Sosta selvaggia, multe e rimozioni | Quasi quasi mi faccio un Suv - Live Sicilia

Sosta selvaggia, multe e rimozioni | Quasi quasi mi faccio un Suv

Oltre quattro mila interventi dall'inizio dell'anno. I proprietari di Suv e fuoristrada la fanno franca. Perché? I carri attrezzi sono troppo piccoli. Nel 2014 arriveranno i nuovi mezzi.

32 Commenti Condividi

PALERMO – Nella Palermo della sosta selvaggia avere il Suv conviene. Nel senso che la multa te la becchi lo stesso, ma almeno risparmi i soldi del carro attrezzi. Perché a Palermo, ormai da anni, la legge non è uguale per tutti. Tutta colpa delle autogrù dell’Amat utilizzate per la rimozione coatta: sono troppo piccole per caricare macchine pesanti come i fuoristrada e la stragrande maggioranza degli Sport utility vehicle.

Le cose dovrebbero cambiare con l’arrivo del nuovo anno. O almeno così spera Tullio Giuffrè, assessore alla Mobilità del comune di Palermo. È lui, infatti, a confermare, viste “le difficoltà oggettive di prelevare mezzi troppo pesanti”, che nel 2014 saranno in circolazione le nuove autogrù che Palazzo delle Aquile comprerà e metterà a disposizione dell’Amat. Andranno a sostituire i vecchi mezzi che un decennio fa furono trasferiti dal parco macchine dei vigili urbani in quello dell’ex municipalizzata che gestisce il trasporto pubblico in città. E già allora non erano proprio nuovi di zecca.

Nell’attesa in via Dogali, sede del corpo di polizia municipale, dove i nuovi cari attrezzi sono attesi con ansia, si continua a contrastare il fenomeno della sosta selvaggia. Un malcostume che non conosce tregua. Da gennaio ad agosto le macchine multate e rimosse dal carro attrezzi sono state 4381. Nello stesso periodo dell’anno scorso erano state 4318. I dati, dunque, sono in aumento e ci sono “buone speranze” di battere il totale del 2012 che raggiunse quota 6545. E dire che nel 2013 poteva andare meglio (per le casse di Palazzo delle Aquile) o peggio (per gli standard di civiltà che una città europea dovrebbe avere). Le richieste di intervento da parte di cittadini bloccati dalle macchine ferme in seconda o terza fila, senza contare i parcheggi fantasiosi (e di fantasia i palermitani ne hanno parecchia) sono state 9461. Nel 90% dei casi (8665 volte) i vigili urbani sono intervenuti e hanno multato i trasgressori. Capita, infatti, che all’arrivo dei poliziotti municipali le macchine siano già state portate via dai proprietari.

Non sempre, però, si è riusciti a rimuovere i mezzi in sosta vietata. A contrubuire alla percentuale di chi l’ha fatta franca ci sono molti titolari di Suv e fuoristrada. O meglio, non l’hanno fatta franca del tutto, ma hanno evitato di pagare i 56 euro previsti per la rimozione coatta. Dal 2014 la musica dovrebbe cambiare. Almeno così sostiene l’assessore comunale Tullio Giuffrè.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

32 Commenti Condividi

Commenti

    Caro Sinnaco, mai sentito parlare di GANASCE?!?!?!

    Oltre ai carri attrezzi perché non si pensa anche a pedonalizzare buona parte del centro a piantare alberi a cercare di rendere questa città migliore. Non dico come le città civili perché non lo siamo ma almeno tentare di iniziare a pensarci!!

    in molte citta’ usano poco i carri attrezzi ma usano le ganasce per bloccare le auto in divieto di sosta. Per il proprietario e’ un deterrente abbastanza efficace perche’ gli impedisce di utilizzare la macchina!

    Tempo fa sono rimasto bloccato nel parcheggio da una macchina in doppia fila che mi impediva l’uscita…. una macchina dei Vigili Urbani (sic!) e non erano in giro a fare multe ma a 200m a chicaccherare come se nulla fosse. Chi la fa la multa a chi deve fare le multe? Città senza speranza.

    E speriamo che si portino pure i furgoni che posteggiano in doppia fila A TUTTE LE ORE per caricare e scaricare merce davanti ai negozi.
    Almeno qualcuno comincerà a rispettare gli orari.
    Tra poco ricomincerà la scuola: a i u t o o o!!!

    Bravo roberto, in ogni città occidentale, laddove non dovesse risultare possibile la rimozione del veicolo, si utilizza la ganascia meccanica…e il metodo funziona meglio del carro attrezzi. Oltre a non dover impiegare i posteggi privati per la custodia delle auto confiscate…che fa lievitare il prezzo totale della multa in maniera spropositata e incivile (70€ al giorno nel 2004, vado a memoria).

    70 euro al giorno!? Ora si spiega perché in via Pietro Nenni il parcheggio giudiziale è strapieno di motorini sequestrati da anni…

    http://snipurl.com/27s0n1t

    Chissà quanto ci vuole per riscattarne uno…

    Le GANASCE!!! Così se le vuoi tolte devi pagare subito…

    Ogni tanto viene fuori il giornalista ossessionato dall’auto più grande, più costosa , più potente,etc etc. Mi pare come quelli che vedono i neri come pericolosi perché -notoriamente – l’hanno più grande. Sono argomenti veramente insulsi e su Repubblica c’è spesso qualche articolo del genere di giornalisti ossessionati. Articoli del genere non informano di nulla ma tradiscono una sorta di gelosia sociale infantile. Un fuoristrada o un suv sono dei mezzi analoghi agli altri e se una cosa bisogna dire dei carri attrezzi, è che per la loro dotazione è più agile e rapido recuperare auto piccole e leggere piuttosto che grandi e pesanti. Meno lavoro. Più fatturato. Il resto sono chiacchiere da barbiere. Come il fatto di legare il malcostume del parcheggio casuale e fastidioso al “suv” anziché a tutte le auto.

    Le ganasce a cosa servono se l’auto blocca delle auto in sosta o l’uscita di garage ecc.? sempre bloccato rimani !!!

    E anche della critica e proteste inutili continue, perchè noi ci disprezziamo, ma ci sentiamo i megghiu e la colpa è sempre degli altri. Se l’amministrazione rendesse buona parte del centro libero dalle auto, cosa auspicabile, sai quanti cittadini “palermitanazzi come tutti” cominceranno a strepitare contro u sinnacu che non sape fare u sinnaco e vuole affossare il centro storico. “Già travagghiu non cinnnè i negozi chiudono e Ollando che fà chiude il centro, ma dove vive a Stoccolma! Io credo il contrario; però ci vorrebbero mezzi pubblici efficienti, parcheggi liberi intorno al centro, vigili che fanno i vivili ecc.

    Potresti aver ragione , ma intanto paga la multa per divieto di sosta più l’intervento per farti togliere le ganasce piu la multa come se fosse intervenuto il carro attrezzi

    scusi, ma c’entra con l’articolo?

    Il palermitano medio è cosi! Quando si parla di un argomento o gli si fa un’osservazione lui risponde con un’altra osservazione. Da che non gli interessa niente di ciò che lo circonda a che, non appena si sfiora una discussione, si mostra onniscente su tutto ciò che è attorno a lui…

    Io non ci vedo alcuna ossessione. I giornalisti raccontano un fatto. E’ questo lo e’. Poteva essere una 500 quella non prelevabile. Capito il Suv, invece. Forse è lei l’ossessionato.

    Forse lei ha un SUV? Boh…è un riscontro oggettivo di ciò che succede. Non ci vedo nulla di ossessionante. Io però continuo sostenere che pagare, oltre alla multa (giustissima per carità), la rimozione e il parcheggio è una forzatura.
    Mentre l’uso della ganascia potrebbe essere una soluzione economica e funzionale, laddove -chiaramente- la sosta “selvaggia” dell’automezzo non non dovesse operare il blocco di un’altra auto o addirittura la viabilità di una strada.

    Di gelosia infantile non ne ho letto tra le righe, ripeto è un riscontro oggettivo, null’altro!

    P.S. ti scrive un ex possessore di un SUV di lusso venduto per inefficienza e scomodità.

    per essere vero

    L’alternativa potrebbe essere un’imposta comunale sui SUV: come mai non ci hanno già pensato a livello nazionale?
    I SUV, maggiormente protettivi per i propri occupanti rispetto ad un’auto di caratteristiche “normali”, rappresentano invece un pericolo per tutte le altre.
    In caso malaugurato di impatto, innanzi tutto, a causa della loro massa maggiore, ma anche quando sono fermi o parcheggiati: penso abbiate potuto tutti constatare come venga tolta la visuale di ciò che succede davanti a voi quando siete incolonnati dietro ad un SUV.
    Oppure come gli stessi veicoli impediscano di vedere bene cosa succede se posteggiati al limite di un incrocio, o quando dovete uscire da un parcheggio in senso obliquo, in retromarcia, avendone accanto uno.
    Per questi motivi, a mio avviso, sarebbe giusto sottoporli a tassazione: e il ricavato dovrebbe servire ad aumentare la sicurezza sulle strade.
    Per differenziarli dai furgoni e dalle auto che montano lo stesso tipo di propulsore (quindi a parità di emissioni) basterebbe stabilire una soglia nell’altezza del veicolo, oltrepassata la quale verrebbe imposta la tassazione. Semplice, no?

    Mi sa che la sua memoria ti inganna! Non s’è mai visto 70€ al giorno forse saranno 7€?

    secondo me bisognerebbe mettete una tassa in più alle auto piccole perché in caso di incidente gli occupanti sono più soggetti a lesioni e quindi rappresentano un costo sociale in più per le cure mediche.

    Il guaio è che, a parte il fenomeno modaiolo della Smart, chi acquista un’auto piccola, di solito, non può sceglierne un’altra più grande.
    Chi compra un SUV o un fuoristrada per usarlo esclusivamente nei centri urbani, invece, lo fa con estremo egoismo e catafottendosene delle conseguenze negative che può provocare ad altri.
    Facciamoli pagare, almeno.

    …boh, per ritirarla dal posteggio pagai 70€ (forse era compresa la rimozione, mi sembra difficile.) e poi dovetti pagare la multa.

    Quindi, decisamente no! O comunque non erano 7€..in questo caso l’avrei letteralmente rimosso dalla memoria.

    quoto Luigi
    E’ una città persa, sotto qualsiasi punto di vista!
    Un Comune che chiede ai cittadini solo tasse, tasse e tasse per poi offrire un livello di vivibilità pari a zero!

    quoto cico
    Ci sono SUV e SUV
    Certo ormai sono quasi tutti ingombranti e inutili, oltre che dannosi alla visuale delle altre vetture “normali”.
    Vedere girare certi soggetti in città con SUV enormi da 60-70.000 euro è veramente pietoso e vomitevole al tempo stesso!
    Purtroppo c’è molta ( ma troppa ! ) gente che i soldi non sa come arrivano.
    Però arrivano!

    Desideravo farvi riflettere sul numero delle rimozioni esposto nell’articolo: 4381 in 8 mesi, cioè circa 18 auto al giorno. Vi sembra possibile in una città come Palermo? Nella strada in cui abito è il numero di auto che a qualunque ora del giorno è posteggiata con tutte e 4 ruote sui marciapiedi rendendo impossibile e pericolosa la vita a bambini e disabili. Ho provato per settimane a telefonare ai VV.UU, a scrivere al Comando dei VV.UU, al comandante Messina, ai vari assessori , al sindaco Orlando senza ottenere un bel nulla (le auto sono sempre lì).Però in compenso dopo 3 mesi circa mi ha risposto l’anonimo Ufficio Eventi (del comune? dei VV.UU?) con la seguente mail che spiega tante cose, soprattutto perché in questa città non funzionerà mai nulla :

    In merito alla segnalazione da Lei inviataci, in cui vengono sottolineate diverse anomalie, si comunica che si è provveduto ad informare i Responsabili dei servizi operativi esterni, competenti per Circoscrizione, appartenenti allo scrivente Corpo di Polizia Municipale, al fine di adottare interventi mirati alla risoluzione delle problematiche evidenziate. Riteniamo comunque che, oltre ai nostri interventi, sia indispensabile una presa di coscienza dei cittadini sull’ importanza del rispetto delle regole al fine di garantire una migliore vivibilità degli spazi urbani. Ringraziandola per la sua utile collaborazione, si rimane a sua completa disposizione per un eventuale ulteriore chiarimento e si coglie l’occasione per porgere distinti saluti.

    Era compresa la rimozione, infatti adesso la rimozione e’ 50€ di media supera se c’è il supplemento notturno

    Posseggo un fuoristrada da circa 12 anni, lo uso pochissimo in città, preferisco la moto, ma non per questo mi sento egoista o menefreghista o quant’altro.
    @ Valentina non sono un riccone (non ho nulla contro di loro, magari lo fossi io)
    spero che se qualche volta mi incrocerai con il mio fuoristrada magari con a bordo la mia famiglia non susciti in te quelle sensazioni di cui parlavi.
    L’essenziale è ,il rispetto delle regole e degli altri non l’auto che si guida, poi essere cafone e pericoloso anche con una smart o una motoape.

    Il numero di 18 auto rimosse in media ogni giorno mi sembra molto plausibile. Abito nelle vicinanze di uno dei parcheggi privati in cui le autogru portano le auto rimosse in città: ad occhio, almeno 4-5 al giorno.
    E le rimesse autorizzate al deposito sono diverse. Probabilmente, le zone più battute dalle autogru per la rimozione delle vetture sono proprio quelle più vicine alle autorimesse: come si dice, poca spesa molta resa….;)

    Valentina più che altro ci sono tanti che pur di comprarsi il SUV e farsi vedere col SUV svuotano il conto in banca e fanno finanziamenti per 5 anni e riscatto finale che non potranno pagare. Poi però si lamentano che non arrivano a fine mese…

    Perché non fare un’ordinanza che vieta l’ingresso dei SUV in centro. Secondo me per fare il guado tra il politeama e il massimo basta una macchina normale, poi per quanto riguarda le rocce in viale libertà anche con una macchina normale viene bene, magari in prima. Per i bufali invece so che stanno già provvedendo a rimuoverli tutti.
    La verità è che questi mezzi sono troppo grandi e inutili nei centri urbani, in realtà anche in campagna, non sono ne carne ne pesce. Se un pedone viene investito da un SUV trova un muro, invece per i ciclisti e ancora peggio perché finiscono sotto.
    Quello del parcheggio è l’ultimo dei nostri problemi, tanto i palermitani che parcheggiano davanti casa mia non hanno problemi a parcheggiare sul prato della villetta, anche con una macchina normale, tanto i vigili non passano.

    Ho un fuoristrada e non mi sento un criminale come da molti fatto intendere, sono contrario ad ulteriori tasse ma trovo giusto l’uso delle ganasce, anche se da quanto letto nell’articolo con i nuovi carri attrezzi il problema verrà risolto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *