L'alluvione tormenta Palermo: 'montagne russe' in viale Michelangelo

L’onda lunga dell’alluvione|Disagi in viale Michelangelo VD

La segnalazione: a distanza di oltre un mese sono ancora evidenti le ferite che la bomba d'acqua ha inferto alla città
PALERMO
di
2 Commenti Condividi

PALERMO – Ormai è trascorso oltre un mese dall’alluvione del 15 luglio scorso, ma Palermo ne mostra ancora i segni. Come in viale Michelangelo, superato di qualche metro il centro sportivo Green Prater procedendo verso viale Lazio, dove la bomba d’acqua ha ridotto in pezzi un lungo tratto di marciapiede.

Lo segnala una residente della zona, Martina Botta, denunciando come l’attraversamento del tratto sia pericoloso per chiunque e in particolare per anziani e bambini, ma anche del tutto impossibile nel caso di persone con disabilità motorie. Il tutto è contornato, come spesso accade in città, da vari rifiuti disseminati lungo il cammino. Ecco come si presenta il marciapiede di viale Michelangelo:

Dillo a Live Sicilia: raccontaci la città inviandoci le tue segnalazioni su Facebook, dai disagi causati dalla bomba d’acqua ai problemi legati ai rifiuti, dagli intoppi amministrativi alle più strane curiosità. Diventa parte del giornale dei siciliani che non stanno a guardare.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    “a quasi più di 75 anni , sono ancora evidenti
    le ferite , che le bombe hanno inferto alla città ”
    Mettetevi in coda , per la soluzione del vostro
    problema .

    Già, se proprio dovuto alle bombe che purtroppo non hanno centrato il vero bersaglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *