"La sanatoria è uno strappo | alla Cetto Laqualunque" - Live Sicilia

“La sanatoria è uno strappo | alla Cetto Laqualunque”

Durissimo Ivan Lo Bello
di
11 Commenti Condividi

“Considero grave che, di fronte al disastro sociale e alla grande difficoltà per l’economia della regione, durante il quale ci si dovrebbe impegnare a studiare e mettere in campo provvedimenti per la crescita del sistema produttivo, si impiega invece tempo prezioso per sanare abusi, spacciandoli sotto la veste di un cosiddetto riordino del territorio”. Lo dice Ivan Lo Bello, presidente di Confindustria Sicilia, commentando il ddl sui piani di recupero delle fasce costiere. “Non ci si rende conto – aggiunge – che questo provvedimento, se venisse approvato, provocherebbe un danno di immagine nazionale e internazionale per la Sicilia, che verrebbe letta secondo il solito cliché di una terra senza speranza, non in grado di cogliere il valore ambientale, oltre che economico, delle proprie risorse naturali”. “Il contenuto del ddl – conclude – è uno strappo fortissimo alla legalità, concepito da novelli ‘Cetto Laqualunque’, che incoraggiano, secondo vecchie logiche distorte, l’abusivismo più sfrenato”


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

11 Commenti Condividi

Commenti

    Condivido a pieno questa affermazione. Ci troviamo di fronte ad un caso di parallelismo con la linea politicanazionale. Mentre il paese vive momenti difficili e tutto sulla pelle della gente (chi è ricco continua sempre ad esserlo….intanto diventa povero anche chi pensava di non arrivare a questo punto..). La classe politica italiana e siciliana. Non parlo dei singoli personaggi, ormai ben noti al grande pubblico per la loro gestione improntata a principi personali di tornaconto. Parlo e condanno coloro che si fanno promotori di questo insulso modo di concepire l’amministrazione della Cosa Pubblica ed operano per conto del loro “capo”. Chi, in questo momento vede quale priorità nella amministrazione del territorio , una legge bavaglio e una legge sanatoria, non è degno di occupare il posto che indegnamente occupa. Lo stesso Bossi si è resoconto di quanto delegittimato sia questo governo nazionale,per quanto , e già da tempo, lo sia quello regionale,grazie alle manovre di oscuri soggetti, senza dubbio i peggiori, appoggiati da un partito che ha messo a nudo la sua vera faccia e quella di alcuni suoi “illustri rappresentanti” maschi e …anche femmine..

    La Sicilia ERA bella. Parole di un turista tedesco tornato in Sicilia dopo 40 anni.Ma si, massacriamo anche quel poco che si è salvato. Ho un’unica soddisfazione: questi signori, proprietari di ville abusive, il bagno non lo fanno più a mare ma in una fogna.

    Caro Lo Bello,
    se Lei pensa verametne quello che ha scritto, allora cosa aspetta a ritirare (facendolo dimettere, ovviamente!) l’assessore Marco Venturi?
    O è solo un gioco delle parti per (continuare a!) prendere in giro noi siciliani?

    Il bello addormentato si è svegliato allora cosa aspetta a fare dimettere il suo scendiletto.

    Non si dimette,perchè Lumia non vuole,e confindustria in sicilia non conta nulla, l’unica cosa che cerca sono poltrone. quante volte ho chiesto di sapere di che cosa si occupa lo bello, cosa produce, ma anche per incoraggiare il made in sicily, ma non è dato sapere, tranne i danni come la svendita del banco di sicilia.

    tutte chiacchere…solo chiacchere.CONFINDUSTRIA SICILIA E’DENTRO IL GOVERNO REGIONALE DI LOMBARDO & COMPANY.CARO LO BELLO, I VENTURI E MONTANTE SONO BELLE STATUINE O SONO COMPLICI DI QUESTA BANDA FILOGOVERNATIVA REGIONALE? CI DIA UNA RISPOSTA…E RICONSIDERI LA POSIZIONE DI CONFINDUSTRIA…GRAZIE

    Smettiamola di essere ipocriti! Se il sistema non riesce a far rispettare le leggi, se non riesce a controllare il territorio, cosi’ come l’evasione fiscale, se non riesce ad abbattere neanche un metro cubo di abusi, allora meglio una sanatoria piu’ o meno mascherata che prenda atto della realta’ e porti moneta alle esangui casse pubbliche. La sanatoria passera’ con ampia maggioranza segreta.

    Io chiederei un parere ad un professionista, prima di interloquire. All’avv.AGNELLO, per esempio, socio di messina sviluppo…….
    Ah, la verginità, duole quando si perde ed ancora di più quando cercano di metterci un budello d’animale ……….ma non siamo più nell’ottocento!!!! la verginità non è necessariamente un valore…………arcore docet, risparmiatemi di assistere ai tentativi di ricostruzione chirurgico- mediatica dell’imene……… non sopporto la vista del sangue……anche degli animali!!!

    DOTT. LO BELLO, CHE NE PENSA DEL RISANAMENTO AMBIENTALE DELLE AREE INDUSTRIALI DI PRIOLO, MELILLI, MILAZZO, GELA, ETC. ETC.

    PIUTTOSTO DI POLEMIZZARE INUTILMENTE CON QUESTO O QUELLO, CERCHIAMO DI ESSERE PROPOSITIVI.
    A VOI TUTTI GRANDI ESTIMATORI DI LIVE SICILIA CHIEDO: QUALI SONO LE PRIORITA’ DEL MEZZOGIORNO D’ITALIA E IN PARTICOLAR MODO DELLA NOSTRA AMATA SICILIA?
    PER QUANTO MI RIGUARDA ON.LOMBARDO ED EMINENZE GRIGGIE, PROVERO’ A DARE VITA AL DECALOGO CHE DI SEGUITO SI RIPORTA:
    1) PEREQUAZIONE INFRASTRUTTURALE CON LE REGIONE DEL NORD;
    2) IMPOSTE E TASSE PER LE IMPRESE CHE INVESTONO NELLE AEREE OBIETTIVO 1 AL 10%
    PER I PRIMI CINQUE ANNI, AL 15% PER I SUCCESSIVI 5;
    3) IVA AL 4%, AL 7%, AL 10%, PER TUTTI I BENI CONCERNENTI IL NON LUSSO, AL 40%
    PER TUTTI I BENI DI LUSSO;
    4) AGGANCIO DEGLI STIPENDI (ED EMOLUMENTI VARI) DELLA DEPUTAZIONE REGIONALE,
    DEI MAGISTRATI, DEI DIRIGENTI REGIONALI, ETC. ETC., ALL’ATTUALE PENSIONE
    SOCIALE OVVERO: 8 VOLTE 400, UGUALE AD EURO 3200;
    5) ABBATTIMENTO DEL 50% PER QUANTO CONCERNE IL PREZZO DEI PRODOTTI ALIMENTARI
    DI PRIMA NECESSITA’ COME ANCHE DELL’ABBIGLIAMENTO;
    6) COSTO DEL DANARO PER CHI CHIEDE SOLDI IN BANCA AL TASSO FISSO DEL 3,5%;
    7) ABBATTIMENTO COSTI DEL 50% PER QUANTO CONCERNE L’OFFERTA TURISTICA;
    8) TASSAZIONE FISSA SULLE PLUSVALENZE FINANZIARIE AL 30%;
    9) RIDUZIONE DEL 50% ACCISE SUI CARBURANTI (REGIONE SICILIA);
    10)SANZIONI PENALI CONCRETE PER QUANTO CONCERNE LA CORRUZIONE, IL PECULATO, LA
    CONCUSSIONE, L’ABUSO IN ATTI D’UFFICO, L’EVASIONE FISCALE, DOPO NATURALMENTE
    AVER REALIZZATO I PRECEDENTI PUNTI, ETC. ETC.FORTI.
    GLI AMICI DI LIVE SICILIA SONO INVITATI NON SOLO A INTEGRARE E PERFEZIONARE I PUNTI DI CHE TRATTASI MA, SE LO RITENGONO OPPORTUNO, ANCHE A CONTINUARLO.
    CORDIALI SALUTI.
    P.S.: INDIRIZZATO ALLE ISTITUZIONI DI GOVERNO REGIONALE, NAZIONALE, EUROPEO.

    Egregio augustus platone il suo bel catalogo dei desideri è condivisibile e credo, a parole, anche per la maggior parte dei siciliani, PERO’, nei fatti poi.. l’animo bastardo, il bisogno, l’ignoranza, la pseudo furbizia, la ricerca del privilegio e tanti lati non molto edificanti del nostro carattere.. ed ecco i soliti dinosauri a pascolare ottusi, ad elargire caramelle, privilegi a chi gli prepara il pascolo, a favorire i potenti che chissà perchè non vogliono mai il bene della sicilia. Non sono un fatalista e disfattista ma fino a quando questi dinosauri spadroneggeranno ho paura che il desiderio rimarrà desiderio.

    potreste inoltrare questa breve domanda al Dott. Lo Bello?
    “Caro Lo Bello,
    se Lei pensa verametne quello che ha scritto, allora cosa aspetta a ritirare (facendolo dimettere, ovviamente!) l’assessore Marco Venturi?
    O è solo un gioco delle parti per (continuare a!) prendere in giro noi siciliani?”
    Visto che non c’è stata una sua replica su nulla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *