Maltempo: in Sicilia crolli, evacuazioni e allagamenti FOTO

Maltempo: in Sicilia crolli, evacuazioni e allagamenti FOTO

La situazione è critica in molti posti. i NOSTRI AGGIORNAMENTI.
ALLERTA METEO
di
1 Commenti Condividi

In tanta pioggia, possiamo cominciare, forse, con un filo agro di ironia: ‘Causa allagamento, mi trovo purtroppo impossibilitata a partecipare alla manifestazione contro gli allagamenti…’. Così qualcuno scrive sul gruppo ‘Insieme per Mondello’, dando la disdetta alla protesta che, con la grandine, non si è svolta e che era in programma per oggi. Un buonumore amaro. La borgata palermitana, come sempre, è allagata per il maltempo. Impossibile attraversarla. Oggi è il giorno dell’allerta gialla, con la Sicilia in ginocchio per la pioggia. Da Palermo, a Sciacca, a Burgio, stiamo raccontando una situazione abitualmente estrema. Sembra un ossimoro, ma non lo è. Ecco la cronaca dei fatti principali.

Crollano i ponti

Nel Trapanese è stata sfiorata la tragedia. Un ponte è crollato per via del maltempo. Un automobilista che se l’è vista brutta ha raccontato la sua disavventura ed è riuscito a fermare la sua macchina, prima di precipitare. Una frana ha provocato enormi disagi sulla strada provinciale a Piana degli Albanesi. Ma quasi ovunque la viabilità sembra critica. Uno smottamento ha minacciato un albero a Burgio. La struttura è stata evacuata per precauzione, poi gli ospiti sono rientrati.

La frana di Burgio

…E pure le case

Una vecchia abitazione disabitata, informa un lancio Ansa, è crollata la notte scorsa a Sciacca, in via Castello, in centro storico. Non ci sono stati feriti. Le macerie hanno occupato la strada, bloccando in un’altra casa due famiglie residenti in un edificio vicino. Ancora una volta, la sorte benigna ha fatto in modo che ci fosse soltanto un grande spavento e niente altro. Nel frattempo la pioggia continua a cadere e il vento soffia fortissimo.

Giù il lungomare a Marsala

E, a Marsala, l’erosione provocata dalle mareggiate ha causato il cedimento di un tratto del lungomare Boeo. “Pronto l’intervento della polizia municipale e dei vigili del fuoco – sottolinea una nota del Comune – che hanno provveduto alle necessarie verifiche del caso, lasciando poi ai tecnici comunali gli interventi di messa in sicurezza della sede stradale”.

Disagi a Palermo

Possono ma mancare i tradizionali allagamenti a Palermo?  Allagamenti in via Lanza di Scalea dove, a causa del livello dell’acqua, è stato impossibile passare. Allagamenti in via Einaudi, per le caditoie otturate. Già citati gli allagamenti a Mondello, con i tombini saltati in via Galatea, riversando ovunque acqua e residui di fogna. Problemi segnalati anche a piazza della Pace, nel quartiere di Borgo Vecchio, in via Messina Marine e nell’area di Acqua dei Corsari, come pure in viale Regione Siciliana. Nel pomeriggio, davanti alla questura, il vento ha provocato la caduta di una palma, non ci sono stati feriti. Ed è un quadro sintetico dei disagi.

Mondello allagata (dal gruppo Facebook Insieme per Mondello)

Il grido del sindaco

Ascoltiamo allora il grido del sindaco di Burgio, Franco Matinella: “Siamo in trincea. Non ne possiamo più di interventi tampone. Il governo nazionale e quello nazionale devono intervenire. Qui ci vanno di mezzo la sicurezza, l’agricoltura e il lavoro…”. Il solito (e inutile) grido di tutti, da Mondello a Sciacca.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    l’Italia dovrebbe investire nella mitigazione del clima, utilizzando tecniche all’avanguardia:
    per riscaldare il mare d’inverno (in modo da impedire il freddo) e per raffreddare il mare d’estate (in modo da impedire il caldo torrido);
    per orientare i venti da sud d’inverno (in modo da far riscaldare il tempo) e per orientare i venti da nordest d’estate (in modo da rinfrescare il tempo)
    per stimolare le piogge in tempo di siccità e per favorire il beltempo in periodo di eccesso di piogge come ora.
    per scacciare il freddo polare d’inverno e il caldo torrido d’estate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *