La Triestina fa paura, Luperini scaccia i fantasmi - Live Sicilia

La Triestina fa paura, Luperini scaccia i fantasmi

I rosanero approdando al secondo turno nazionale. Domani si conoscerà l'avversaria
CALCIO - SERIE C
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Il Palermo continua a sognare. Dopo la vittoria per 2-1 in casa della Triestina pareggia per 1-1 tra le mura del Barbera ed approda al secondo turno nazionale. L’avversario si conoscerà solo nella giornata di domani quando ci sarà il sorteggio, ma c’è già una certezza; i rosanero giocheranno il match di ritorno in casa essendo testata di serie.

Baldini ha confermato nove undicesimi della squadra che ha vinto domenica a Trieste, cambiando solamente i terzini, con in campo Buttaro e Crivello per Accardi e Giron. Per il resto tra i pali confermato Massolo, in avanti il trio Floriano-Luperini-Valente a supporto del capocannoniere Brunori.

PRIMO TEMPO:

Il primo pallone della sfida è gestito dai padroni di casa. Subito una partenza aggressiva della squadra guidata da mister Bucchi, che al termina della stagione regolare si è classificata al quinto posto nel girone A. Clamorosa occasione per il Palermo al 4′. La Triestina sbaglia l’uscita e perde palla, Brunori calcia Offredi in qualche modo la devia facendola arrivare a Valente che viene disturbato e manda fuori. Primo cartellino giallo del match al minuto 12′, Volta ferma in maniera irregolare, sul lato corto dell’area, Floriano e per l’arbitro non ci sono dubbi e fischia calcio di punizione che Dall’Oglio spreca colpendo la barriera.

Altro cartellino giallo, sempre per gli ospiti. Capitan Crimi per fermare Luperini che si stava involando sulla fascia gli tira la maglia e riceve il giallo. Un match un po’ bloccato in questi primi 15′ di gioco, con gli Albardati che cercano di rendersi pericolosi e il Palermo li lascia un po’ fare.

Rigore per gli ospiti al minuto 19′. Marconi perde la marcatura su De Luca che lo anticipa, il difensore mette il piede buttandolo giù, nel parapiglia De Rose spinge un avversario e riceve il giallo. Un po’ di tensione tra le due squadre e il signor Giordano, prima di far calciare il rigore, deve richiamare i capitani per riportare la calma.

Massolo super para il calcio di rigore calciato da Procaccio. L’estremo difensore si tuffa alla sua sinistra e intuisce l’angolo scelto dal calciatore avversario, conquistando anche la rimessa dal fondo. Al 31′ ancora decisivo Massolo su un calcio di punizione per i biancorossi. La sfera attraversa tutta l’area, l’ex Virtus Entella con grandi riflessi respinge allontanando il pericolo.

La Triestina prova a spingere per cercare in tutti i modi il gol che rimetterebbe tutto in gioco, i padroni di casa, però, non ci stanno e lottano su tutti i palloni perché conoscono l’importanza della sfida. Il pubblico di casa continua a farsi sentire e in questi primi 45′ di gioco non ha fatto mancare per un secondo il proprio apporto alla squadra.

Dopo 1′ di recupero la prima frazione di gara finisce con il risultato di 0-0.

SECONDO TEMPO

La sfida riprende con gli stessi ventidue che hanno finito la prima frazione del match. Pronti via Valente prova una delle sue sgasate sulla fascia destra, l’esterno rosanero dopo aver corso più di 50 metri palla al piede viene fermato nella metà campo avversaria. Grande occasione al 5′ del secondo tempo, Brunori riesce a smarcarsi e calciare vero la porta di Offredi, ma trova un muro davanti. 1′ è pericolosa la Triestina, palla crossata al centro dell’area dove arrivano Buttaro e Lancini che danno fastidio all’attaccante avversario che manda fuori.

Lancio di oggetti in campo dalla Curva Sud, con l’arbitro costretto a fermare il match. Gli steward devono mettersi a protezione del cancello che porta in campo per fermare l’invasione. Non è una bella scena quella che alla quale si è assistito per qualche minuto al ‘Renzo Barbera’.

Doppio cambio tra gli ospiti, Bucchi richiama in panchina De Luca e Giorico per Trotta e Ala-Myllymaki al minuto 61′. Triestina in gol ma annullato per fuorigioco, con il Barbera che tira un sospiro di sollievo.

Al 20′ della ripersa i rosanero pericolosi con Brunori, il numero 9 rosanero fa partire un tiro potentissimo verso i pali di Offredi ma è poco preciso e sfiora i pali. Valente prova a spingere sull’out destro, il calciatore rosanero calcia con il sinistro e trova una deviazione in angolo.

Ospiti in vantaggio al 78′ con Litteri. L’attaccante entrato da pochi minuti in campo salta più in alto di tutti su in calcio d’angolo a favore e spizza di testa, insaccando alle spalle di Massolo. Prova a reagire la squadra di casa e a trascinarla è il capocannoniere Brunori che riceve la sfera e arriva in area saltando due avversari ma si fa dire di no da Offredi. Baldini prova a dare nuova inerzia alla squadra e decide di mandare in campo Soleri al posto di Floriano, che nel secondo tempo ha fatto poco.

Altre scintille in campo. Litteri colpisce De Rose a palla lontana. Il capitano rosanero resta giù e per l’attaccante triestino c’è il giallo. Intanto Bucchi è costretto a richiamare in panchina Sarno che accusa un problema fisico e deve uscire dopo poco meno di 10′ di gioco. Saranno 6 i minuti di recupero decretati dall’arbitro.

La squadra di Bucchi va tutta all’arrembaggio alla ricerca del gol che li qualificherebbe; i padroni di casa si stanno difendendo con le unghie e con i denti.

Palermo con in gol con Luperini al 95′. Rimessa laterale all’altezza della panchina rosanero, la palla arriva tra i piedi di Soleri bravo a spostarla con l’esterno e arrivare in area dove calcia, la sfera ribatte e arriva tra i piedi di Luperini che non ci pensa due volte e fa partire una botta tremenda verso la porta di Offredi pareggiando i conti.

Finisce così, i rosanero approdando al secondo turno nazionale e continuano a sognare la promozione in Serie B.

PALERMO: 12 Massolo; 25 Buttaro, 79 Lancini, 15 Marconi, 6 Crivello; 20 De Rose (cap.), 11 Dall’Oglio; 30 Valente, 17 Luperini, 7 Floriano (dall’83’ Soleri); 9 Brunori. A disposizione: 1 Pelagotti, 3 Giron, 4 Accardi, 10 Silipo, 16 Somma, 19 Odjer, 21 Damiani, 23 Fella, 33 Perrotta, 75 Felici, 77 Doda. Allenatore: Baldini.

TRIESTINA: 1 Offredi, 5 Rapisarda, 7 De Luca (dal 61′ Trotta), 14 Volta, 15 Ligi, 18 Crimi (cap.), 20 Procaccio (dal 73′ Sarno dall’85 Giorno), 24 Giorico (dal 61′ Ala-Myllymak), 27 Calvano, 47 St Clair (dal 73′ Litteri), 52 Galazzi. A disposizione: 22 Martinez, 6 Lopez, 25 Baldi, 28 Giorno, 30 Esposito, 33 Iacovoni. Allenatore: Bucchi.

Arbitro: Giordano (Novara); Assistenti: Pompei Poentini (Pesaro) – Lencioni (Lucca). Quarto Ufficiale: Pascarella (Nocera Inferiore).

NOTE: Ammonito Volta, Crimi, Ligi, Calvano, Litteri (T), De Rose, Brunori, Lancini (P)

MARCATORI: Litteri 78′, Luperini 95′


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.