Nuovo blitz a Ballarò| Al setaccio bar e alimentari - Live Sicilia

Nuovo blitz a Ballarò| Al setaccio bar e alimentari

Multe e sequestri nelle vie Ballar, Porta di castro, Nunzio Nasi. Scoperto un centro scommesse abusivo, sequestrati prodotti ittici.

Palermo, centro storico
di
7 Commenti Condividi

PALERMO – Proseguono controlli ed ispezioni nei locali di Ballarò, dove oggi pomeriggio le forze dell’ordine hanno effettuato un nuovo Controllo Integrato del Territorio.

Polizia di Stato, polizia municipale, carabinieri e Capitaneria di porto hanno passato al setaccio le strade e i locali commerciali della zona, dove già nei giorni scorsi sono scattati mule e sequestri. L’operazione, coordinata dalla Questura di Palermo, ha condotto alle sanzioni nei confronti dei titolari di due negozi di alimentari in via Porta di Castro e via Nunzio Nasi: nel primo caso veniva utilizzata una bilancia non conforme, di produzione cinese, nel secondo, una tettoia precedentemente sequestrata.

Inoltre, il gestore di uno dei due esercizi commerciali aveva occupato abusivamente la sede stradale e non aveva presentato la Scia, ovvero la documentazione che attesta l’inizio dell’attività: irregolarità che gli sono costate una multa da 169 euro ed un’altra di 3 mila euro. In piazza ballarò gli agenti hanno individuato una struttura non conforme all’esterno di un bar, che è stata sequestrata.

In un pub che si trova nella stessa piazza è invece stato attestato che il personale non era in possesso dell’attestato di alimentarista. Sono inoltre stati sequestrati i prodotti ittici di dubbia provenienza e quindi non tracciabili. Ma non finisce qui, i controlli si sono infatti concentrati anche su un centro scommesse, la cui titolare è stata denunciata per attività di gioco abusiva: nei suoi confronti anche una multa di 1032 euro.

Sequestrati per l’occupazione abusiva di suolo pubblico 15 tavoli, 20 sedie, due ombrelloni, rimossi dalla Rap. Controlli anche su veicoli e persone: elevate sanzioni per settemila euro, denunciate per guida senza patente tre persone, quattordici i mezzi sequestrati.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

7 Commenti Condividi

Commenti

    Non andrei a comprare a ballarò nemmeno uno spicchio d’aglio! Ma come si fa ad andare a fare la spesa in questo posto?

    E ci pensano solo adesso…tra qualche giorno sarà di nuovo uno schifo.

    Sarebbe ora che le forze dell’ordine facessero anche controlli a tappeto in altri quartieri degradati tipo allo Sperone,a Brancaccio a Romagnolo,a Settecannoli,alla Guadagna a Borgo Vecchio alla Noce alla Zisa al Cep,a Borgo Nuovo,alla Vucciria,al Capo,alla Kalsa,a Partanna Mondello e allo Zen 2

    Ballarò e albergheria, zone franche da recuperare come ogni parte del centro storico, non si capisce però perché viene fatto a macchia di leopardo. La rinascita vera di Palermo deve partire da un centro con cui identificarsi, oggi tutto è una periferia confusa.

    Io ci andavo finche’ nel 2007 ho subito un’aggressione. Da allora stop, troppa marmaglia.

    Ed ovviamente anche nel quartiere Cruillas

    Ma è la cronaca in una città civile?perché non aspettate ancora un poco che avrebbero comandato loro e non lo stato.e quando interverranno allo zen con l’esercito circondarli e dare finalmente legalità a questa città piena di mafiosi e delinquenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *