Picchiato Gaetano Pecoraro |Cercava Genny 'a carogna| VIDEO - Live Sicilia

Picchiato Gaetano Pecoraro |Cercava Genny ‘a carogna| VIDEO

Il giornalista palermitano, inviato a Napoli per il programma di La7, è stato avvicinato e colpito al volto da una persona del posto. Poco prima aveva intervistato Ciccio 'a carogna, presunto camorrista e padre del capo degli ultras della curva partenopea balzato agli onori della cronaca dopo la finale di Coppa Italia.

PIAZZAPULITA
di
3 Commenti Condividi

L’inviato di “Piazzapulita” Gaetano Pecoraro è stato picchiato a Napoli nel quartiere Forcella mentre era alla ricerca di Gennaro De Tommaso, meglio noto Genny ‘a carogna, il capo degli ultras della curva partenopea che ha autorizzato l’inizio di Fiorentina-Napoli, la finale di Coppa Italia disputata all’Olimpico tra infinite polemiche. Il giornalista palermitano è riuscito ad intervistare Ciccio ‘a carogna, il padre del tifoso che ha indossato la maglietta “Speziale libero” dedicata all’assassino del poliziotto Filippo Raciti. Il genitore di Genny ‘a carogna, sospettato di essere affiliato ad un clan camorristico, sostiene che Speziale abbia “semplicemente” preso a sprangate l’agente di polizia ma non sarebbe stato lui ad ucciderlo. L’uomo ha quindi smentito di essere un camorrista ammettendo di aver trascorso quattro anni in carcere. Dopo aver raccolto la testimonianza, Pecoraro è stato avvicinato e colpito in  volto da una persona del luogo.

GUARDA LA PUNTATA DI PIAZZAPULITA (Il servizio di Gaetano Pecoraro al minuto 35.55)


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    esiste ancora:
    un barlume di correttezza, educazione, legalità, coerenza in questo paese ?
    non credo…
    è anche vero che la strada maestra comunque l’hanno segnata i manager ed i grandi imprenditori arraffoni esistenti in questo paese, con la connivenza ed il compiacimento della migliore classe politica in atto esistente ed esistita.
    Ripensando al video di striscia la notizia della scorsa puntata (5 c.m.) e relativo alla mazzetta richiesta dall’impiegato del tribunale di napoli per fare le copie senza passare dai bolli, mi convinco sempre di più che la macchina burocratica che nel corso degli anni dal dopoguerra ad oggi, si è impossessata della quotidianità, ci ha portato dove ci troviamo.
    Ovvero tutti se possiamo, troviamo la via breve, se possiamo cerchiamo l’amico per evitare questo o quello.
    Tali atteggiamenti compreso quello del pestaggio al cronista (per me coraggioso- come luca abete) sono lo specchio della realtà…
    triste, dura ma realtà !!!
    E credo proprio che ci vorrà troppo, molto tempo per rimettere tutto lungo una nuova strada.
    Devono cominciare i vertici a non fare la cresta su tutto …
    Difficile, molto difficile.
    Ecco perchè siamo diventati la repubblica degli scarti delle banane.
    Eravamo i migliori … ahimè!

    C’è un paese dove il politico che è stato più a lungo presidente del consiglio è un pregiudicato per evasione fiscale, ha ospitato per mesi e mesi un capo mafia nella sua villa, organizzava serate frequentate da numerose prostitute, alcune delle quali le ha fatte entrare in politica, racconta barzellette ridicole, si rende protagonista di scenette che neanche nella commedia italiana si sono mai viste…

    Mi dispiace Gaetano ma pure Lei……..
    Questa gentaglia non va intervistata, non si deve dar loro visibilità, devono morire dimenticati ed ignorati. Come si fa a dire che speziale ha solo colpito l’ Agente Raciti ma non l’ha ammazzato???? E voi glielo lasciate dire diramando in tv questo schifo di messaggio????? La prossima volta non li vada a cercare che e’ meglio. In bocca al lupo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.