Miccichè: "Magistrati | liberi di uccidere un uomo" - Live Sicilia

Miccichè: “Magistrati | liberi di uccidere un uomo”

L'affondo del sottosegretario
di
43 Commenti Condividi

“La vicenda di Giovanni Mercadante e quella di Dario Allegra ci mostrano, in tutta la loro crudezza, le due facce della responsabilità. Dario Allegra è stato ritenuto dall’assessore/Pm Massimo Russo responsabile di un disservizio e ha pagato, è stato licenziato. Qual è, invece, il prezzo che pagherà chi ha compresso la libertà personale di un innocente? Anche questa volta il Pm Massimo Russo si metterà davanti a una telecamera chiedendo scusa a Giovanni Mercadante e le dimissioni di coloro che ne hanno calpestato la dignità di uomo, di politico, di professionista, di marito, di padre, di nonno?”.

Lo scrive il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio e leader di Forza del Sud Gianfranco Miccichè nell’ultimo post del suo blog ‘Sud’. “Chi paga – prosegue Miccichè – per Giovanni Mercadante? Chi ha pagato per Ciccio Musotto? Chi ha pagato per Lillo Mannino? Chi ha pagato per Gaspare Giudice? Chi pagherà per gli altri ‘Mercadante’ che verranno domani, oggi umiliati, azzerati, marchiati, già condannati? Nessuno. Non pagherà nessuno, perché nel nostro Paese – aggiunge – i Pm non pagano le loro colpe. Sono liberi di ‘ammazzare’ un uomo. Talvolta solo nello spirito, talaltra anche fisicamente, com’è successo a Gaspare Giudice. E niente scuse, nemmeno un cenno di mortificazione. Perché dovrebbero vergognarsi?

Abbiamo già constatato – continua Miccichè – l’atteggiamento di Massimo Russo, rispetto alle nostre legittime sollecitazioni: nessuna spiegazione rispetto alla vicenda incresciosa dell’amica raccomandata; nessuna mortificazione rispetto alla vicenda scandalosa dell’Asp di Catania; nessuna esitazione a promuovere manager il mancato sindaco; nessuna vergogna di fronte alla porcheria delle assicurazioni all’Asp 6. E allo stesso modo rimarrà in silenzio anche di fronte a questa vicenda”. Per il leader di Forza del Sud “la vera casta sono i magistrati, sono loro i veri intoccabili di questo Paese. E lo rimarranno, finché tutta la politica non avrà il coraggio d’inchiodarli alle proprie responsabilità quando sbagliano. Senza tentennamenti, senza timori, senza curarci di chi strumentalmente continua a tacciarci d’impunità. Qui c’è solo un’impunità da combattere: quella dei Pm. Qui c’è una riforma da fare: quella della giustizia. Lenta, anomala, impari, ingiusta. Irresponsabile. Lo abbiamo sempre detto – prosegue -, Forza del Sud sarà sempre al fianco di chi accusa giustamente e di chi è accusato ingiustamente. Oggi siamo al fianco di Giovanni Mercadante e lotteremo con tutti gli strumenti che la democrazia ci mette a disposizione affinché – conclude Miccichè – chi lo ha accusato ingiustamente paghi il giusto conto”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

43 Commenti Condividi

Commenti

    mi sento di condividere pienamente quanto esternato da parte del sottosegretario miccichè…………bravo Gianfranco

    Grande Gianfranco …………………oggi te l meriti…………..

    con queste dichiarazioni hai guadagnato un punto… da -5 sei passato a -4

    altra stoccatina a Russo, ormai è diventato quasi inevitabile per Miccichè (x fortuna!) e molto buon senso. bene miccichè

    su una cosa sono d’accordo con miccichè, ci vogliono le prove prima di togliere la libertà ad una persona,
    saluti

    In un paese come il nostro in cui chi ci governa continua a sottrarsi alla giustizia e ad accusare chi svolge il proprio lavoro non possiamo che aspettarci che accuse infamanti di questo genere. Le vergognose inisinuazioni rivolte da Miccichè ai giudici non meritano neppure replica… Da cittadina italiana credo nella giustizia e in chi ‘onestamente’ la esercita.

    L’On. Miccichè, nella sua consueta ignoranza, accusa l’avversario Russo, il quale tra l’altro, in questa vicenda non c’entra assolutamente nulla. Ma pur di attaccare l’Assessore della Salute che sta ordinando i conti di una sanità regionale che ha arricchito non poche tasche…
    Secondo le leggi che regolamentano il nostro Paese (alle quali l’attuale Governo nazionale e i suoi sostenitori, nonostante ciò che ritengano, SONO SOTTOPOSTI) il Pubblico Ministero al momento della ricezione della notizia di reato è obbligato ad avviare l’indagine e sulla scorta delle risultanze delle stessa (non di realtà processuali accertate) chiede ad un giudice il rinvio a giudizio. Sono il giudice che rinvia a giudizio, il giudice di primo grado, quello di appello ed infine l’ultimo di Cassazione ai quali eventualmente attribuire colpe. Se colpe le si possono realmente considerare. Ma cosa ci aspettiamo da un’Italia in cui gli imputati festeggiano l’assoluzione e il non luogo a procedere per intervenuta prescrizione o l’assoluzione NON per non avere commesso il fatto ma perché le prove a carico non sono sufficienti.
    In breve ed in modo esemplificato è così che funziona, ma evidentemente i tanti Miccichè italiani considerano le leggi e il giudizio della magistratura inopportuno… ciò poiché, probabilmente, si sentono immuni dal giudizio di chicchessia! Politica e malaffare… in cuor nostro sappiamo che la maggior parte della politica vive nell’illegalità: in testa a tutto raccomandazioni e favori: ciò è intollerabile. Non credo che l’Assessore Russo sia tipo da “raccomandazioni” e sono certo che nelle opportune sedi avrà modo di dimostrarlo. Mi chiedo se l’On. Miccichè possa fare lo stesso.
    Lui parla di colpevolezza di Russo, sulla base della non risposta al miserrimo blog di Forza del Sud: CHI PiU’ COLPEVOLISTA DI MICCICHE’? I magistrati, almeno, fanno i processi, lui condanna e basta!
    A proposito di raccomandazioni, mi chiedo come una persona del suo livello culturale possa essere arrivato a ricoprire cariche di tale levatura!!!

    Non rispondere alle accuse mosse informalmente equivale a colpevolezza???
    A Palermo, sebbene io non vi creda, tanti accusano Miccichè di avere un particolare vizzietto… non credo abbia risposto??? Secondo il suo pensare è dunque colpevole dell’addebito? Io avrei fatto un esame del sangue e gli esiti negativi li avrei schiaffati su tutte le prime pagine di tutti i quotidiani italiani… Ma simao umani e diversi l’uno dall’altro, evidentemente, Miccichè avrà ritenuto le offese tanto infondate e ridicole da non meritare risposta! Credo che lo stesso possa dirsi per l’Assessore Russo le cui accuse rusultano certamente meno gravi.

    Chi è senza peccato scagli la prima pietra. MICCICHE’, sono sicuro, non sèi la persona giusta per parlare male dei Magistrati e n particolare dell’Assessore RUSSO ex pm, che sta svolgendo al meglio il suo mandato. MICCICHE’, fatti un esame di coscienza…..

    La forza di Miccichè… bleah….

    Miccichè dovrebbe ricordare che i gradi di giudizio sono tre e per prudenza dovrebbe attendere il terzo prima di lasciarsi andare a dichiarazioni così sferzanti contro la magistratura. Ma sappiamo tutti di che pasta è fatto!!!
    Invece di attaccare i giudici dovrebbe fare un serio esame di coscienza (dubito che ne sia capace) al termine del quale dovrebbe chiudersi a casa per la vergogna: quasi ventanni di nulla assoluto a fronte di uno strapotere politico senza precedenti. Se il giudice Russo si trova a dover prendere misure drastiche è per i buchi di bilancio che ha lasciato il sistema di potere di cui Miccichè è stato uno degli artefici. Per il resto, Miccichè, Lombardo e compagnia bella, vadano tutti al diavolo.
    SICILIANI SVEGLIAAAAAAAAAA

    Addirittura… Gianfrà ma almeno ti chiedi che amicizie hanno alcuni esponenti nel tuo partito???
    Smettiamola con l’attacco sistematico alla magistratura.

    Grande Gianfranco con queste parole puoi candidarti per presidente della regione siciliana, io ti voto

    Miccichè semplicemente vergognoso come quello che si legge in questo articolo. Come si possono affermare certe cose? Questa persona dovrebbe amministrare i siciliani? Ma dove arriveremmo?

    addirittura…l’hanno ucciso come martello che portava coca al ministero e che gira libero e indisturbato nostra città,quasi come un eroe,anch’io voglio essere ucciso così!

    Se lo Statista di cui sopra vuole farla completa ,visto che all’aeroporto Falcone-Borsellino non gli ha potuto cambiare il nome con quello di Dell’Utri e Cosentino proponga allora di cambiarlo con i nomi di Mannino , Mercadante e Musotto che da martiri in Terra sono proprio la reincarnazione di Don Sturzo,
    La Pira ed Aldisio.
    Ma taccia questo “vecchio viziato”.

    Che schifo! Che schifo! Che schifo! Trovo sdegno per quello che afferma Miccichè, da cittadino onesto mi sento tradito da una politica che vede fantasmi nelle istituzioni e in chi lavora per il bene comune. I magistrati sono la garanzia della libertà e caro gianfranco sono loro che hanno assolto mercadante.

    Forza del Sud e miccichè sono una minaccia alla democrazia ed alla vera libertà. Un’uscita del genere contro i magistrati e Russo in particolare non ha alcuna giustificazione. Stiamo toccando il fondo.

    Caro onorevole miccicche’,le consiglio ,per il bene di tutti e del suo movimento ,di intestarsi la battaglia affinché i giudici paghino come tutti colori i quali sbagliano come medici,ingegneri,avvocati ,ragionieri,geometri etc,etc,perché quello che accade non fa onore alla democrazia.

    Dichiarazioni così pesanti ed irresponsabili non sono degne di un paese moderno e civile. Miccichè dovrebbe essere ammonito da qualcuno con un pò di senso civile. Ma chi potrebbe farlo visto la bassezza che ormai ci circonda?

    la vera casta sono i politici, sono loro i veri intoccabili di questo Paese. E lo rimarranno, finché tutta la società non avrà il coraggio d’inchiodarli alle proprie responsabilità quando sbagliano. Senza tentennamenti, senza timori, senza curarci di ciò che secondo logiche clientelari promettono.

    miccichè non ci sono parole per tè, chiami russo perchè hai paura,parli male della magistratura e sei figlioccio di dell’utri ma guardati allo specchio…… e sai cosa fare.

    Basta consultare Wilkipedia per scoprire di chi si tratta.
    Vergogna.

    Ma quanti sono gli “@ a libro paga” di Russo?

    Si ragioni sui dati di fatto.
    1)I Magistrati, quando sbagliano, non pagano.Ciò è anomalo.
    2)I Magistrati sono “umani” frequentatori dei salotti con politici e imprenditori.Ciò li rende “umanamente-vulnerabili” alle raccomandazioni.
    3)Russo è Magistrato in prestito alla politica (cosa sporca per definizione), ha scelto (politicamente!) i “suoi” Manager.In ciò non si è accorto (sic!) che erano in tanti RESPONSABILI del “malaffare” precedente.
    4)Russo è un Magitrato/Politico “distratto” o “RESPONSABILE OGGETTIVO” del perdurante-malaffare dei “suoi” manager?

    Dite quello che volete ma miccichè sul “principio” ha proprio ragione.
    ci vogliono delle regole anche per i magistrati!
    chi sbaglie DEVE pagare! del resto la legge è uguale per tutti o no?

    Miccichè non si rende conto che sta cadendo nel ridicolo! La frecciatina a Russo non manca mai perchè ormai è diventato suo il passatempo preferito non avendo qualcosa di più costruttivo da fare!

    E’ raccapricciante leggere dei commenti nei quali lo stato di diritto si sintetizza in: massimo potere ai magistrati. io non voglio vivere in un paese dove la mia libertà è limitata da chi invece non ha limiti. oggi in italia la magistratura è un potere assoluto, senza contrappesi, anzi con una copertura mediatica totalizzante.

    Ma il sig. Miccichè sta forse scherzando?
    Paragonare le vicende di due uomini, l’uno privato ingiustamente della propria libertà e l’altro mandato a casa perchè non è riuscito ad adempiere ai suoi doveri?!!

    Alex, il tuo commento è raccapricciante!
    Lo stato di diritto è garantito anche dai magistrati che hanno, in questo caso specifico, garantito l’innocenza di Mercadante. Nessuno vuole il massimo potere dei magistrati e questa storia è veramente ridicola come la copertura mediatica di cui parli, visto anche questo articolo.

    Micciché ha ragione, anzi, dovrebbe essere più asciutto nell’affrontare il problema per il bene dei siciliani che sta vivendo (dal ’93 in poi)un clima di repressioni razziale con metodi inquisitori.
    La Magistratura italiota e specialmente quella siciliana (nel nome dell’antimafia) esercita il proprio ruolo non secondo l’amministrazione della “Giustizia”, ma, secondo il criterio di deciderere chi può delinquere e chi no. Infatti, il caso della Procura di Catania con l’operazione “iblis” è emblematico di quello che è la (in)giustizia dalle nostre parti.

    Solidarieta’ alla magistratura sotto attacco di Micciche’.
    Ma perche’ la destra non si preoccupa dei “poveri cristi” in galera per un tozzo di pane? dei tanti immigrati arrestati per non avere ottemperato all’ordine di espulsione? degli ultras arrestati per non avere ottemperato al daspo? dei ragazzini trovati con un po’ di fumo?
    La destra e’ autoritaria e forcaiola con i deboli e i diversi, mentre e’ indulgente e garantista con i potenti:

    Scusatemi ma l’assoluzione di Mercadante non è stata sentenziata da un magistrato italiota? Capisco che a qualcuno farebbe comodo eliminare dalla scena la magistratura……

    Pino,
    non facciamo i faziosi per difendere l’indifendibile.
    Nessuna persona sensata vuole eliminare la magistratura, anzi.
    Il punto è che ci si auspica una magistratura che non sia corporativa è pluripolicizzata.

    Amicopaolo, capisco le tue intenzioni, ma non si può affermare in maniera assoluta che la magistratura è politicizzata e corporativa. Io la vedo diversamente, per me non esiste categoria perfetta e fatta di santi. Siamo tutti uomini e non possiamo quindi affermare che i politici sono tutti bravi, i meccanici tutti onesti e così via. E’ l’attacco diretto ad una categoria professionale che deve fare riflettere, se poi c’è un magistrato che condanna ed uno che assolve, mi sembra che lo stato di diritto sia garantito dai fatti. Non è così invece quando un politico tuona contro la magistratura intera, ci vedo un fine ben preciso, nessuno è stupido.

    Pino,
    “…non si può affermare in maniera assoluta che la magistratura è politicizzata e corporativa.”
    Purtroppo quella che tiene il banco dell’informazione è così.

    “…non esiste categoria perfetta e fatta di santi. Siamo tutti uomini e non possiamo quindi affermare che i politici sono tutti bravi, i meccanici tutti onesti e così via”

    Concordo con te, infatti, nessuno afferma una cosa del genere e, anch’io, sono fermamente convinto che in magistratura ci siano persone capaci e professionalmente corrette. Tuttavia, quello che ci si auspica è che si possano fare delle leggi che ci possono permettere di rivalerci penalmente e civilmente con quei soggetti che in questa categoria non sono “Santi” e che inevitabilmente diventano dei virus che infettano la nostra democrazia.

    Io proporrei direttamente di non condannare più nessuno, perchè visto che l’errore (quello senza colpa o dolo) non è umano, così risolviamo il problema ed ognuno può fare ciò che vuole. Se è questa la libertà e la democrazia che vogliamo. Inoltre un politico può sbagliare a parlare, perchè fa questo, un magistrato può sbagliare a giudicare perchè fa questo.

    Pino,
    hai rrraggggione.

    Sono disgustato da quello che scrive Miccichè ma non meravigliato e/o sorpreso… Lui è da sempre con Berlusconi e sappiamo bene in che modo il suo capo – da quando fa politica attiva (1994)- fa di tutto per delegittimare la magistratura che “si permette” di considerare TUTTI i cittadini UGUALI davanti alla legge e “pretende” di processarlo…. Ognuno si sceglie i suoi eroi… Lui ha scelto Vittorio Mangano, altri abbiamo scelto Falcone, Borsellini, Livatino, Terranova, Chinnici e tanti altri che sono stati trucidati dalla mafia perchè si erano permessi di combatterla e scoprire le tante complicità con la politica.
    Che squallore on. Miccichè!

    Dario Allegra? Che c’entra? Provvedimento giusto, Miccichè non hai dove andare, queste uscite pessime e di cattivo gusto contro un’intera categoria ti fanno perdere i pochi punti che potresti avere. vergogna!

    Miccichè SCANDALOSO

    Hanno decapitato i post col mio nome.
    Forse mi hanno confuso con l’amico del Capo.
    Avevo semplicemente suggerito di consultare Wilkipedia a proposito del guascone.

    I suoi post che stavano nel solco minimo delle regole li abbiamo pubblicati, gli altri no. Dipende dal suo grado di buona creanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *