvenuto a Catania, dove l’uomo si era rifugiato sapendo di essere indagato. E’ finito così in carcere, su ordine del gip del Tribunale di Rimini, per violenza sessuale su minore, 48 anni.

La nipote, che vive a Rimini, già quando aveva 16 anni aveva tentato di troncare la ‘relazione’ con lo zio senza mai riuscirci. Fino a quando lo scorso 31 gennaio, oramai maggiorenne la ragazza ha trovato il coraggio di respingere l’uomo perché innamorata di un coetaneo. Il 48enne le ha però teso un agguato in strada, l’ha aggredita colpendola con schiaffi e pugni rompendole il naso. Poi l’ha raggiunta a casa, l’ha malmenata e l’ha costretta a confessare il nome del fidanzatino. Quando la ragazza è arrivata in ospedale a Cesena con una frattura ossea nasale, ecchimosi palpebrale e abrasione corneale è scattata la denuncia.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Maledetto figlio di buona madre, meriterebbe il carcere a vita (come minimo)! Che essere immondo.

    Queste notizie ti fanno venire in mente che a questa gente dovrebbero essere inflitte pene esemplari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *