Non c'è più il sindaco - Live Sicilia

Non c’è più il sindaco

Palermo senza primo cittadino
di
13 Commenti Condividi

(rp) Palermo non ha più il suo sindaco. Il sindaco di Palermo non può essere quell’ombra furtiva che evapora dalla Cattedrale, dopo  la messa della Santuzza, per non farsi riconoscere. Il sindaco di Palermo non può rifiutarsi di salire sul carro per il grido di rito. Chi rinuncia a quel gesto altamente simbolico di appartenenza e di saldatura morale con la sua gente rifiuta Palermo tutta intera. Il sindaco non può addurre ragioni familiari e private per giustificare la sua assenza. Non può rivendicare la sobrietà di chi avrebbe scelto meritoriamente di non dare un colore politico alla festa. Il sindaco sale su quel carro con la speranza di tutti tra le braccia, come primo cittadino, non come esponente di una parte. Il sindaco non può sfuggire al corteo del Festino per ragioni di sicurezza che pure ci sono. La sicurezza di un sindaco di Palermo è data dal suo coraggio, dalla sua capacità di parlare con la gente. Se l’uomo deputato alla delicata funzione teme contestazioni ridondati e in qualche caso – comunque a torto – violente, deve prendere atto che un legame si è spezzato irrimediabilmente, se mai c’è stato.
Diego Cammarata non si dimetterà dalla carica. Continuerà a decidere, a firmare, a parlare con la fascia tricolore. ma da ieri è un corpo estraneo rispetto alla città che avrebbe l’onore e l’onere di rappresentare. Forse Diego Cammarata è sempre stato un corpo estraneo. Ora, il sospetto è una certezza.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

13 Commenti Condividi

Commenti

    Ma bisogna avere le “palle ” per fare tutto questo….e lui non le ha ..semplicemente imbarazzante

    Indifendibile.. ha ragione kiter6 è davvero imbarazzante, mi ricorda la vicenda del presidente della vigilanza Rai Villari.
    La dignità in questi giorni bui è un bene davvero raro.

    …avrà concluso il festino presso qualche pronto soccorso!

    scusate e da 6 anni che palermo si trova senza sindaco ve ne siete accorti adesso?

    Daniele, non a Palermo! gia’ Lo conoscono, sanno che soffre di improvvisi abbassamenti di pressione.

    Se lei rilegge quello che abbiamo scritto vedrà che la sua domanda ha già una risposta. Saluti

    Se un sindaco non partecipa alla festa piu’ importante della sua città per paura di contestazioni si evince subito che non puo’ essere il primo cittadino di Palermo.Deve dare subito le dimissioni perchè un sindaco che ha paura non è in grado di fare il proprio lavoro con serenità.Mi auguro che tutto cio’ accada presto e assieme a lui vadano a casa i suoi fidi paladini(Campagna.Tantillo.Drago….).Palermo non merita tanto degrado istituzionale.

    “mi piace”
    facebook style

    Sempre tutti contro Cammarata la verità è che questa città si merita di avere di nuovo Orlando Sindaco lui si che era bravo a dire viva palermo e santa rosalia lui si che teneva la città pulita lui si che era amato da i palermitani lui si che era il sindaco dell’antimafia…………ma allora come mai Diego Cammarata è sindaco due sono le cose ho ha falsato le elezioni o anche Orlando faceva schifo io sposo la seconda tesi e sono sicuro che se ci fossero nuove elezioni Diego vincerebbe di nuovo

    Purtroppo non sarà candidato.

    Purtroppo Palermo continua ad essere sfortunata città. Fino a quando i palermitani continueranno ad eleggere personaggi come Cammarata che l’amico Andrea chiama “amichevolmente” Diego, questi saranno i risultati.
    Cammarata è “l’amico degli amici” quello indagato per peculato ed altro, quello che ha ridotto Palermo ad un immenso immondezzaio.
    Ha paura? allora non può fare il sindaco di una città come Palermo, vada a farlo in Valle d’Aosta.
    Vergogna!
    Povera Palermo!!!

    Cara Santa Rosalia, nel 1624 liberasti Palermo dalla peste. Libera adesso Palermo da Cammarata!!!

    proporrei di levare la cittadinanza al sindaco perché non e un vero Palermitano.Nella storia di santa Rosalia nessun sindaco a mai oltraggiato la santuzza e la città senza salire sul carro e pronunciare quelle parole sacre per ogni palermitano Viva Palermo e santa Rosalia,per questo a voi di livesicilia chiedo che facciate una petizione per levare la cittadinanza al sindaco perché non e un vero Palermitano e sfido chiunque ha smentirmi.Questo e un mio pensiero voi ragazzi cosa ne pensate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.