Il ritorno della "mafia rurale" |I familiari del boss alla sbarra - Live Sicilia

Il ritorno della “mafia rurale” |I familiari del boss alla sbarra

L'udienza preliminare è stata rinviata a Marzo. Il Gup dovrà decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio per Tina Balsamo, moglie del capomafia Orazio Privitera, dei fratelli del boss e dei componenti del presunto gruppo criminale svelato dalla Dia. I familiari del "padrino" dei Cappello al 41bis stanno affrontando il processo a piede libero.

Clan Cappello
di
0 Commenti Condividi

CATANIA – Nessuna richiesta di abbreviato e due istanze di patteggiamento. Questo l’esito dell’udienza prelimare del processo scaturito dall’inchiesta Prato Verde che aveva scoperchiato una presunta organizzazione criminale retta dai familiari del boss Orazio Privitera, la moglie e il fratelli, che avrebbero avuto il dominio mafioso sulla piana di Catania con ramificazioni a Librino e nel quartiere Pigno. Sono 22 le richieste di rinvio a giudizio su cui dovra decidere il Gup. Le accuse formulate dai pm, dopo la requisitoria, sono a vario titolo di associazione mafiosa, estorsioni, droga e truffa all’Unione Europea. Secondo gli inquirenti Tina (così è conosciuta tra gli affiliati dei Carateddi) avrebbe preso il posto del marito, il boss Orazio Privitera arrestato nel 2010, nella gestione di un gruppo mafioso che avrebbe controllato gli affari illeciti della Piana. I familiari del capomafia dei Cappello stanno affrontando il processo a piede libero: Agata Balsamo, Giuseppe Privitera, Giuseppe Buda, Franco Marino e Giovanni Privitera sono tornati liberi quasi un anno fa. Il Tribunale del Riesame a gennaio 2015 aveva annullato l’ordinanza in carcere dopo che la Corte di Cassazione – su istanza dei difensori Maurizio Abbascià, Lina Biancoviso, Cosimo e Marco Santonocito – aveva rinviato ad un nuovo esame. L’udienza preliminare è stata rinviata al 4 marzo per le repliche della Procura e la decisione del giudice.

I NOMI DEGLI IMPUTATI. Agata “Tina” Balsamo, 48 anni, Giuseppe Privitera, 44 anni, Giovanni Privitera, 35 anni, Giacomo Cosenza, detto “Alfonso”, 52 anni, Domenico Botta, “Tirrimotu”, 36 anni, Giuseppe Buda, 38 anni, Orazio Buda, 42 anni, Antonio Caruso, “Antonello”, 44 anni
, Alfio Cosenza, detto Turi, 71 anni, Giuseppe Cosenza, detto Pinocchio, 36 anni, Orazio Cosenza, 50 anni, Franco Marino, 42 anni, Salvatore Marino, 46 anni, Francesco Pasqua, 56 anni, Natala Sulfaro, 67 anni, Angelo Vasta, 34 anni, Alfio Vecchio, 43 anni, Salvatore Cicero, 39 anni, Anthony Di Pietro, 34 anni, Michele Viscuso, 44 anni, Emiliano Antonio Di Mauro, 38 anni, Francesco Tosto, 37 anni.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *