Pd, Monastra: "Il segretario |non ha più una maggioranza" - Live Sicilia

Pd, Monastra: “Il segretario |non ha più una maggioranza”

La portavoce dell'area Civati: ''Ogni giorno ci svegliamo con la notizia di un nuovo assessore regionale candidato nella lista Pd delle europee e non solo". Panarello le risponde: "Dichiarazioni fuori luogo"

Area Civati
di
1 Commenti Condividi

PALERMO – ”Ogni giorno ci svegliamo con la notizia di un nuovo assessore regionale candidato nella lista Pd delle europee e non solo. Più in generale l’intera lista è stata oggetto di continui aggiustamenti e sostituzioni ad opera sia del segretario regionale che della Direzione nazionale del Pd, dove indecorosamente sono volati gli stracci tra i siciliani”. Lo dice Antonella Monastra, portavoce area Civati Pd Sicilia. ”L’episodio più indicativo della mancanza di una prospettiva politica credibile e rivolta ad allargare il consenso del Partito è la vicenda di Giusi Nicolini, sindaca di Lampedusa, a cui facciamo un appello in extremis per un ripensamento, tenuto conto che il voto della lista prevede le preferenze -aggiunge – E’ un grave deficit della democrazia interna del Partito il non avere convocato ad oggi una Direzione regionale. E’ evidente che i tempi delle primarie bulgare dell’allegro carrozzone sembrano la preistoria. Il segretario non ha più la maggioranza. E’ necessario sottoporre al vaglio di questo organismo decisionale quale progetto politico sia alla base di tanti stravolgimenti, rispetto al voto dell’ultima Direzione regionale sulla composizione della lista. In quella occasione, come area Civati, abbiamo manifestato le nostre perplessità sulla lista proposta con un voto di astensione. Oggi tali perplessità si sono trasformate in una totale assenza di condivisione”.

A Monastra risponde Filippo Panarello, deputato regionale del Partito democratico: “Le dichiarazioni di Antonella Monastra sono intempestive e fuori luogo. E’ noto, infatti, che la Direzione regionale aveva votato, praticamente all’unanimità, una proposta di candidature per le elezioni europee che è stata cambiata, e non per volontà del Segretario regionale, nel corso di una Direzione nazionale quasi una settimana fa”.

“Antonella Monastra, portavoce dell’area Civati – prosegue Panarello – dovrebbe spiegare, invece, perché la necessità di parlare proprio adesso, mentre nessuno è intervenuto quando è stata stravolta la scelta della Direzione regionale, organo decisionale che la stessa Monastra invoca né, tantomeno, quando improvvisamente, in una notte, è stata nominata una Giunta regionale senza tener conto – conclude – della volontà che era stata espressa dagli organismi del Partito democratico, e che ha, al suo interno, personaggi come Antonio Fiumefreddo”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Monastra tornatene da dove sei venuta, il Pd non è un’autobus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *