Misilmeri, ucciso pregiudicato |Era il nipote di un presunto boss - Live Sicilia

Misilmeri, ucciso pregiudicato |Era il nipote di un presunto boss

Mafia
di
0 Commenti Condividi

Pietro Lo Bianco, un pregiudicato di 26 anni, è stato ucciso questa sera in piazza Caduti di Nassiriya a Misilmeri, paese in provincia di Palermo. Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri. L’uomo è stato colpito da diversi colpi d’arma da fuoco: sarebbero stati due i killer a mettere in atto la feroce esecuzione, secondo le prime testimonianze. Lo Bianco è stato più volte colpito al torace. L’uomo è rimasto agonizzante per strada ed è stato soccorso subito dopo, ma è morto mentre veniva trasportato nell’ospedale Civico.

L’omicidio è avvenuto intorno alle 17,30 e diversi sarebbero i testimoni dell’accaduto. La vittima era in compagnia del fratello, che potrebbe essere rimasto ferito. Secondo i carabinieri, i due sicari erano a piedi e si sono avvicinati ai fratelli Lo Bianco, sparando. I killer sono poi fuggiti grazie all’aiuto di un terzo complice, che li attendeva in auto poco distante dalla piazza. La vittima, di professione fruttivendolo, aveva precedenti penali per detenzione illegale di armi. I carabinieri stanno accertando se il pregiudicato era legato a vecchi capimafia di Misilmeri e le indagini vertono sugli equilibri delle cosche in paese e nella provincia. Secondo le prime indiscrezioni, Lo Bianco era nipote di un presunto boss mafioso di Misilmeri, Francesco Lo Gelfo, arrestato negli anni scorsi nell’ambito del blitz antimafia ‘Grande mandamento’ che porto’ in carcere i fiancheggiatori del capomafia Bernardo Provenzano.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *