Ipab, i Marines al lavoro |per ripulire la struttura - Live Sicilia

Ipab, i Marines al lavoro |per ripulire la struttura

I Marines americani del gruppo SP-MAGTF-13, impiegati nelle operazioni sul fronte del Mediterraneo, hanno imbracciato scope e pennelli e hanno pulito e ridipinto i locali dell'Istituto Monsignor Ventimiglia di Catania.

l'iniziativa solidale
di
3 Commenti Condividi

CATANIA – Un modo per fare sentire la vicinanza al territorio che li ospita, restituendo qualcosa. I Marines americani del gruppo SP-MAGTF-13, impiegati nelle operazioni sul fronte del Mediterraneo, hanno imbracciato scope e pennelli e hanno pulito e ridipinto i locali dell’Istituto Monsignor Ventimiglia di Catania, storica struttura di piazza Bovio. Un modo per contribuire in maniera del tutto incondizionata a migliorare il luogo in cui passano il proprio tempo gli anziani ospiti della casa di riposo, accolto dal presidente della storica struttura dedicata al sociale, Federico Aquilotti, che ha evidenziato come l’iniziativa dei Marines abbia colmato parte del vuoto lasciato dalle istituzioni.

“Dovevano venire gli americani per avere un sostegno per migliorare questo posto – ha affermato Aquilotti. Noi – ha proseguito – abbiamo più volte sollecitato la Regione a contribuire concretamente in sostegno del lavoro che svolgiamo qui dentro a favore del territorio, ma non abbiamo ancora avuto alcuna risposta. Fortunatamente – ha continuato Aquilotti – i Marines si sono messi a disposizione e, grazie alla loro solidarietà, i nostri ospiti potranno godere di un refettorio e di una zona relax completamente rimesse a nuovo”.

Un lavoro impegnativo che i militari statunitensi hanno portato avanti con velocità e impegno, all’Ipab Ventimiglia come nelle altre attività realizzate in favore dei più svantaggiati. “L’iniziativa si inquadra nel progetto Community Relations – ha spiegato Alberto Lunetta, responsabile delle relazioni esterne della base di Sigonella – che vede impegnati i volontari militari americani in manifestazioni a servizio della comunità”.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    Ribadisco il concetto espresso in precedenza. Se non fossi malizioso per natura sarei davvero eufurico. Perchè questa “operazione simpatia” è davvero entusiasmante. Intendiamoci, anche le altre non sono state da meno.
    Mi permetto però di dare un consiglio ai marines, e ai superiori. A noi catanesi non servono né pulizieri, né tantomeno ristrutturatori di interni. Più in generale non necessitiamo di queste parafulminate (sebbene il termine appropriato sia un altro).
    Se proprio volete spendervi per la cittadinanza ho un ottima idea per voi: andate a Niscemi a smantellare il Muos! Perchè non ha senso ripulire le strade e ristrutturare interni, quando poi concorrete con quel maledetto ripetitore a seminare morte tramite leucemie ed altre patologie.

    e il pannolone ???
    lo hanno cambiato il pannolone ???
    tra poco vedremo i marines che aiutano le vecchiette ad attraversare la strada ed accompagnare i bambini al parco giochi…
    che sta succedendo ???
    semplice una lisciata carina alla ipocrisia locale…
    stanno provando a rendersi simpatici ai catanesi…
    dalle parti di niscemi si stanno preparando a riprendere i lavori al muos…
    elementare no ????

    che schifo, mi vergogno di essere siciliano, non funziona proprio niente qui…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *