Palermo, brutale pestaggio: dipendente Rap in codice rosso

Palermo, brutale pestaggio: dipendente Rap in codice rosso

E' stato aggredito da tre persone. Le indagini della polizia.
PALERMO
di
4 Commenti Condividi

PALERMO – Un dipendente della Rap nel pomeriggio è stato picchiato da tre persone che si erano presentate al centro di raccolta in via Rosario Nicoletti, a Palermo, per scaricare rifiuti. Il responsabile del centro, Paolo Catalano, aveva detto che non era possibile farlo. A questo punto i tre, tra loro padre e figlio e una terza persona non identificata, hanno picchiato l’impiegato sferrando pugni e calci.

Gli agenti di polizia avrebbero identificato due dei tre aggressori, padre e figlio, mentre la terza persona è fuggita. Catalano è stato trasportato in ospedale in codice rosso e privo di conoscenza.

“Non si capisce quale possa essere stato il motivo di una aggressione cosi sproporzionata e violenta – dice Girolamo Caruso, amministratore unico della Rap – Peraltro parliamo di 3 malavitosi che hanno circondato il dipendente Rap aggredendolo a calci e pugni. Dipendente al momento in codice rosso e privo di conoscenza. Siffatti comportamenti sono inaccettabili in una città che si dichiara, ed è, in massima parte, civile. Ci auguriamo che i testimoni dell’aggressione si facciano avanti e che il nostro dipendente possa riprendersi quanto prima. Questo purtroppo è il risultato di campagne sistematicamente e ingiustificatamente denigratorie verso i nostri dipendenti e l’azienda. Già domani avvieremo l’installazione di telecamere in ogni singolo Ccr in collegamento con la polizia”. (ansa).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    Arrestarli e buttare le chiavi, please.

    I candidati alle prossime elezioni cittadine vanno sostenendo in coro che la città deve essere liberata dai rifiuti ma purtroppo tutti quanti si riferiscono solo a quelli solidi dimenticando che ne esistono anche di altri…….

    Questa è ormai da tempo la città di Palermo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *