Oltre la protesta, il flash mob| “Non calpestate la cultura” - Live Sicilia

Oltre la protesta, il flash mob| “Non calpestate la cultura”

La manifestazione organizzata su Facebook. Un gruppo di studenti che rappresentava lo Stato ha simbolicamente calpestato dei libri di testo.

PIAZZA CASTELNUOVO
di
0 Commenti Condividi

PALERMONon solo occupazioni, cortei e manifestazioni: la protesta studentesca si esprime anche attraverso iniziative alternative e creative. Come il flash mob organizzato oggi pomeriggio a piazza Politeama, cui hanno partecipato studenti del Meli, del Galilei e dell’Umberto.

“Non calpestate la nostra cultura” è il titolo dato alla manifestazione e al gruppo su Facebook che i ragazzi hanno usato per organizzarsi. Ed è la frase che si legge sullo striscione che i ragazzi hanno mostrato, tutti uniti davanti l’ingresso del teatro Politeama. Poi si sono divisi in due gruppi: uno rappresentava lo Stato, l’altro la Scuola. Lo Stato ha simbolicamente gettato a terra e calpestato dei libri di testo, mentre la Scuola correva a recuperarli.

I ragazzi hanno poi formato un sit-in: con i libri di testo in mano, hanno ascoltato la lettura dell’incipit e del VI canto della Divina Commedia, uno dei canti politici del poema dantesco, mentre gli studenti che rappresentavano lo Stato facevano la parte dei “guastatori”, strappando dalle loro mani i testi. “Quello che vogliamo fare è questo: studiare liberamente”, spiega una delle organizzatrici della manifestazione al megafono.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *