Palermo senza scaffe, | l'utopia corre in rete - Live Sicilia

Palermo senza scaffe, | l’utopia corre in rete

Un gruppo su facebook
di
15 Commenti Condividi
Diego Cammarata

Diego Cammarata

Palermo senza scaffe e senza buche. Detto così fa impressione. Santuzza bedda! Socchiudete gli occhi e immaginatela (Palermo, etc, etc…). Cosa provate? Provate un sollievo, un formicolio dolce che sale dalla schiena e lenisce i vostri arti di guidatori afflitti dagli scossoni, tipo carrozzone assicutato dagli indiani su un sentiero di macigni, che PA vi infligge ogni giorno? Oppure avvertite l’orrore di chi si vede sottratto un feticcio familiare, sia pure orribile? Come sarebbe la nostra comunità urbanistica e  felicissima con le strade lisce e levigate come le guance di un bebè? Sarebbe bella, ma pure sarebbe irriconoscibile. Metti che uno la mattina si sveglia e si convince che non ci sia più alcuna differenza tra Palermo e Oslo, a parte il freddo che fa? Roba da pazzi. Roba da smarrire la bussola e la carta d’identità. Moriremmo norvegesi? Giammai!
Le scaffe, già. Alcuni sciagurati su Facebook le vorrebbero abolire e con esse disperdere il senso intimo della palermitanità stradale. Scrivono questi folli sobillatori che hanno fondato un gruppo all’uopo (“Palermo senza buche e scaffe”): “Le strade di Palermo sono in uno stato penoso… buche e scaffe ogni 30 cm, un vero schifo!!!! Finchè viaggi in auto, diciamo che la cosa è abbastanza sopportabile, ma in moto Nooooo, diventa un vero e proprio Inferno. Tutte le ditte preposte per i lavori, bene che possa andare… non fanno altro che rattoppare sull’asfalto già esistente. Il problema a mio avviso comincia ad essere serio!!! (…) Perchè non rifanno una volta per tutte il manto stradale di Palermo? Parliamone, muoviamoci!!!!”.
Muoviamoci? Ma cosa volete? Oggi si comincia col togliere le scaffe e domani magari tocca alla mafia! Se ci togliete le buche per strada, la mafia e magari pure il “ciaffico”, cosa resterà di noi? In quale specchio ci specchieremo? Come potremo dirci palermitani?
Per fortuna su scaffe, buche e affini abbiamo una formidabile assicurazione. Noi palermitani siamo fortunati. L’uomo che amministra questa città mai permetterà un simile scempio. Mai tollererà che vengano rimossi i segni profondi della nostra civiltà automobilistica. Per questo lo ringraziamo dal profondo del cuore. E ci mettiamo pure una fotina a corredo del pezzo, per ringraziarlo ancora meglio.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

15 Commenti Condividi

Commenti

    Mi vergogno ad essere palermitano. Una coppia di amici miei di Aosta, nel giro di una settimana hanno spaccato 2 copertoni a causa delle buche. Ma il vostro sindaco (io mi rifiuto di essere rappresentato da una nullità simile), non si è mai posto il problema? E’ vero che lui non cammina con la sua auto e quindi poco gli interessa, e poi è molto preso dai suoi impegni al circolo del tennis. CAMMARATA ma quando vai via?

    beh io sono emigrato 12 anni fa e mi ricordo sempre delle buche enormi ma se non sbaglio non c’era sempre Cammarata sindaco? o quando c’era Orlando forse andava tutto bene? ma fatemi il piacere….. qui a Vicenza da quando c’è un sindaco di sinistra mi sembra di essere tornato a Palermo data l’enormità di buche presenti in tutte le strade l’inefficienza dell’amministrazione comunale persino qualche problema con la raccolta dei rifiuti etc etc come vedi tutto il mondo è paese destra o sinistra che sia. Se si imparasse a usare il cervello prima di azionare la bocca……….l’Italia forse ricomincerebbe a essere un paese civile!

    A PROPOSITO DI MANTO STRADALE………..in questi mesi,non dico giorni (perche’ se al nord per fare un kilometro di strada ci inpiegano due giorni,da noi in un paio di mesi siamo a circa 2km.)STANNO ASFALTANDO VIA GALLETTI E VIA MESSINA MARINE,IL LAVORO LO STA EFFETTUANDO L’AMIA…NON SO’ SE CI VUOLE UN CORSO PER POSARE IL MANTO STRADALE,SO SOLO CHE STANNO LAVORANDO VERAMENTE DA SCHIFO!!!E’ POSSIBILE CHE NESSUNO CONTROLLI LA QUALITA DEL LAVORO?IN ALCUNE PARTI GIA’ CI SONO LE CREPE,I MARCIAPIEDI A FORZA DI METTERE ASFALTO NEL BORDO STANNO PER SCOMPARIRE,QUANDO PIOVE SI FORMANO PIU’ POZZANGHERE DI PRIMA E NEMMENO SANNO FARE LE GIUNZIONI….NON SO FORSE DOBBIAMO RINGRAZIARLI LO STESSO DICENDO LA CLASSICA FRASE….(MEGLIO DI NIENTE).PERO’ SE IO DA AUTOMOBILISTA HO UN PO’ LE RUOTE LISCE O QUALCHE LAMPADINA BRUCIATA,ECCO CHE ALLORA LE AUTORITA’ COMPETENTI FANNO UNA PARTE DEL LORO ””’DOVERE””’…HO ESAGERATO?????

    Voi di livesicilia siate bravi, ma magari evitate di inserire parole in dialetto nei titoli, o perlomeno uqnado lo usate usate il corsivo/virgolettato.

    Non è che il sito è visibile solo dalla Trinascria, o no?

    Con stima,

    Scusate, ma mi pare opportuno dare il giusto risalto ai marciapiedi!
    Da quanto tempo non fate una bella passeggiata nel tratto Statua-Notarbartolo di viale della Libertà?
    Anche qui buche a profusione. E meno male che tantissime sono colme di strati sedimentati di spazzatura, che almeno danno continuità e livellamento!
    Oppure, nelle giornate di pioggia, avete mai visto che tutti i passaggi pedonali di via R. Settimo si trasformano il piccole piscine. E occorre ricordare che stiamo parlando di lavori pubblici, eseguiti recentemente.
    Tutto ciò non ha origine da destra e neppure da sinistra (la sinistra? ma dov’è finita?). Ma ricordiamoci che noi per primi, ahi noi, siamo quelli che contribuiscono seriamente all’accumularsi della spazzatura in via Libertà.
    Purtroppo…

    @ maurizio67. Voglio esprimerti meglio il mio concetto: premetto che non sono pro Orlando, ma se vedessi come è ridotta Palermo da quando si è insiedato Cammarata cambieresti sicuramente tono. Purtroppo per me io ci vivo e mi duole vedere un degrado simile. La differenza tra Orlando e Cammarata? Diciamo che fra i due mali Orlando è il minore.

    A prescindere dal colore politico, dalle condizioni stradali che derivano anche dalla conformazione della città (il porto in pieno centro cittadino) e dall’eccessivo flusso di mezzi pesanti che l’attraversano, se Palermo è ridotta per come notiamo e per come ci lamentiamo, forse dimentichiamo la motivazione principale e cioè che Palermo è abitata dai palermitani e che a una buona parte di questi, il comune ha rilasciato la carta d’identità priva della dicitura “stato civile”, non ce l’hanno per natura e non l’acquisiranno mai. Forse è questo il motivo principale della provocazione di chi (altro articolo di LiveSicilia) vuole Palermo borbardata dal “napalm”.

    Sei veramente sicuro? ricordati che i mali di palermo cominciarono quando qualcuno creò una miriade di coop. che dovevano alleviare il fenomeno disoccupazione. Il risultato è stato questo:
    1) Tutte le coop erano controllate da personaggi definibili quantomeno “scanazzati” per non dire piccoli (?) mafiosi
    2) Una buona parte erano commercianti figli di commercianti (con le licenze intestate a mogli o mamme o ancora suoceri) che lavoravano e stavano pure bene economicamente (io che avevo già figli non mi potevo permettere di buttare 500.000 lire, se non ricordo male, e stare in piazza a fare casino per il “posto” fisso
    3) Per fare lavorare questa gente oggi puoi tranquillamente farti un giro per gli uffici comunali di Palermo e non scandalizzarti di trovare 12 uscieri in un ufficio vicino all’esattoria (mio fratello tra di loro) a mangiar pane e mortadella e leggere giornali o di andare in un piccolo cimitero di Palermo e trovare 10 persone che giocano a briscola e non ti scandalizzare se vai all’ AMIA (e poi parliamo di fallimento) e vedere gli operai effettivi dell’Azienda lavorare in ufficio e “quelli delle coop” che oggi sono operai della Gesip (altro sperpero) passeggiare per il centro perchè a levare l’immondizia ci pensano quelli non ancora stabilizzati. Chi ha creato queste bombe ad orologeria? Cammarata? riflettiamo.So solo che io sconcertato e per bisogno di lavorare 12 anni fa me ne sono andato a lavorare a 1.700 km. di distanza ma sai non sono affatto pentito anzi vedo i miei figli (grandi) ringraziarmi e i miei (piccoli) felici e tanto per non farmi assalire dalla solitudine fra un pò mi arriva anche il 5° figlio. Saluti

    Bravo maurizio67 e auguri. Palermo è stata sempre la stessa, Qualcosa è cambiata per l’arrivo dei miliadi di lire della comunità europea per il risanamento del centro storico (qualcosa dovevano pur realizzarla) e per l’arrivo dei miliardi di lire per il rifacimento della zona attorno allo stadio per lo svolgimento dei mondiali di calcio di Italia 90. E credo che attorno a questi grandi appalti stia scritta, da qualche parte, la vera storia sugli attentati mafiosi accaduti a Palermo. Ebbene a parte le novità logistiche della città e qualche timido risveglio delle cosiddette coscienze civili a seguito degli omicidi eccellenti, a Palermo non è cambiato proprio nulla, forse siamo un pò più evoluti, abbiamo i centri commerciali.

    via BUONFORNELLO, l’unica, ripeto, L’UNICA via che da via filippo brunelleschi ti permette di rientrare in via badia per andare fino in piazza a cruillas (se vieni da via michelangelo); VORAGINI di proporzioni bibliche… chiamati, tappano la voragine… piove… e l’asfalto se ne va di nuovo e la voragine aumenta, poi piove, si riempie d’acqua la voragine ti sembra un’innocua pozzanghera e… PATAPAM, SEMIASSE ROTTO, CUSCINETTI DELLA RUOTA, CERCHIONE STORTO… cose incredibili…

    via delle magnolie… 2 ragazzi cadono in scooter a causa di una VORAGINE, battezzata erroneamente BUCA/POZZANGHERA…

    @SEBASTIANO -> infatti… prima il centro commerciale… e poi la strada che dallo svincolo autostradale di villabate dovrebbe collegare al centro commerciale, evitando l’imbottigliamento in via giafar e a brancaccio (ancora incompleta dopo 4 mesi. Hai mai provato a fare l’albero di natale partendo dagli addobi esterni tipo le palle colorate e i fili dorati… e poi mettere le luci ad intermittenza??? difficilotto…

    Il riferimento sulla evoluzione associata al centro commerciale, è ironia.

    A proposito di Orlando e Cammarata, non voglio difendere nessuno dei due ma vorrei fare presente che Orlando ha fatto il sindaco di Palermo dal 1985 al 1990 e dal 1993 al 2000, cioè 12 anni nel totale. Nel commento precedente ho citato i miliardi per il risanamento del centro storico e i miliardi per l’adeguamento della zona attorno allo stadio, e lo stesso stadio, per i mondiali del 1990. I progetti di finanziamento per il centro storico e per i mondiali hanno avuto inizio con a capo dell’amministrazione comunale proprio Orlando e poi dal 1993 proseguiti. Lui ha avuto certamente la possibilità di poter spendere qualche lira. Ricordiamoci pure la nasciata di non so nemmeno quante cooperative sociali e di lavoratori, ancora oggi ne piangono le conseguenze i nostri giovani. Cammarata non è che ha ragione o che si sta comportando da perfetto amministratore ma ha anche dovuto gestire situazioni pregresse ereditate.

    @maurizio1967. 1)voglio dire che ti invidio per la tua scelta. Anch’io l’avrei fatta un paio d’anni fà. Oggi a 50 anni,con un posto perso da 2 mesi mi sembra che il mio tempo sia scaduto per ricominciare.
    2) condivido con te tutto l’esercito di precari che ha creato Orlando, non capendo che era una bomba ad orologeria.
    La mia non voleva essere una difesa a nessuno anche perchè non sono la persona giusta, ma mi rendo conto che giorno dopo giorno andiamo sempre più giù e òa cosa mi preoccupa anche in prospettiva dei giovani. Ora ho allargato il discorso a 360°. Ma se i politici avessero uno stipendio normale e la possibilitù di essere anche licenziati dall’oggi al domani secondo te si adoporerebbero in maniera più seria? Con 20.000 € al mese oltre a tutti i benefit è facile vivere.
    Ma tornando all’argomento topic. vorrei dirti che fra le tantissime cose sbagliate quualcosa di buono a noi palermitani c’è rimasta. Ad esempio 15 anni fà non ci sognavamo minimamente di andarci a fare una passeggiata notturna alla kalsa o in qualche altro quartiere della vecchia Palermo.
    Ti faccio con invidia un mondo d’auguri per la tua scelta di andare via dalla sicilia….potessi farla io!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *