Nuovo governo, vecchie abitudini | Ecco la carica dei consulenti - Live Sicilia

Nuovo governo, vecchie abitudini | Ecco la carica dei consulenti

Un medico chirurgo per le autostrade e diecimila euro per la candidata. E all'Ars? C'è anche l'addestratore di cani.

30 Commenti Condividi

PALERMO – Cosa può saperne un medico chirurgo di Motta Sant’Anastasia della fusione tra Cas – Consorzio autostrade siciliane e Anas? E perché una candidata alle prossime elezioni Politiche dovrebbe ricevere dalla Regione un compenso di quasi diecimila euro per una consulenza di tre mesi, dall’11 gennaio al 31 marzo 2018, proprio nel periodo in cui, si suppone, sarà impegnata nella campagna elettorale?

La risposta non è semplice e potrebbe arrivare soltanto da chi ha dato il via libera a queste nomine. Sul sito della Regione sono stati pubblicati i nomi, i curriculum e i compensi dei nuovi consulenti esterni della Regione. Nomine che hanno più che altro un sapore politico, piuttosto che un valore legato all’esperienza.

La candidata di cui sopra è Gaetana Pontrelli, candidata alla Camera con Fratelli d’Italia. Il governatore Nello Musumeci l’ha scelta perché si occupi del riordino delle società partecipate, per un “apporto – è scritto nell’incarico – nell’esercizio della funzione politico-amministrativa attraverso attività di assistenza all’organo politico per le problematiche di carattere legale relative all’azione amministrativa regionale, al funzionamento dell’amministrazione regionale siciliana e alle norme di attuazione, per le problematiche di carattere legale afferenti alla semplificazione e al riordino del complesso assetto delle società partecipate regionali”. L’incarico dura tre mesi, come dicevamo e coincide quasi per intero con la campagna elettorale per le Nazionali del 4 marzo.

Musumeci ha chiamato anche Aurelio Angelini, circa settemila euro per due mesi, per aiutarlo a sbrogliare la matassa più ingarbugliata dal giorno del suo insediamento, ovvero quella dei rifiuti, ovvero, precisa l’incarico, “per l’individuazione delle riforme necessarie per realizzare gli obiettivi e le finalità previste dalla legge nel settore, supportando l’organo politico nella gestione delle situazioni di crisi e/o emergenza”.

Il medico chirurgo di Motta Sant’Anastasia che si occuperà della fusione tra Cas e Anas è stato scelto dall’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone: si tratta di Angelo Moschetto, ex consigliere comunale a Catania, che sarà consulente per “l’analisi della fattibilità relativa alla fusione tra la società Consorzio autostrade siciliane e Anas, con particolare riguardo agli effetti socio-politici ed economici ricadenti sul territorio”. L’incarico è a titolo gratuito.

Due le nomine volute dall’assessore alla Funzione pubblica Bernardette Grasso. Il primo consulente, a titolo gratuito, con un contratto di poco più di due mesi, è Vincenzo Cordone, sociologo esperto in politiche di sviluppo locale, e si occuperà di “Un’analisi mirata alla utilizzazione di Fondi SIE nei settori di competenza dell’Assessorato regionale delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica”. Il secondo consulente è Francesco Verbaro, duemila euro circa per poco più di due mesi anche lui; il suo compito sarà quello di redigere uno “studio giuridico in materia di assunzione e procedure di stabilizzazione presso l’amministrazione della Regione”.

Paga il conto più salato alla Regione l’assessore al Territorio Toto Cordaro che ha nominato Alfredo Ambrosetti per avere “pareri, valutazioni, espressioni di giudizi in materia di diritto urbanistico, ambientale ed amministrativo”. Il costo di questa consulenza? Poco più di seimila euro lordi mensili dal 22 gennaio al 31 marzo 2018 (*).

> La lista degli incarichi sul sito della Regione (clicca qui)

E all’Ars? Ha fatto scalpore nei giorni scorsi la nomina da parte di Gianfranco Micciché di un addestratore di cani, Giovanni Giacobbe, con un compenso di circa mille euro al mese, che si occuperà di consulenza sulla legislazione in materia animale, come per esempio sul randagismo. Una nomina che ha fatto discutere ma che ha avuto ben presto il bene placito del presidente Musumeci: commentando la terribile notizia dei cani randagi avvelenati a Sciacca, il governatore ha puntualizzato quanto “questa triste vicenda ponga l’accento sul dilagante fenomeno del randagismo in Sicilia”  e quanto servano “iniziative, anche legislative, immediate e risolutive”. Quindi, meno male che all’Ars un addestratore c’è.

(*) L’assessorato alla Funzione pubblica, per mero errore materiale, ha trascritto sul sito della Regione un importo errato: Alfredo Ambrosetti percepisce “un compenso lordo mensile di 2.065,82 euro, più Iva, se dovuta, oltre il rimborso degli oneri previdenziali previsti. Potrà inoltre, eccezionalmene, essere riconosciuto il rimborso spese per eventuale ulteriore compito fuori sede, se preventivamente autorizzato dall’assessore e dietro presentazione della relativa documentazione giustificativa”. Inoltre, Ambrosetti ha svolto le sue funzioni come consulente dal 22 gennaio al 5 febbraio. Dal 6 febbraio è capo della segreteria tecnica ed ovviamente non più consulente.

30 Commenti Condividi

Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Commenti

    Il maestro d’orchestra è piu’ scaltro e finuliddu, ma la musica è sempre la stessa.
    Vergogna.

    Ambrosetti? Segno di un tangibile cambiamento. Ma daltronde c’è cordaro assessore tutto è possibile…

    Tutti a scandalizzarsi, tutti a votarli.

    ma al di la dei nomi, ma questi compensi da dove escono? quale norma o atto di giunta ricondice a questi importi?

    Il dott. Ambrosetti è il migliore Dirigente che la Regione Siciliana ha.
    Probabilmente a qualcuno da fastidio che qualche assessore sceglie, finalmente, qualche competente.

    Gli imbroglioni i bugiardi e i ladri restano sempre tali. Ma c’è lì meritiamo perché gli stupidi, gli ignoranti e gli in incapaci di pensare sono gli elettori siciliani. Ci sono pure gli stupidi che si vendono per una borsa di spesa perché non capiscono quanto costerà a loro e alla comunità.
    C’è solo da andare via da questa società di schifo. Piango per il futuro dei nostri figli.

    ……oltre 20.000 dipendenti iscritti a ruolo paga dell’amministrazione regionale, ovviamente nessuno ha competenze su cani, riordino amministrativo e altre cose amene. Riprendiamo con mance e prebende agli amici, dopo avere sistemato con un colpo maestro la questione del tetto degli stipendi ARS. Se provassimo a non pagare più tasse, visto l’uso che fanno dei nostri soldi ?

    Che importanza ha se il consulente è capace oppure no. È importante che sappia firmare tutto quello che gli suggeriscono.

    Tranquilli,se non si aggiusta tutto in regione siciliana,Musumeci torna in campagna e gli on.li deputati… a zappare!! Promessa fatta dal presidente Musumeci in campagna…elettorale! e vedrete che lui la manterrà.___lavorare e tacere!

    —-E all’Ars? Ha fatto scalpore nei giorni scorsi la nomina da parte di Gianfranco Micciché di un addestratore di cani, —— considerando le persone che sono state ed elette nella regione sicilia e adesso altre sono nelle liste per parlamento e senato italiano nella considerazione che hanno candidato CANI E e PORCI un addestratore ci voleva no?

    Non solo con i consulenti il governo Musumeci dimostra una perfetta continuità con con il governo crocetta ma dimostra la stessa perfetta continuità nel tentativo di applicare la morte civile ai disperati di Sicilia degli sportelli multifunzionali della formazione professionale di sviluppo Italia Sicilia del cerisdi ma carissimo Musumeci così durerete una sola stagione perché i siciliani che non sono solo i disperati ma sono persone che ragionano pensano e se un giorno anche io facessi entrassi a far parte dell esercito della disperazione, questi se ne fregheranno anche di me e penseranno solo ai loro amici tale q quale il governo crocetta allora lo sai che ti dico , abbiamo provato questi due , uno peggio dell altro , la prossima volta proviamo cinque stelle , Musumeci vedrai il primo segnale di ciò il 5 di marzo

    La colpa è di noi siciliani che votiamo gente disonesta che conosciamo da molto tempo.
    Molta gente si vende per nulla. Questo è il risultato.
    Ormai non ci resta che andare via da questa terra massacrata da questa classe politica inetta e ladra

    Li hanno votati i siciliani. Se li piangano. E per le prossime altri catafalchi si apprestano ai godimenti……..

    Penso che la Procura sarà presto costretta a interessarsi di questo andazzo. Mi rifiuto di credere che esistano leggi che permettono queste cose e nei comuni basta molto meno di quel che hanno fatto finora per indagini e avvisi di garanzia, ma forse stanno aspettando che i reati diventino più “consistenti”. Mi sembra solo un crocettismo più raffinato.

    Poveri ullusi nel pensare che potesse cambiare qualcosa. E’ stato è e sarà sempre così. Non si va per governare con senso di responsabilità, ma solo per gestire potere e non fare nulla. Questa Nazione con questo modo di fare e di pensare resterà perennemente dentro la crisi economica e morale devastata dalla corruzione senza la speranza di potersi risollevare. Basta pensare alle proposte dei partiti dalla riduzione delle tasse al reddito di cittadinanza. Sanno che siamo talmente cretini da crederci e da votarli. Poi non lamentiamoci.

    Scusate Eugenio Ceglie alla Sanità cosa è ?

    In Monarchia ci fu Re Tentenna che non poteva dire di no agli uomini forti di corte , adesso abbiamo Pilato nella nostra terra che è nelle medesime condizioni nei confronti di alcuni.

    Musumeci nomina la Pontrelli consulente esterno per il riordino delle società partecipate. Peccato che l’incarico coincide con la campagna elettorale della signora in questione. Vorrei capire quando dovrebbe fare la consulente una che è in campagna elettorale. Ma ci prendono per cretini? Ma credono veramente che possono continuare a prenderci in giro? Ma basta , avete superato l’immaginazione.

    Hhahahahaha grande.

    L’occasione c’è stata o no?

    A quando l’allevatore di porci? Chissà se Miccichè lo ha già in agenda.

    solito vecchio clientelismo, a spese dei siciliani

    Cambiano i governi, cambiano i presidenti e gli assessori ma non cambiano le vecchie e costose abitudini. Una consulenza agli amici non si nega mai.
    Grossolanamente tale “usanza” potrebbe essere inserita nel cosi detto ” voto di scambio” , ma nella realtà è un premio all’amico/a . Alcune di tali consulenze sono ufficialmente a ” titolo gratuito” ma nella realtà di gratuito non c’è niente. Oltre il fatto che puoi essere rimborsato per le spese ( e spesso il rimborso è molto sostanzioso) tale nomina la puoi inserire nel tuo curriculum per avere poi un posto di sottogoverno. Teoricamente questi ” esperti” dovrebbero consegnare una relazione scritta, ma quasi tutti si “dimenticano” di farla. Quelle poche relazioni che vengono fatte sono un esempio di banalità e di ” copia e incolla”. Mi domando come mai la Corte dei Conti non interviene , ma forse è meglio non affrontare tale argomento .

    pare che per risolvere il problema dei rifiuti occorra a tutti i costi un sociologo?che cura i rapporti con gli ambientalisti…?

    Se siamo siciliani dentro e nell’anima un motivo ci sarà, cosa significa cambiare partito o schieramento? che tutto sarà diverso? ma quando mai , siamo la terra del Gattopardo non lo dimenticate, che votate a fare? poi vi lamentate? le cose sono cambiate solo con le rivoluzioni, è storia. STUDIATE

    la fanno!il punto che c’è obbligo di pubblicazione

    il primo segnale per Musumeci & C arriverà il 4 marzo sicuro la gente voterà diventerà bellissima….

    Chiunque si presti a concedere il proprio lavoro per risolvere i problemi della pubblica amministrazione e si impegna fino in fondo, è giusto che sia compensato adeguatamente. Ma qui assistiamo al vecchio gioco dell’oca che è ricominciato come prima, peggio di prima. Questi incarichi, conferiti in questi giorni, sono completamente fuori dalla volontà, dalle aspettative e dalla comprensione dei cittadini.

    Questa gente nominata dal Governo Musumeci fa parte della vecchia politica. Chi proviene dalla DC, chi proviene addirittura dal PD e nulla hanno a che vedere col centrodestra di Musumeci. Si sa in Sicilia come nel resto del Paese si va sempre dove tira il vento. Morte al Re evviva al nuovo Re. per adesso è il centrodestra al governo è sto con loro, domani ci sarà il centrosinistra e starò con loro. Alla faccia della coerenza e della gente che ha creduto nel vero cambiamento con Musumeci Presidente della Regione Sicilia.
    Siamo la terra del GATTOPARDO. Cambia tutto per non cambiare mai nulla e niente. Tutto resta sempre al proprio posto e niente si tocca. Alla faccia del cambiamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *