"Io, primario, vi avverto: | Più sicuri nel Sahara" - Live Sicilia

“Io, primario, vi avverto: | Più sicuri nel Sahara”

Allarme all'ospedale dei bambini
di
19 Commenti Condividi

“I bambini ricoverati negli accampamenti medici nel deserto del Sahara ricevono migliore assistenza sanitaria perché hanno spazi più ampi e medici che si dedicano con più serenità a loro”. Lo ha detto Giuseppe Iacono, primario di Gastroenterologia dell’ospedale dei bambini Di Cristina di Palermo intervenendo all’incontro con i sindacati della Cisl e della Uil che si è svolto nell’aula multimediale dell’ospedale Civico di Palermo. “Lavoro all’ospedale dei Bambini da circa 40 anni – ha aggiunto – e non c’é mai stato un solo anno in cui il pronto soccorso non sia stato preso d’assalto e sul punto del collasso con decine di bambini ricoverati nei corridoi”.

La nostra è l’unica pediatria con l’unità di rianimazione della Sicilia occidentale – ha aggiunto – con un bacino di utenza di circa 3 milioni di persone e ogni anno nei periodi di pandemie influenzali ci troviamo a fare fronte a vere e proprie emergenze”. “Al contrario di quello che accade da noi – ha aggiunto -: costretti a correre facendo slalom tra le barelle nei corridoi con il rischio di tirarci dietro inavvertitamente flebo, mascherine per l’ossigeno e lettini”. “Non si può lavorare così – ha precisato Giovanni Farro, medico del pronto soccorso del Civico – Quando ci diamo il cambio con i colleghi a fine turno, ci vergogniamo per i pazienti e per l’impossibilità a dare il massimo”. Per Farro “é mortificante quando vediamo che un paziente con una frattura, magari ad una gamba, debba spostarsi da solo da un reparto all’altro per fare le lastre. O quando con un pizzico di speranza annunciamo al fortunato di turno che forse avrà una barella”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

19 Commenti Condividi

Commenti

    Dai, è migliorata la sanità adesso, tutto funziona a dovere !!!!!

    Merito di Russo se oggi si parla di questi problemi: sino a ieri sanità voleva dire deficit oggi si arriva addirittura a parlare dei pazienti e delle difficoltà che questi devono subire.
    Speriamo che col tempo ed il lavoro duro, tra un paio d’anni ( lo ha detto l’assessore), si possa parlare della sanità siciliana come una sanità d’eccellenza!!!

    ribadisco che russo deve fare il tecnico e non il politico!!!!parla troppo e da 3 anni dalla sua gestione pare che non sia cambiato nulla,le liste d attesa sono sempre le stesse i pronto soccorsi sono sempre intasati,i reparti sono al collasso,le sale operatorie rimangono chiuse o per mancanza di chirurghi o perche’ non a norma, i medici e il personale paramedico sono tutti scontenti,la gente continua a morire lo so e’ triste ma il miglior medico rimane l alitalia.

    Ma questi medici perchè non vanno da Russo a dargli consigli su come migliorare in base alle necessità? Che bisogno c’è di fare uscire tali notizie? Per migliorare di certo sarebbe più profiquo collaborare,ma forse non è questo l’obiettivo. Russo ha già fatto dimettere il direttore perchè qualcosa non funzionava, ognunodeve fare il proprio mestiere con professionalità e lo scambio di idee e le proposte servono a crescere.

    @ è ora di finirla
    Mi piace questa che il miglior medico rimane l’Alitalia, peccato, senza polemica, che non tutti possano permetterselo.
    Ci sono passata. Per fortuna potevamo fare affidamento su uno stipendio altrimenti come fai a campare mesi e mesi fuori casa?

    Quindi Russo da 40 anni non è riuscito a migliorare la sanità. Ma se non c’è neanche da 3 anni?! Qualcosa non quadra. Questi medici perchè non gli dicono cosa sideve fare? Io Russo lo vorrei anche come medico ma sono sicuro che ce ne sono tanti che la pensano come lui e si adoperano per il miglioramento.

    è ora di finirla sul serio, dobbiamo smetterla di lamentarci sempre di tutto. Neanche con la bacchetta magica si sarebbe potuto passare, in tre anni, dallo sfacelo trovato all’efficenza del servizio e all’efficacia dell’azione amministrativa. Diamo il tempo e la fiducia necessarie a chi fa politica con spirito di servizio e con obiettivi chiari di breve, medio e lungo termine.

    Dopo 40 anni questi problemi gravi vengono fuori soltanto ora che c’è Russo. Come mai? E’ la prova che il sistema è marcio da tempo e bisogna dare fiducia a chi si batte per cambiarlo in meglio!

    Ma il dottor Iacono lo ha detto a Russo che ““I bambini ricoverati negli accampamenti medici nel deserto del Sahara ricevono migliore assistenza sanitaria perché hanno spazi più ampi e medici che si dedicano con più serenità a loro”? Forse Russo odia i bambini e non vuole che si curino bene? Ma finiamola con questi scoop del piffero

    Complimenti….. finalmente abbiamo anche noi una sanità come quella lombarda……….grazie assessore..!!!!!!

    Non capisco perchè bisogna inveire contro l’Assessore alla Sanità RUSSO Dopo 4o anni di gravi problemi nella sanità siciliana, RUSSO in soli tre anni sta facendo di tutto per cambiarla in meglio. Diamoci più fiducia.

    Oibaf,
    hai letto che questa situazione esiste da 40 anni?
    Sta’ tranquillo che Russo sistemerà anche questo problema finalmente, perchè lui è diverso da quei cialtroni e ladri che si sono arricchiti lasciando i nostri ospedali a rotoli. Chi vuole fermare la sua azione non ci riuscirà con questi attacchi ridicoli e “fuori tempo”.

    Ma quando Iacono ,che risulta essere così sensibile a dei problemi obiettivi, ma assai antichi,si incontrava con Nascè di cosa parlavano di organizzazione sanitaria o di Asini,materia di cui si intendono entrambi.
    O in forma scientifi dobbiamo dare la colpa a Russo che in meno di due anni sta facendo una Rivoluzione, si una rivoluzione che porterà alla normalità “gentili cassandre”???????????????????????????

    La verità è che la maggior parte dei primari lo è diventata solo per raccomandazione e non per merito e i risultati si vedono. Anzi preciso prima si sono fatti raccomandare per diventare medici poi per vincere i concorsi e poi per fare i primari.

    Aggiungo ,la responsabilità non si puo’ dare assolutamente a Russo che ha trovato decenni di malcostume. Spero che lavori veramente senza guardare nessuno in faccia per tentare di sanare una situazione ormai compromessa e specialmente mi auguro che chi ha contribuito a creare questa realtà catastrofica paghi una volta per tutte.

    Ora stiamo diventando ridicoli con tutte queste notizie improvvise sula sanità che va allo sfascio. Appare evidente l’attacco politico ma la causa resta la nomina di un soggetto senza titoli vicino a Miccichè e la giusta conseguente impugnazione della nomina da parte di una persona vicina a Russo. Cosa bisognava fare di diverso?? Per qualcuno forse stare zitti e continuare nell’illegalità….

    la colpa di questo sistema sbagliato è del cittadino che non denuncia mai, ma subisce tutte le ingistizie da sempre ,denunciare, denunciare.

    Già, denunciamo e segnaliamo, a chi?

    ALLA PROCURA DI CATANIA E ALL’ASSESSORE RUSSO???

    sic!

    ASSESSORE RUSSO….SEI VENUTO A MESSINA UN’ANNO FA…..ALLA DOMANDA SULLA RIABILITAZIONE MESSINA E PROVINCIA HAI RISPOSTO CHE AVRESTI PRESO PROVVEDIMENTI
    E COME????? SONO UN OPERATORE DELLA RIABILITAZIONE DA 7 MESI IN CASSA INTEGRAZIONE, NONOSTANTE LE LISTE D’ATTESA!!!!!!! VUOI RISPARMIARE COSI???? PROVA A STARE TU IN CASSA INTEGRAZIONE CON UNA FAMIGLIA A CARICO E CON UNA LAUREA COSTATA TANTI SACRIFICI…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *