Mancosu stende il Latina: è 1-0 |Trapani secondo in classifica - Live Sicilia

Mancosu stende il Latina: è 1-0 |Trapani secondo in classifica

I granata dimenticano il ko di Varese e salgono al secondo posto in classifica. Decide un rigore del bomber al 60'. Nell'occasione del gol, espulso l'estremo ospite Di Gennaro.

calcio - serie b
di
5 Commenti Condividi

TRAPANI – Un grande Trapani strappa una vittoria contro un Latina che ha dimostrato di essere una squadra di qualità. I granata hanno giocato una partita di carattere schiacciando il Latina fin dai primi minuti. E’ più di altre la vittoria di Boscaglia che manda in campo la squadra che non ti aspetti. Lascia Marcone in panchina e lancia nella mischia Gomis. Torna Lo Bue sulla fascia. C’è Zampa al posto di Falco e Citro al centro dell’attacco perché il tecnico granata mischia le carte e mette il bomber Mancosu sulla fascia sinistra, con Nadarevic a destra a fare da stantuffo sulla fascia.

Aramu fa il trequartista ed il Trapani vola. Nei primi 20’ minuti può andare in gol con Citro, Aramu e Terlizzi che si ritrova la palla sul destro dentro l’area di rigore ma Di Gennaro si oppone da par suo. Il Latina arriva nell’area del Trapani soltanto al 21’ con un colpo di testa di Brosco e subito dopo con un altro colpo di testa di Sforzini. Ma il Trapani non molla mai. Non lascia spazio al Latina che è sempre più in affanno. Mister Beretta cerca di fare uscire i suoi ma i granata corrono su ogni pallone e vanno sempre la raddoppio. Al 31’ il Provinciale vuole il rigore per una spinta su Mancosu ma l’arbitro Minelli fa bene a lasciare correre. Il Trapani ancora con Citro e Nadarevic si fa pericoloso. Una squadra trasformata dopo il 5-2 di Varese. I granata non danno respiro agli avversari. Sanno di avere di fronte una delle squadre più forti del campionato di serie B. Si va negli spogliatoi con un pareggio che sta stretto al Trapani.

Stesso copione nel secondo tempo. Beretta prova a cambiare qualcosa lanciando nella mischia Milani al posto di Brosco e Petinari al posto di Sforzini, ma la gara non cambia per nulla. Il Trapani prova ad affondare il colpo ma senza scoprirsi e riesce a rimanere unito tra i reparti. Al 59’ la svolta della partita. Il Latina perde palla a centrocampo e la palla finisce tra i piedi di Mancosu che punta verso la porta senza pensarci neanche una volta entra in are e Di Gennaro non può fare altro che atterrarlo. Calcio di rigore. Va dal dischetto lo stesso Mancosu ed esplode il Provinciale. Quarta rete, terza su rigore ed il Trapani ottiene quel che meritava fin dal primo tempo. Il Latina non ci sta e comincia a premere per raggiungere il pareggio. I granata sentono la pressione dei laziali ed abbassano troppo il baricentro anche se il Latina non è mai particolarmente pericoloso. Il Latina rimane in dieci per l’espulsione del portiere e mette il secondo, Farelli, al posto di Angelo. Mister Boscaglia fa rifiatare Zampa e mette in campo Feola. Poi anche Abate per Citro e Falco per uno stanchissimo Mancosu, che ha anche preso una botta sulla coscia in un’altra involata verso la porta avversaria. Nella parte finale della gara sale in cattedra Gomis, grande personalità e qualche intervento da brivido ma quando c’era da mettere la mano, a pochi minuti dalla fine, l’ha fatto ed ha salvato il risultato su un colpo di testa di Esposito.

Il Trapani visto al Provinciale non aveva nulla a che fare con quello di Varese. E’ una sconfitta che è stata archiviata in fretta e nel migliore dei modi. Granata pienamente recuperati ed in grande forma. Ha tenuto il campo per 90’ senza mai rifiatare. Il Trapani casalingo non lascia margini di manovra agli avversari. Al fischio finale grande festa al Provinciale.

TABELLINO

TRAPANI-LATINA 1-0

TRAPANI: Gomis, Lo Bue, Martinelli, Terlizzi, Rizzato, Zampa (63′ Feola), Ciaramitaro, Aramu, Nadarevic, Citro (76′ Abate), Mancosu (86′ Falco). A disposizione: Marcone, Daì, Caldara, Pastore, Iunco, Lombardi. Allenatore: Boscaglia.

LATINA: Di Gennaro, Brosco (49′ Milani), Dellafiore, Esposito, Angelo (59′ Farelli), Crimi, Viviani, Valiani, Rossi, Paolucci, Sforzini (54′ Pettinari). A disposizione: Bruscagin, Cottafava, Bruno, Almici, Petagna, Mangni. Allenatore: Beretta.

ARBITRO: Daniele Minelli (Carbone-Bindoni)

RETI: 60′ rig. Mancosu

NOTE – Ammoniti: Ciaramitaro (T), Paolucci (L), Valiani (L), Milani (L), Rizzato (T), Feola (T) – Espulsi: Di Gennaro al 59′ (L)


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    ‘Panchina corta, campionato lungo!….anzi…lunghissimo!!!’ cit. di uno scemo qualsiasi che non sa che oggi hanno giocato 4 panchinari.
    Forza Grande Trapani!

    @pippo: controlla le convocazioni di Conte: Mancosu non c’è.

    In compenso, dalla sua nazionale, è stato convocato Gomis.
    E se permetti, caro il mio Arturo, anche queste “sò piccole soddisfazioni”

    Ciao Egiziano. Capisco la tua soddisfazione, ma a mettere Mancosu in nazionale non eri stato tu ( che di calcio ne capisci ) ma Faggiano. E qualcuno parla di ‘scemenze’ per la panchina corta. Tu che ne dici?

    Quelladi Faggiano è stata solo una battuta e come tale deve essere presa, l’ha fatta ridendo, ma i buoni cronisti l’hanno scritta come se fosse stata una asserzione, ma non lo era per niente!
    Per quanto riguarda la panchina, invece, per me è buona e possiamo disputare un campionato più o meno come quello dello scorso anno, ma se la panchina fa il suo dovere…..magari mettiamo 5/6 punti in più rispetto allo scorso anno. Per intanto, alla 7 giornata, ne abbiamo 4 in più dell’anno passato e non mi sembra poco.
    Ultima considerazione. Il nostro allenatore, dopo varese, si è “lamentato” dei 3/4 giovani in campo ma non ha tenuto conto che abbiamo perso (o meglio abbiamo preso 5 pappine dure da digerire) dal Varese che, invece, ne schierava ben 6 di giovani! Le dichiarazioni del dopo partita, per me, lasciano sempre il tempo che trovano. contano sempre i fatti e mai le parole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.