Palermo, Cordaro con Lagalla: "Lancio l'appello all'unità"

Palermo, Cordaro con Lagalla: “Lancio l’appello all’unità”

La scelta dell'assessore regionale nella sfida per Palermo.
PALERMO 2022
di
3 Commenti Condividi

Candidati in campo e posizionamenti, mentre per il centrodestra si delinea la sfida Cascio-Lagalla, il primo sostenuto da Forza Italia e Lega, il secondo ha ha incassato con soddisfazione la convergenza di Fratelli d’Italia.

L’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro, sosterrà Roberto Lagalla. “Il Centro e la Destra si sono uniti in un concreto progetto di governo per la città di Palermo, che vede in Roberto Lagalla il candidato più autorevole e credibile – spiega lui in una nota -. Con Lagalla ci unisce una comunione d’intenti sin da quando ci siamo candidati nella stessa lista alle elezioni regionali, comunione che si è consolidata, seduti fianco a fianco, nella giunta di governo e che certamente ci vedrà spendere insieme per il successo di questa competizione elettorale”.

“La mia scelta non è contro qualcuno, – precisa Cordaro – soprattutto se gli uomini in campo sono due amici ed ottimi politici come Ciccio Cascio e Totò Lentini. Ma per chi come me – da sempre – ha camminato sul solco tracciato dai padri del cattolicesimo democratico, scegliere convintamente il candidato sindaco Lagalla è il percorso più naturale verso l’unità del centro e dei valori che esso esprime.
 Agli amici che hanno fatto in questi giorni scelte differenti lancio un appello all’unità, invitandoli ad aderire ad una aggregazione coerente e vincente. In ogni caso, auspico di ritrovarli tra pochi mesi a sostegno del Presidente della Regione Nello Musumeci, al quale – sin d’ora – confermo l’appoggio mio personale e della comunità che rappresento”.

Cordaro è un uomo di Cantiere popolare, che sta con Cascio, ma, in questo caso, la sponda più forte è quella dalla parte del suo presidente, Nello Musumeci. A dimostrazione del fatto che la sfida per Palazzo d’Orleans è intrecciata con quella di Palazzo delle Aquile.

La nota di Noi con l’Italia

“Con la decisione di sostenere la candidatura a sindaco di Roberto Lagalla, l’on Totò Cordaro si colloca formalmente al di fuori del partito di Noi con l’Italia-Cantiere popolare di cui da oggi, anche da un punto di vista formale, non fa più parte, non rappresentandoci più neanche nella giunta regionale. Siamo sicuri che avrà la sensibilità politica di dimettersi da assessore. Gli auguriamo ogni fortuna da un punto di vista politico”. Così scrive Massimo Dell’Utri, coordinatore regionale di Noi con l’Italia


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    Dell’Utri? Quello di forza Italia? Che c’entra????

    Non è quello di Forza Italia. Che delusione Toto

    Cesaaa il problema è proprio Cordaro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.