Il crocifisso in ospedale | E scoppia la polemica - Live Sicilia

Il crocifisso in ospedale | E scoppia la polemica

foto generica

Ecco che cosa è successo.

Botta e risposta
di
5 Commenti Condividi

Un crocifisso in ogni stanza dell’ospedale di Chivasso (Torino). E’ questa la decisione dell’Asl To4 che ha subito sollevato un vespaio di polemiche. “Un meccanismo penoso”, commenta Marco Grimaldi di Leu. Silvio Viale dei Radicali, attacca: “C’è sempre qualcuno più salviniano di Salvini. Il messaggio è chiaro: in questo ospedale non ti resta che affidarti a Cristo”. Ma l‘Asl difende la decisione: “I crocifissi c’erano anche prima, ma dopo i lavori di manutenzione alcuni si sono rotti e abbiamo pensato di sostituirli”. 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    se disturbano qualche immigrato clandestino e’libero di andarsi a curare nel suo paese

    Disturbano chi ricorda che un ospedale è una struttura laica, non confessionale, e non vuole che il suo Paese faccia la fine dei paesi musulmani dove la religione regola la qualunque.

    Io mi considero un ateo convinto, ma mai mi hanno dato fastidio i crocifissi esibiti nelle aule scolastiche, negli uffici pubblici e, di conseguenza, nelle sale ospedaliere. Se ciò accade mi viene da pensare che qualcosa di strano viene nella mente di qualcuno e non riesco a capirne il proposito.

    IO NON LI LEVEREI MANCO SE MI DOVESSEREO ARRESTARE

    La Costituzione non fa distinzioni di regligioni, Non c’è una religione di Stato. Pertanto, nei luoghi pubblici, hanno lo stesso diritto crocifissi, Croce di Davide e la Mezza Luna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *