Palermo, polveriera Villa Sofia | Sospetti sulla nomina di Tutino - Live Sicilia

Palermo, polveriera Villa Sofia | Sospetti sulla nomina di Tutino

Il commissario Giacomo Sampieri ha scelto Matteo Tutino per guidare il reparto di Chirurgia plastica del centro traumatologico di Palermo. Pronta una raffica di ricorsi. La direzione difende la scelta: "Aveva il curriculum migliore". C'è chi sospetta che dietro la nomina ci sia la sua amicizia con il governatore Crocetta. Intanto a Villa Sofia arriva un altro nuovo primario.

102 Commenti Condividi

PALERMO – Denunce in Procura, intimidazioni, sospetti e per finire la contestatissima nomina di un primario. Il commissario Giacomo Sampieri ha scelto Matteo Tutino per guidare nei prossimi cinque anni il reparto di Chirurgia plastica generale e maxillo facciale del centro traumatologico Villa Sofia di Palermo. Il clima già teso è diventato incandescente.

Chi è rimasto fuori non se ne starà con le mani in mano. I ricorsi sono già pronti e contesteranno sia il metodo che la legittimità della scelta di Tutino il cui arrivo a Palermo aveva già creato mugugni in corsia. Uno dei candidati al concorso, Dario Sajeva, aveva diffidato il commissario prima che Tutino venisse nominato denunciando vizi procedurali. In sostanza, ritiene che la riapertura dei termini del concorso, datata dicembre 2011, sarebbe avvenuta sfruttando un escamotage. Ovvero, la necessità di dovere inserite fra i titoli da valutare anche quelli in lingua inglese.

I ricorsi che stanno per partire, invece, proveranno a smentire ciò che il concorso ha sancito e che il commissario Sampieri ribadisce con forza: “Tutino era il candidato con il curriculum migliore”. Gli esclusi ritengono che fra i titoli che gli hanno spianato la strada c’è, dopo quella presa a Catania, una ulteriore specializzazione ottenuta all’estero – in America per la precisione – che non avrebbe valore in Italia. Specializzazione che, però, a detta della direzione, non farebbe parte dei titoli presi in considerazione.

Il commissario Sampieri non si sorprende dei ricorsi. Li considera quasi fisiologici. Si sorprende, però, che prima d’ora nessuno avesse sollevato dubbi o perplessità sulle procedure. A cominciare dalle delibere pubbliche con cui, un anno e mezzo fa, erano stati ammessi i candidati. Perché tutti questi rilievi adesso ? Forse per via dei rapporti fra Tutino e Sampieri. Tutino ha lavorato a Caltanissetta quando Sampieri era manager dell’Asp nissena. Ed è stato Sampieri, pochi giorni dopo essere arrivato a Villa Sofia su nomina del governatore Rosario Crocetta, a volere Tutino in comando all’ospedale palermitano. Non è tutto: perché Tutino non ha mai nascosto la sua amicizia con Crocetta. Per la verità neppure la sua conoscenza con Antonio Ingroia e le cure prestate all’ex presidente Totò Cuffaro.

Del sospetto che dietro la nomina di Tutino a primario ci sia lo zampino della politica Sampieri non vuole proprio sentire parlare. E ricorda che i candidati idonei al concorso sono stati scelti nel 2012, quando lui a Palermo non era neppure arrivato. Così come non si era ancora insediato all’Asp di Caltanissetta quando Tutino vi arrivò dal Policlinico di Palermo. Per la cronaca siamo nel luglio 2012 quando il governatore era ancora Raffaele Lombardo. Sampieri rivendica, però, la scelta di averlo voluto a Villa Sofia in comando dopo avere lavorato con lui alcuni mesi al Sant’Elia di Caltanissetta. Riteneva e ritiene che la sua presenza in città potesse fare aumentare la produttività. In termini di Drg, e cioè di complessità di interventi, e non di numero di pazienti.

Sono spiegazioni che difficilmente riusciranno a convincere gli esclusi dal concorso a cui hanno partecipato, oltre a Tutino, anche Dario Sajeva, Francesco Mazzola, Maria Antonietta Inzerillo e Roberto Pirrello. Alcuni di loro hanno già fatto richiesta di accesso agli atti del concorso preceduto dalle polemiche prima ancora che se ne conoscesse l’esito. Nessuno in corsia, infatti, aveva gradito l’arrivo di Sampieri da Caltanissetta in un momento in cui, dicono, il reparto era produttivo e non c’erano criticità che giustificassero il nuovo innesto.

E così quando ad aprile fu trovata la colla attak nella serratura della stanza di Tutino i colleghi gli espressero solidarietà, ma presero le distanze dalla gestione del reparto. Tutino, dal canto suo, aveva collegato l’intimidazione alla sua scelta di bloccare l’acquisto di attrezzature per più di un milione e trecentomila euro. A fine luglio un nuovo episodio di cronaca: la caposala Cristina Rappa trovò dentro un armadio dell’ambulatorio una ventina di kit per operare lo scafoide, viti per la ricostruzione cranio-facciale più alcuni set per osteotomie. Materiale per migliaia di euro che, secondo la direzione, non sono mai passati dalla Farmacia. Falso, dicono i medici che sono finiti sotto accusa e oggi dovranno presentarsi davanti alla commissione disciplinare. A completare il quadro, la denuncia che uno di loro ha presentato in Procura, descrivendo un anomalo incremento di interventi di chirurgia estetica che nulla avrebbero a che fare con la chirurgia plastica.

La polemica, dunque, è servita. Chissà se alla stessa maniera si infiammerà attorno alla nomina di Patrizia Ajovalisit. Da oggi è lei il nuovo primario del Pronto soccorso pediatrico. Per coprire il posto alla Chirurgia vascolare, invece, si dovrà attendere il primo ottobre.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

102 Commenti Condividi

Commenti

    Modello Bordello in salsa di silicone.

    sembra la solita vicenda
    ad ogni nomina di primario gli esclusi protestano

    Lasciate lavorare i magistrati

    se avranno ragione i critici di Tutino
    Tutino sarà rimosso

    Se avrà ragione Tutino, con le sue denunce,
    saranno rimossi i suoi critici

    con buona pace di ogni dietrologia

    …alle prossime puntate. …

    Che fine ha fatto il concorso di chirurgia oncologica? Perché’ non viene espletato?

    Amicizia con crocetta ??? Naaaaaaaaaaa non è’ possibile un sospetto del genere……
    E’ UNA CERTEZZA!
    Tutto passa da crocetta !

    Quale sarebbe stato l’epilogo del concorso era noto a tutti. Se andate a cercare tra i commenti dei lettori scritti negli ultimi mesi troverete “la profezia”.
    La politica non c’entra? Crocetta non c’entra? Che ridicolaggini!

    mi pare un po affrettato per un commissario in scadenza nominare un primario per cinque anni visto che esiste una circolre che bloccava le nomine ! certo un po’ inquietante che questo tutino e’ anchenil medico personale di crocetta!
    capisco che alla fine i primari si nominano sempre alla stessa maniera, che schifo!!!!

    Svasate ma qual è il problema? La magistratura valuti i curricula. Se come sostiene il commissario quello di Tutino e’ il migliore sarà facile dimostrarlo. Io non ci vedo lo scandalo. Il ricorso e’ legittimo e servirà proprio a valutare questo. Certo le spiegazioni sui tempi che fornisce Sampieri mi sembrano convincenti.

    È quando nomineranno il primario di chirurgia d’urgenza cosa succederà ?

    La storia si ripete. Spero che finalmente qualcuno si occupi delle nomine degli apicali dell’ospedale di cefalu’ avvenute per chiamata “diretta”, anche di pensionati o riciclati dell’ultima ora, con titoli non proponibili nel pubblico

    tutino è amico intimo di crocetta,è spesso presente ad incontri con commissari e direttori sanitari,spesso qualcuno ha alzato la voce con lui per riabbassarla subito dopo aver saputo che è uno dei consiglieri segreti di crocetta.un carattere strano,un po su di giri,cura saro con diete strane anche come chirurgo plastico.sampieri ha di tutto e di piu per salvarsi il culo per la prossima nomina.ma se conosco bene crocetta lo farà saltare per dimostrare che non è così ma tutino resterà.la rivoluzione continua….alla faccia della legalità e dell’antimafia ….a

    Vergogna anche discutere. Tutino è il Migliore forse in ITALIA! informatevi.

    stanno vedendo chi è l’amico migliore di Crocetta da sistemare

    Tutino è il migliore a livello Europeo, chi vuole rompere aqnche sulla nomina di Tutino, non fà altro che del male ai Siciliani. Anche s’è amico di Crocetta che male c’è, che dobbiamo fare farci scappare i migliori e poi inseguirli in altre regioni? Finitela d’insinuare ombre sù Samperi, ha fatto il suo dovere, nè drovemmo avere uno per provincia di Samperi.

    Viva la rivoluzione di crocetta! SCHIFO

    Io, invece, aspetto di vedere con ansia il curriculum di Sampieri per la nomina a direttore generale 🙂

    La scelta curriculare non si discute, tra l’altro la nomina di un primario è su base fiduciaria da parte del manager. Il punto è proprio questo. un commissario straordinario è un manager che ha poteri di programmazione poliennale rapportati alla durata suo incarico? Un commissario è funzionario a scadere legato all’ordinaria amministrazione. E’ la tempestività di questa nomina (o se volete la premura) che lascia un pò perplessi. Perchè non si è lasciata la scelta al prossimi direttore generale? Questi, così si dovrà tenere un primario non scelto da lui (pur avendone diritto e prerogative) sin dall’inizio del suo mandato. Cose folli che possono accadere solo nella Sicilia crocettiana.

    Piu’ che un concorso vinto mi sembra una commedia teatrale, un teatrino, TOTI E…TUTINO!!!

    non è proprio così, ma speriamo bene

    Chissà perché gli amici dei politici hanno sempre ” il curriculum migliore”. Che, peraltro, per una fascinosa combinazione, è, indiscutibilmente,direttamente proporzionale al potere del padrino politico. Forse tutto dipende dal sole siciliano: picchia oggi e picchia domani e tutto marcisce.

    Si vede che lo conosci solo perchè sei amico… e professionalmente non hai avutobisogno… se no non faresti questa affermazione… Spero solo che la magistratura verifichi i titoli del Tutino

    Quanti anni ( o mesi) di anzianità ospedaliera ha Tutino?

    Questa storia mi ricorda qualcosa: Alberto Zangrillo, medico personale di Berlusconi, è stato incluso nella Commissione della Sanità per scelta del ministro Lorenzin.

    …è pubblicato sul sito di Villa Sofia…

    è vero quello che dici….anche di più…..uno schifo

    ma c’è un concorso di chirurgia oncologica…..???????

    A Elina
    Mi sono informata Tutino è il migliore in Italia come venditore di fumo con le sue specializzazioni prese in paesi del terzo mondo!!!!

    A Salvatore
    Si è proprio il migliore d’Europa come la Stancheris (ex SEGRETARIA) e la Scilabra che non è riuscita ancora a prendere uno straccio di laurea!!!!
    Magari scappasse il Tutino la nostra terra è già abbastanza martoriata senza il suo aiuto!
    Ah per la cronaca FA si scrive senza accento e NE in questo caso non si accenta. Consulta il vocabolario della lingua italiana prima di scrivere.

    VERGOGNA!!!!!
    Crocetta peggio di Lombardo e di Cuffaro.
    Ma, quelli, almeno, non alzavano il vessillo della legalità per mascherare le loro ingiustizie.

    Verificate l’anzianità e anche perchè se ne è dovuto scappare dal Polclinico…..

    INDAGARE ANCHE SU REPARTO ORTOPEDIA VILLA SOFIA

    Ma dove il problema ?C’e forse un posto di dirigente ho ho di primario ho di qualsiasi posto nella stanza dei bottoni ,dove il designato non sia amico di questo o quel politico I valori personali morali e professionali non contano nulla , la verità è che ha quei livelli se non conosci nessuno sarai sempre nessuno . Ma se qualcuno e riuscito ad andare avanti con le propie forze e solo una goccia in mezzo agli oceani dei raccomandati

    Il migliore a livello europeo?????prova a mettere matteo tutino su pubmed!!!!

    Presumo che @Salvatore, che vive di certezze e sa che Tutino è il miglior chirurgo plastico d’Europa, lo conosca bene e quindi potrebbe relazionarci sui suoi decenni d’anzianità ospedaliera.

    Come dire: tutti gli uomini del presidente. Ora aspettiamo la nomina del primario di chirurgia , chissa’ perche’ ancora non selezionato, concorso bandito da 1anno: evidentemente in un trauma center e’ prioritario il chirurgo plastico

    Ma non c’è una circolare che vieta qualsiasi assunzione nella sanità, tranne per l’area dell’emergenza-urgenza? O debbo pensare che la chirurgia plastica appartiene all’area dell’emergenza? O l’emergenza è la nomina di Mister Tutino (Mastro Lindo per chi cerca su Google) prima che il Biondo vada a dirigere qualche altra Azienda sanitaria!!?

    Villa Sofia è una polveriera, su questo siamo d’accordo, perchè il dr. Tutino non ha una casistica operatoria consolidata e certificata di Chirurgia Plastica, a parte un pò di interventi di Chirugia estetica che nulla hanno a che fare con il reparto di cui è diventato prmario. Sampieri afferna che ha voluto Tutino alla guida della chirurgia plastica perchè ha avuto modo di apprezzarlo durante i due mesi trascorsi al S. Elia di Caltanissetta: ci vuole produrre il dr. Sampieri la casistica operatoria e la tipologia di interventi che dr. Tutino ha eseguito a Caltanissetta? Dice Sampieri che i candidati sono stati scelti nel 2012 quando Lui ancora non era Commissario a Villa Sofia. E’ falso, i candidati non stati scelti; come meglio evidenziato in un articolo di Repubblica, durante il concorso per primario di Chirurgia Plastica ( quindi a concorso aperto) si sono presentati i NAS ( mandati da CHI?) per avvertire che avrebbero acquisto gli atti a fine concorso. Risultato del concorso: 5 candidati e 5 idonei. Il Commissario Sampieri non si sorprende dei ricorsi, perchè li considera fisiologici. Sbaglia, perchè i ricorsi saranno fatti in quanto Lui deve spiegare perchè ha nominato primario il candidato su cui la COMMISSIONE DA DATO IL GIUDIZIO PEGGIORE; peraltro l’accesso agli atti renderà pubblici tutti i giudizi della Commisisione sui singoli candidati e metterà in evidenza quanta ”carta straccia’ ha presentato il dr. Tutino in questo Concordo facendolo passare per titolo importanti. E’ tutto agli atti; basta verificarli. C’è materia abbastanza perchè se ne interessi la Procura della REPUBBLICA ( amicizie con i magistrati a parte, tutti paladini dell’antimafia, di cui per ”carita di patria” non facciamo i nomi). A questo punto una domanda è d’obbligo: a parte i ben noti imput di natura politica, per quali ” oscuri motivi” caro dr. Sampieri Lei ha nominato primario il dr. Tutino?

    Bravo il dr. Tutino; dopo 5 anni al servizio del sen SCHIFANO viene premiato per le sue doti fisiche dal Presidente Crocetta come Primario.

    Certo che non avevano gradito in reparto l’arrivo di Tutino!
    Adesso mi spiego tante cose…
    Sono stata ricoverata nel reparto in questione nel dicembre del 2012 e sono rimasta colpita dall’efficienza, la pulizia, l’ordine(nessuno entrava o usciva fuori orario visite),la disponibilità e la gentilezza del personale mi stupiva e ancor più quella del primario Dott.Sajeva dalle cui labbra pendevano tutti gli infermieri.
    Sono tornata nello stesso reparto per un problema diverso dal precedente quest’anno e ho trovato uno scenario completamente diverso. Personale diverso e diversa disponibilità, disorganizzazione (parenti di ricoverati che entravano e uscivano a tutte le ore).Cercavo il primario che tanto mi aveva rassicurata la prima volta ma mi è stato risposto che non c’era, che potevo parlare con un altro medico, un certo Tutino che lo sostituiva…Ho capito dall’andamento delle cose che dovevo fuggire.
    Il reparto di un ospedale è il biglietto da visita del primario che lo rappresenta, il suo buon funzionamento dipende principalmente da lui.
    Alla luce di quello che oggi leggo capisco lo stato d’animo di coloro che vi lavoravano, prima dell’avvento di questo individuo, come si possano sentire. Una realtà che funzionava egregiamente completamente trasformata!
    E poi vorrei che mi si spiegasse come mai visto che Tutino è stato nominato adesso mi è stato presentato come il nuovo primario mesi fa. Forse perché si sapeva anzitempo!
    E come mai si sapeva già se le nomine non erano state rese note?
    Dunque non venga a raccontar balle il commissario straordinario sappiamo tutti come funzionano queste cose!
    La politica nella sanità non dovrebbe entrare perché non si gioca con la vita della gente.
    Il risultato di questa fantastica manovra politica ,perché tale è, anche se al Sampieri non piace sentirlo dire è che in questa terra martoriata piena di cose che non funzionano avevamo uno dei pochi reparti di ospedale di cui si diceva fosse IL FIORE ALL’OCCHIELLO di Villa Sofia diretta da un’eccellenza di medico come il Dott. Sajeva. E adesso ci ritroviamo un reparto come quelli a cui siamo tristemente abituati: caotici, sporchi, con personale infermieristico per lo più sgarbato diretto dall’AMICO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE che però adesso dovrebbe dimostrare di essere all’altezza del suo predecessore. Finora ha solo dimostrato di aver cambiato un reparto sicuramente non in meglio!!!!
    BRAVO SAMPIERI,BRAVO CROCETTA e BRAVA ANCHE LUCIA BORSELLINO.
    Il popolo palermitano ringrazia.

    Dovrebbe esserci un decreto dell’ottobre, novembre dell’anno scorso dell’Assessore che blocca le nomine e i concorsi. Non vorrei ricordare male devo dare un’occhiata.

    Per favore se non sappiamo scrivere in italiano asteniamoci mi si sono drizzati i capelli leggendo le tue strafalcionate

    Ma tu dove vivi nel paese delle meraviglie?

    in effetti mi è capitato di avere a che fare con il personale di quel reparto prima dell’avvento di tutino e si trattava di personale altamente specializzato nella cura dei traumi che richiedono interventi di chirurigia plastica, vedi ustioni. ci sono tornato e ho trovato altro personale, e chiedendo del precedente mi è stato risposto che alcuni erano stati trasferiti in urologia. chissà forse a qualcuno gli si saranno bruciati gli attributi e occorreva intervenire, pensai. ora capisco. si vuole trasformare un reparto di chirurgia traumatica in chirurgia estetica, magari con visite a reparto e interventi in clinica privata. Che Tutino sia il medico di Crocetta è noto a tutti e non lo nasconde nessuno. ma perchè lo deve pagare il popolo siciliano? se come dice Crocetta che l’unico padrone che riconosce è il popolo, perchè non chiede al popolo se quello che sta succedendo a villa sofia è giusto o no? provate ad andare al vecchio reparto Lugi Biondo, hanno tolto tutte le targhe che indicavano piani e reparti, e la gente impazzisce per le scale in cerca dei propri cari. Sarà la trasparenza voluta da questo commissario, trasparenza al punto da non vedersi.

    concordo. E’ uno schifo.

    ma in tutto questo la Borsellino che fa? Dorme?

    aspettiamo il primo ottobre.
    secondo me il 2 ottobre pioverà.
    pioggia di ricorsi.

    Gentile sig. Giulio,
    avrò modo di risponderLe , anche su queste stesse pagine, se avrà la cortesia di rendere pubblico ed identificabile il suo cognome.
    Le Sue affermazioni meritano un approfondimento ma, evidentemente, nei modi corretti.
    Un vivo ringraziamento.
    Giacomo Sampieri

    no e’ d’ accordo anzi ha avallato la nomina!!!!

    abbiate fede ….!!!!!

    si diventa dirigente di unita complessa o semplice come : oltre ad essere un buon e bravo medico devi vantare delle referenze di politici di spessore altrimenti farai sempre il medico di guardia ,fino ad arrivare alla pensione e farti le budella fradicie perché un tuo pari corso di laurea ,con voti molto più scarsi dei tuoi ,oggi da disposiozioni a te ,viva la meritocrazia ,viva crocetta ,viva borsellino ,viva la sicilia se tutto va bene siamo consumati

    Amicizia di che tipo???

    Dott. Sampieri perchè non rende pubblico la statistica operatoria del Dott. Tutino? ed inoltre perchè ha coperto a Caltanissetta e ora a Villa Sofia il procedimento disciplinare che doveva essere avviato al Policlino e che a causa di questo il dott. Tutino è andato via da Palermo?? Lei sa benissimo che anche se uno viene trasferito i procedimenti disciplinari vengono espletetati nelle aziende dove il medico va… Spero che la redazione questa volta pubblichi questa nota…. Almeno sentiamo cosa dice il dott. Sampieri

    La Borsellino non dorme, semplicemente obbedisce al suo PADRONE Crocetta che altrimenti la fa saltare come ha fatto e come fa con tutti quelli che non si piegano al suo volere.
    Penso tristemente al padre che è morto per combattere il marcio e che probabilmente in questo momento si rivolta nella tomba.
    Si dovrebbe vergognare non è degna di portare il nome che porta.

    Giusto! Verificare anche perché invece di qualche giorno a settimana in comando a Villa Sofia, come da richiesta del Sampieri, da Caltanissetta hanno risposto che se lo poteva tenere per sempre.
    Cosa ha combinato anche lì?

    Povero Salvatore!
    Si vede che sei amico di tutta questa cricca di ignoranti e incompetenti, gente che non sa cosa vuol dire studiare…Ex segretarie, ragazzine che non riescono a laurearsi, medici senza casistiche… Ma in effetti di che stupirsi visto che il governatore stesso è un perito industriale.

    E almeno erano laureati

    Gentile Giulio,
    non preoccuparti di rispondere al garbato Sampieri perché presto probabilmente il corretto approfondimento sulla vicenda lo dovrà dare alle autorità competenti.

    Forse hanno esaurito gli amici?

    spero che i NAS e la Guardia di Finanza approfondiscano l’argomento.

    La solita storia. Spero che di questa inchiesta vengano resi pubblici gli atti.
    Però bisogna allontanare i sospetti ed essere fiduciosi. Alla ASP di Caltanissetta hanno sempre nominato i migliori….
    (Non ridete per favore).

    Magari approfondirà alla Procura delle Repubblica. Auguri.

    Che curiosità! E che diamine!

    non ho parole, nemmeno su Novella Duemila ho trovato un articolo (sic!) così esilarante, grazie Giuseppe, mi hai aperto un mondo che non conoscevo, altro che acqua Fiuggi e venti anni di meno, metodo Tutino, tren’anni e cento chili in meno…

    lasciate in pace Giacomo Sampieri, e’ un gran signore, un manager di qualita’. il nuovo che avanza. Tutino e’ un ottimo professionista. Perche’ non si valutano allora tute le centinaia di primari che hanno difficolta’ anche ad esprimersi in Italiano corrente? altro che pubmed.

    Questa e’ la pagina cui fa riferimento giuseppe andatela a consultare e verificherete due fantastiche fotografie di Tutino come testimonial del suo metodo: veramente pietoso
    Reverse Aging
    Forse non tutti conoscono che cosa vuol dire “Reverse Aging” , Invecchiamento Inverso e’ un processo della moderna medicina che conduce al benessere e a mantenerlo negli anni nonostante il procedere dell’eta’ anagrafica.
    In campo medico sanitario significa attuare la prevenzione primaria di certe malattie che, con l’ andar del tempo debilitano l’organismo richiedendo l’ assunzione di farmaci quali ad esempio per curare l’ ipertensione o l’ipercolesterolemia, condizioni che, nel corso degli anni possono essere causa di morte e di una notevole riduzione della qualita’ di vita.

    Attraverso il Reverse Aging l’ organismo mantiene intatte le funzioni d’ organo al momento del periodo cronologico di massima maturita’ temporale ritardandone il declino.
    Ad esempio nel caso di certe malattie che presentano familiarita’, quali l’obesita’ , il diabete, sindrome metabolica che si manifestano tendenzialmente in eta’ adultà attraverso questo nuovo modo di fare prevenzione si agisce impedendo l’espressione del fenotipo.
    In altre parole, in soggetti gia’ geneticamente predisposti a sviluppare determinate patologie, attraverso la “nutriceutica”, attraverso un’analisi approfondita del profilo ormonale, metabolico, immunitario e dello stato ossidativo del paziente e dando le nuove direttive per un piu’ corretto e salutare modo di vita si mantiene il soggetto in assenza di stato di malattia e completo benessere psicofisico.

    Per quei soggetti che presentano gia’ i segni dell’ obesita’ , ipertensione, sindrome metabolica etc.. risulta ideale associare la nep e la dieta proteica per ripristinare una condizione di benessere.
    Mentre la Nep permette di ridurre rapidamente la massa grassa, la dieta penta unita all’attivita’ fisica permettono di mantenere nel tempo i risultati ottenuti. Bisogna sottolineare il fatto che nei soggetti obesi si raccomanderebbe un intervento di lipo aspirazione per ridurre la quantita’ delle cellule adipose subito dopo l’avvenuta riduzione del loro volume in seguito al dimagrimento rapido attraverso la Nep, Nec o Ned, (nutrizione enterale proteica).

    Chiaramente tutto quello che abbiamo appena spiegato l’ha provato in prima persona da un anno a questa parte il dott. Matteo Tutino specialista chirurgo Plastico / Estetico, specialista della tecnica di dimagrimento rapido Nep (Nutrizione Enterale Proteica metodo Tutino con associazione della Dieta Penta)
    il dott Tutino che è anche un ricercatore, ogni qual volta decide di attuare delle nuove metodologie le sperimenta in prima persona prima di metterle in pratica, cosi facendo da sempre una maggior sicurezza ai suoi pazienti, dato che tutto cio che possono provare loro, lui l’ha già sperimentato prima in prima persona.

    Prima del reverse aging ( Un anno fa) La prova 50 anni e non sentirli dopo solo
    un anno di Reverse Aging del dott. Tutino

    ECCO COME FUNZIONA IL PROGETTO “REVERSE AGING”

    Fase 1:

    NEP/NEC/NED ( ovvero la nutrizione enterale ) per raggiungere la perdita di peso in modo rapido alternato a dieta Penta. Essendo il peso di partenza 120 Kg, posso essere necessari 3/4 cicli di Nep/Nec/Ned Nutrizione Enterale. Sospensione degli anti-ipertensivi fin dal primo Ciclo di sondino ( di Nep o Nec o Ned ), Nutrizione enterale proteica. 
    Normalizzazione valori di Colesterolemia e trigliceridemia.

    Fase 2:

    Inizio attivita’ Sportiva a peso 100 Kg, peso ottenuto dopo circa 2 mesi dall’ inizio del processo Reverse Aging . 
    Attrezzo Utilizzato VARIO DELLA TECHNOGYM, questo permette di migliorare pressione, frequenza e massa magra senza creare traumi alle articolazioni ed 
    ottimizzare la performance cardiovascolare mantenendo sotto controllo durante l’ esercizio in modo costante pressione e frequenza.

    Fase 3:

    Attraverso la Liposcultura ottenere una riduzione delle cellule adipose e del grasso in diverse sedi e per precisione:
    Riduzione grasso Addominale, Riduzione adipociti e grasso in sede Dorsale e Fianchi, Riduzione grasso toracico, Riduzione grasso regione cervico facciale.
    Terapia della Roncopatia mediante radiofrequenza, liposcultura collo e uculopalatoplastica con decongestione dei turbinati , tutto in anestesia locale.

    Fase 4:

    Il Peso Forma viene mantenuto con dieta penta, ed esercizio fisico costante mediante programmi technogym e nuoto.
    Durante tutte le fasi ( dalla 1 alla 4 ) :

    La Pelle viene mantenuta elastica e giovane attraverso il programma Reverse Aging Cutaneo con massaggi 4 volte la settimana con creme YUVAVITAE a base di Melatonina , Resveratrolo e Vitamina C.

    Non capisco perchè ci si meravigli della nomina del Dr Tutino ( che non conosco). Succede da anni così, da quando sono stati dati poteri assoluti al direttore generale.La legge attuale dà al Direttore generale la possibilità di scegliere a suo insindacabile giudizio il direttore di una unità operativa scegliendolo tra gli idonei sulla scorta del suo programma di sviluppo dell’Ospedale assumendosene le responsabilità. Quindi dal punto di vista legale non vedo problemi. Dal punto di vista etico invece nominare un chirurgo prevalentemente estetico ( così risulta dal curriculum del D Tutino) direttore di un reparto di chirurgia plastica è sicuramente poco edificante.Conosco personalmente ed apprezzo le doti professionali ed umane del Dott. Sayeva che reggeva da facente funzione bene il reparto .Ancora non si capisce l’urgenza di nominare un direttore di struttura che dovrebbe essere l’espressione della fiducia del direttore generale per 5 anni se l’attuale commissario è a termine e quindi il futuro direttore si ritroverà per anni con un primario di cui magari non avrà stima.
    Per ulteriore chiarimento ( non vorrei che si pensase che sto difendendo Samperi o Tutino) chi scrive è stato vittima di questa organizzazione sanitaria, rimettendoci in salute e costretto al pensionamento anticipato per evitare altri problemi di salute.

    Quella del primario sarà pure una nomina fiduciaria, ma la carne sotto i ferri ce la mettiamo noi cittadini.

    Il vocabolario è complicato, serve la grammatica.

    Se crocetta si è fatto infinocchiare con queste risibili e inventate cazzate, che sono tutto tranne medicina, siamo fottuti
    “Entrò un buffo personaggio con un vestito azzurro a righe, delle scarpe con una lunga punta e un cappello con la piuma. Sono venuto a liberare la città dai topi. Io possiedo un potere magico…con la mia musica posso condurre a me oggetti, animali, uomini…. Allora tu sei la mia salvezza!, esclamò il sindaco contento. Arrivi proprio al momento giusto! Se riuscirai davvero a fare sparire tutti questi topi ti ricompenserò generosamente, lo prometto (Da Il Pifferaio Magico)”
    ….e tutino diventò primario e vissero tutti felici e contenti

    no perverso, scusa, per un ruolo come quello di medico dirigente, responsabile di un servizio, non si valuta la capacità affabulatoria o l’appeal, non si considerano come titoli amicizie togate, cure personali, sondini naso gastrici o tartarughe di muscoli; non so se lo sai ma Pubmed è una raccolta, indipendente e inattaccabile, della valenza reale di chiunque sia all’interno del mondo della ricerca, della scienza, della medicina, e come dice Giuseppe, cerca Tutino su questo motore di ricerca e poi ne parliamo…

    ma queste cose se le fa al suo studio, cosa c’entra tutto questo con i traumi per cui occorre la chirurgia plastica? in ospedale arrivano ustionati, macellati negli incidenti, e qui si parla di nep? ma scherziamo? e poi la valenza di Sampieri sta tutta nel suo post. un manager non confligge a mezzo stampa se non per vanità. se ha argomenti da contrabbattere non chiede il nome di chi lo accusa, o cita contro ignoti in tribunale, oppure fa una operazione trasparenza e pubblica tutto. secondo me non farà ne l’uno ne l’altro. e poi mi chiedo in regime commissariale e quindi di ordinaria amministrazione si possono nominare primari? per garantire la continuità amministrativa e nella fattispecie funzionale dei reparti si possono nominare tra i medici già presenti a reparto i facente funzione. ma la nomina di un primario o dirigente di unità come oggi si chiamano, non rientra tra le attività di ordinaria amministrazione, ne tantomeno può pensare il Sampieri che se Crocetta lo nomina direttore generale, possa attuarsi un principio di sanatoria sugli atti prodotti da commissario perchè è diversa la funzione giuridica. Per cui credo che al di la del singolo caso, siamo in presenza di continui abusi. e non vorrei che la nomina della Ajovolasit, medico di ben altro spessore, serva da paravento a questa operazione di bassa lega.

    Perverso, e secondo te chi li ha nominati?

    A leggere ‘sta cosa m’è venuto l’esaurimento nervoso.
    Che faccio, non mi guardo più allo specchio e campo tranquilla e mi faccio mettere a giro da questa gente inutile?

    Staremo a vedere se a copertura della nomina di Tutino a parte la Ajovolasit ora nomineranno qualche altro Primario…. ora cercano di coprire tutto (magari consignati anche dall’assessorato) ma ormai il danno è fatto… Ma la magistratura cosa fa? e i NAS? mi sa che c’è troppa commistione con questi… In altri tempi sarebbero intervenuti subito….

    salve!! sono Marcello Maniaci ,il papà del bimbo morso dal cane.COMPLIMENTI alla MALA POLITICA!! che si permette di entrare dentro la sanità in maniera sconsiderevole e distruttiva ..dopo l esperienza vissuta con l incidente di mio figlio,sono testimone dell efficienza,della professionlità,dell umanità all interno del reparto di chirurgia maxillo facciale ,guidata dal dottore Dario SAJEVA, DAL dottore LO BAIDO, che non finirò mai di “ringrazire “.. OGGI grazie alla MALA politica il reparto è stato smantellato e quindi sono costretto ad andare fuori x gli ulteriori interventi che mio figlio dovrà fare.un GRAZIE di cuore al PRESIDENTE CROCETTA che pur di tutelare il suo grande amico Matteo Tutino mette a rischio la salute di noi tutti cittadini sicilianii!!BRAVO BRAVO BRAVO BRAVOOO….è questo il modo di fare Politica e cambiare la nostra amata terra???

    Nel mio ottimismo, nell’ottimismo di chi non perde e non vuole perdere la speranza che il mondo possa cambiare e che soprattutto il mondo possa migliorare ho sperato che il Dr. Sampieri fosse stato nominato, sull’onda del cambiamento, della ricerca della correttezza nelle pubbliche amministrazioni, per portare una ventata di aria rinnovata, per portare il vero cambiamento , per dare e trasmettere la voglia di fare, voglia di fare che penso debbano avere, coloro che sono nominati a gestire un’azienda, soprattutto se si tratta di una azienda che eroga SALUTE ai cittadini. Appena insediatosi il primo provvedimento che ha deliberato è stata la nomina del direttore amministrativo e sanitario confermando rispettivamente la Dr.ssa Daniela Faraoni e la Dr.ssa Maria Concetta Martorana, detta Renata, disapplicando per quest’ultima la legge del 6 luglio 2012 n.95 che prevede: “ nelle aziende ospedaliere, nelle aziende ospedaliere – universitarie di cui all’art.2 del decreto legislativo 21 dicembre 1999, n. 517, e negli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico pubblici, costituiti da un unico presidio, le funzioni e i compiti del direttore sanitario di cui al presente articolo e del dirigente medico di cui all’art.4, comma 9, del presidio ospedaliero sono svolti da un unico soggetto avente i requisiti di legge”. L’Azienda Villa Sofia –Cervello, all’atto della sua istituzione, come da Atto Aziendale approvato con Decreto Assessoriale n. 02348 del 29/9/2010, è costituita in unico presidio, ciò ha determinato, una presenza in servizio di n. 3 direttori di presidio di cui 2 in esubero ma continuati a pagare da direttori (alla faccia dello spreco!) e in più la nomina, illegittima, considerata la su citata legge, della Dr.ssa Martorana alla quale il Commissario dr Sampieri le ha fatto firmare un contratto con una retribuzione lorda di euro 9.000,00 mensili. Il Dr. Sampieri ha sfoderato, ancora, la sua voglia di fare in occasione dell’autorizzazione al comando concessa ad un dirigente medico di Chirurgia plastica, Dr. Matteo Tutino, proveniente da Caltanissetta, il quale anch’esso si vanta di essere vicino a Crocetta in quanto suo medico personale nonché braccio destro del Commissario Straordinario. Di contro però, i dati registrano dal momento dell’arrivo di Tutino un crollo colossale delle prestazioni della stessa U.O.C. di Chirurgia Plastica.
    Non sarebbe opportuno che Il Presidente Crocetta, L’Assessore Della Salute, dall’alto del loro ruolo, con la loro voglia di dare esempio di legalità, correttezza, onestà, diano un esempio concreto attenzionando la gestione degli Ospedali, soprattutto se poi a gestirli ci siano anche degli “uomini del Presidente ” così come loro stessi amano definirsi.
    Io continuo a sperare che nel momento in cui il Presidente della Regione debba nominare i nuovi Direttori Generali pensi con grande coscienza alla scelta da fare, non basta un buon curriculum ottenuto alla Bocconi, o il saper sfoderare una cultura in termini manageriali, necessaria ma non sufficiente, occorre avere una gran voglia di fare, voglia di far crescere l’azienda, voglia di ascoltare chi ci lavora, voglia di venir incontro al cittadino che purtroppo ha bisogno dell’Ospedale mettendolo al centro delle attenzioni ma non solo con le belle parole ….
    Caro Commissario anch’io mi firmo con uno psedonimo, mi piacerebbe, in piena libertà far camminare le mie idee con il mio nome e cognome, ma purtroppo non sempre ci si può esprimere alla luce del sole, non appartenendo e non volendo appartenere oggi al Presidente, ieri al dr. Iacolino, l’altro ieri al dr. Manenti e così via …..
    Mafalda

    Ma perché Delusa hai davvero letto tutta sta tiritera noiosissima degna di una televendita alla Vanna Marchi?
    Ecco Tutino mi ricorda questo folcloristico personaggio degli anni andati che usava più o meno lo stesso metodo pubblicitario con il supporto di immagini altrettanto esilaranti(vedi Mastro Lindo su Google).
    Te lo ricordi che fine ha fatto’

    …TSO sùbito, visto che chi ha titolo è stato comprato !

    Dice bene Mafalda, il dott. Giacomo Sampieri uomo di tutte le stagioni più che il nuovo che avanza è l’Avanzo che si rinnova, infatti in linea con il passato nomina la Dr.ssa Maria Concetta Martorana, anche Lei donna di tutte le stagioni, in spregio alla legge citata da Mafalda che prevede che nelle Aziende con unica Direzione Medica, come l’Azienda Villa Sofia Cervello, le funzioni del Direttore Sanitario siano svolte da un unico soggetto. La nomina della Martorana a Direttore Sanitario di Azienda innesca altri comportamenti contestabili infatti nella qualità di Direttore Sanitario di Azienda viene nominata presidente di commissione per i concorsi per primari.
    Teoricamente Libero

    Cara Mafalda tu parli di curriculum, cultura manageriale voglia di far crescere l’azienda e addirittura attenzionare colui che è meno abbiente…Forse in un paese civile rappresentato da politici onorevoli che svolgono con ONORE ed INCORRUTTIBILMENTE il compito per il quale sono stati votati dal popolo. Ma questo, nonostante ne abbia fatto il suo slogan in campagna elettorale, Crocetta l’ha accantonato all’indomani della vittoria.
    Ahimè siamo in una repubblica delle banane dove il nuovo si presenta con la faccia di voltagabbana che camaleonticamente passano da una leccatina ad un’altra nell’avvicendarsi dei governi.
    Cambiamento? Correttezza? Piuttosto RANCIDO e CORROTTO e Crocetta è l’ennesimo spurio teatrale di questa tragicomica commedia in cui i suoi interpreti di spicco sono squallidi personaggi come Sampieri(uno dei camaleontici) e Tutino che altro non sa fare che esibire il fisicaccio restaurato dalle sue pozioni magiche, perché di sfoderare palle da uno che si deve fare raccomandare (nella vita in assoluto)non se ne deve neanche discutere.

    VERGOGNA, sono molto dispiaciuto e deluso da Lucia… non è possibile che non sappia mai nulla, ed in ogni caso se ben informata qual’è la sua reazione? NULLA, che delusione

    Definire sconcertante questa lunga serie di ingiurie “pilotate e gratuite”, nei confronti del Dott.Tutino , mi sembra quantomeno riduttivo… A chi oggi invoca interventi della Procura e minaccia diluvi e valanghe di ricorsi , suggerisco sommessamente di attendere serenamente l’esito delle indagini già avviate dalle autorità competenti, vedi caso proprio su imput del Dott.Tutino, divenuto Suo malgrado, bersaglio di rappresaglie inquietanti ( attak nella serratura ed altro ancora , già a pochi giorni del Suo insediamento nel reparto di chirurgia plastica del P.O di Villa Sofia). Chi lo accusa di eseguire interventi di chirurgia estetica in reparto, ( interventi non autorizzati in strutture pubbliche), dovrebbe spiegare ai cittadini prima, e agli addetti ai lavori dopo, la presenza di materiale per la chirurgia estetica ( botulino etc…etc…) fotografati e documentati presso l’ambulatorio del medesimo reparto, situato presso l’ambulatorio del CTO ( di fronte lo stadio Barbera), ritrovati e denunciati proprio da quel Personale ” nuovo”, che qualcuno ha definito ” impreparato e scortese”.
    Affidare un’ Unità Operativa ad un Direttore Medico, incaricato o meno, impone responsabilità organizzative- gestionali, ivi compreso la presenza anomala di materiale chirurgico non autorizzato, dalla medesima struttura Ospedaliera e peggio ancora ,se il medesimo materiale risulta essere scaduto e sconosciuto alla stessa farmacia dell’Ospedale, ( tutto fotografato e registrato dalla Commissione all’uopo nominata, proprio dal Commissario Straordinario G.Sampieri). Era forse il Dottore Tutino il Responsabile F.F. della Chirurgia Plastica? Certamente no, è forse il Dott.Tutino colui il quale ha denunciato quanto sopra? Certamente si…. Per essere amico del Presidente Crocetta , bisogna ammettere che gli somiglia molto, fosse solo per il coraggio di mettere alla luce del giorno, un sistema consolidato di gestione della cosa pubblica , sicuramente fuori dalle regole, magari a breve qualcuno spera che la magistratura ci dirà , che le protesi di scafoide scadute e mai passate dalla farmacia, le aveva ordinate l’addetto alle pulizie, magari con la complicità di infermieri ” nuovi e scortesi ” , finalmente potremo scusarci con quei medici eccellenti , che in questi anni nulla hanno visto e nulla hanno segnalato. Complimenti al Commissario Straordinario per la determinazione mostrata e per la scelta effettuata, era indispensabile e urgente designare un Responsabile della Chirurgia Plastica , che a prescindere dalle Sue note professionali, rischiando la propria incolumità personale, ha saputo contrastare ” il malaffare”, con l’unica arma in Suo possesso… la fiducia nelle Istituzioni.

    Questa Terra non cambierà mai… ma quando i Politici la smetteranno di giocare con la salute dei cittadini?? Pensavamo che Crocetta desse più spazio alla Meritocrazia almeno nella Sanità ma sembrerebbe che sia uguale a tutti i suoi predecessori…non si gioca con la salute della Gente…e poi questo ambiguo dottor Tutino è il classico dottore che sale da anni nel carro dei Vincitori…lo ricordo aggrapparsi a Cuffaro agli inizi… un medico eclettico di sicuro ma da quanto leggo non all’altezza di dirigere un Reparto che era Elite fin qualche anno fà…Crocetta ci fai o ci sei???

    Tutino con Villa Sofia (ospedale per il trattamento delle emergenze e urgenze ) NON c’entra proprio nulla.
    Puo’ anche andare a lavorare in una clinica svizzera di benessere e bellezza. Ma con la mission di Villa Sofia non c’entra,con grave danno per i palermitanie i siciliani .
    Si tratta di un personaggio scabroso che non ha esitato a dar adito a illazioni e notizie tendenziose subito appena arrivato. Nessun vero primario lo avrebbe permesso.
    LA sua storia lo dice chiaramente,le sue passate esperienze di fallimentare gestione del personale ei suoi fallimentari r apporti con quelli che dovrebbero essere i suoi collaboratori.
    Al limite della mitomania.
    E dell’egocentrismo.
    Comunque molti personaggi scabrosi governano d a anni dietro le poltrone che contano a Villa SOfia.
    L’incompetenza e l’improvvisazione la fanno d a padrone.

    Caro Sampieri,
    permettimi la confidenza perchè ci conosciamo bene e tra le righe dovresti riconoscere il mio stile; in ogni caso sono disposto a chiarire la questione con Te quando tutto sarà finito, visto che hai espresso il desiderio di conoscere la mia identità.Ti consiglio
    ( perdonami se mi permetto) di prendere le distanze dal “PiFFERAIO MAGICO” finchè sei in tempo, perché forse non Ti sei ancora reso conto che sta danneggiando la Tua immagine e soprattutto quello del Presidente Crocetta, che in ambito regionale sta cercando di fare qualcosa di buono.“Il Pifferaio Matteo Tutino” è solo un venditore di creme, e proprio sulle creme da Lui prodotte ha contenziosi giudiziari con qualche sua venditrice ( basta recarsi presso il Tribunale per avere contezza delle cause iscritte a ruolo). Sarebbe interessante poi vedere dove e come le produce e con quali autorizzazioni e se è lecito che un medico pubblicizzi prodotti di dubbia utilità “STILE VANNA MARCHI” (ai clientes di sesso maschile propone una miracolosa crema per lucidare i genitali).Il PIFFERAIO MAGICO è sempre riuscito a prendere in giro tutti, sin dagli anni 90, a cominciare da Leoluca Orlando in avanti. Tu sai meglio di me che non è in grado di gestire un reparto, non ne ha le qualità, né le capacità chirurgiche, né tanto me4no i titoli.Non ti imputare caro Sampieri a percorrere ostinatamente questa strada che non porta a niente, se non un grave danno di immagine ad una Azienda Ospedaliera che ha avuto un passato glorioso e ad un reparto di Chirurgia Plastica che è stato avviato e portato avanti con dignità, competenza e spirito di sacrificio.

    Mi scusi, Gentile Sig. Giulio, Le dico subito che condivido quello che Lei sostiene, così mi prende subito a ben volere.
    Io non intendo però esprimere un parere su tutto questo casino.
    Mi interessa sapere soltanto una cosa. Ma è buona questa crema per lucidare i genitali? Perchè sa, mio marito ce li ha rugosi e opachi. Mi faccia sapere la prego e se può dirmi dove acquistarla.

    Ma come, credevo che le notizie spesso riportate dalla Littizzetto sull’esistenza e il commercio di reggiseni per uomini o supposte effervescenti fossero assurde trovate dei cinesi, che si sa, le pensano tutte, e invece scopro che anche qui vendono magiche creme lucidanti!!! Ma non sarà che il dott in questione, oltre a titoli esteri, abbia anche qualche gene proveniente da Pechino?!?

    Bhe Sig. Giulio onore alla correttezza, ma un piccolo particolare forse andrebbe meglio puntualizzato ! Il garbato Sampieri ha pianificato dai tempi, per lui oscuri, di Caltanissetta la scalata altrimenti impossibile al bastione “generale”, sapendo degli stretti rapporti tra il presidente ed il tizio in questione: vuole che facendo due conti non facesse patti pure col diavolo per arrivarvi ? Chi avrebbe altrimenti potuto garantirgli l’accesso al cerchio magico ? I suoi titoli forse bastavano? Non credo proprio! Ed allora cambiare maglietta è uno sport diffuso, i campionati così li ha giocati tutti ! e pazienza se “l’anima ?!” si sporca, oggi esistono tanti sgrassatori, ricatto più ricatto meno ! quanto al soggetto in questione, e sempre ricorrendo alle parabole, lo vedrei dippiù in una veste cruda, quella fiabesca del pifferaio magico non gli rende merito: incantatore di serpenti è più adeguato !

    La difesa di Enzo di Prima sull’affare Tutino- Sampieri, se ce ne fosse stato bisogno, confermano tutti i sospetti. Basterebbe guardare i suoi precedenti con la giustizia, i suoi affari con le cooperative , i suoi rapporti con la capo sala che fa trasferire con la complicità di Sampieri nel reparto di Tutino e appena trasferita fa la grande scoperta di materiale chirurgico scaduto. Il Di Prima che organizza la protesta sul mal funzionamento delle ambulanze ,come sindacalista della UIL, per ricattare il Sampieri che non è riuscito ad evitare di inviare in commissione disciplina la stessa capo sala vicino a Di Prima.
    Tutto questo mentre chi ha il dovere di intervenire rimuovendo l’attuale Commissario e l’abusiva dr.ssa Martorana da direttore Sanitario, non vede, non sente, non parla….
    teoricamente libero

    Infatti si capiva che facesse parte della cricca in questione.
    Il sig. Di Prima dice che il Tutino somiglia all’ amico Crocetta infatti, come lui, usa metodi poco ortodossi per spazzare via dai posti di lavoro la gente che lo ostacola: l’ infamia è uno di questi metodi.
    Come è possibile mi chiedo che un reparto che a quanto leggo era già produttivo abbia avuto bisogno di una new entry, (peraltro in un momento di crisi economica in cui viene licenziato personale),che però ha solo contribuito a far crollare i famosi Drg di cui parla Sampieri?
    E per inciso, alla Dott.ssa Borsellino: Come si sente leggendo le parole accorate del Sig. Maniaci(padre del bambino morso dal cane)?Perché personalmente, da assessore alla “salute”, non riuscirei più a guardarmi allo specchio.

    Troppo facile per Lei , sig” Teoricamente libero” gettare fango sulla gente , nascondendosi dietro pseudonimi di comodo, accetterei il confronto se avesse avuto gli “attributi” di rivelare pubblicamente la Sua identità, ma credo che questa dote non Le appartiene, magari metterebbe a repentaglio le Sue vane aspirazioni professionali e di carriera.
    Liquidare la vicenda delle Ambulanze, come strumento per ricattare il Commissario Straordinario, evidenzia in Lei una mentalità perversa e priva di quella sensibilità necessaria , utile per affermare il diritto per i piccoli pazienti , di meritare delle Ambulanze esclusivamente a Loro dedicate.
    Pretendere che tutti gli Operatori del settore non rischino quotidianamente la Vita, con Ambulanze fatiscenti, coinvolgendo anche quella dei pazienti trasportati , forse per Lei è cosa banale e strumentale.
    Prenda il coraggio a due mani e si rivolga alla Procura della Repubblica, esca dall’anonimato ( a cui Lei è molto affezionato/a) e per una volta almeno, dia dimostrazione di essere ” realmente libero/a”.

    non è per tutelare le mie aspirazioni professionale e di carriera che adopero un pseudonimo, bensì per tutelarmi ficicamente da tipi come lei.

    troppo facile fare “u spertu” quando si è dalla parte dei potenti … bravo sig. Di Prima

    Al sig. Di Prima vorrei dire che l’intervento a favore di Sampieri e Tutino, conferma nella sostanza la illeicitá dell’operazione. In ospedale lo sanno pure le pietre chi é Di Prima, quali affari fa e con quali personaggi sotto l’etichetta UIL, quindi vada a fare l’infermiere che non l’ha mai fatto. Quanto a questo nuovo atteggiamento antimafioso forse la procura della repubblica da lui invocata potrebbe iniziare a interessarsi dei suoi numerosi affari a cominciare con i giardinieri del cervello (chi sono, parenti di chi e come sono entrati). Quindi caro Di Prima taccia e inizi a lavorare

    Sig.Maniaci,
    sono pienamente d’accordo con lei, condivido pienamente il suo commento!
    Anche io,persona “Comune” in qualità di paziente da due anni in cura,devo sottopormi ad un intervento chirurgico maxillo-facciale ben complesso…Ebbene, a nome mio e di tutti coloro che come me attendeVANO quel fatidico giorno, sotto professionalità “SICURA,CONOSCIUTA e APPROVATA” del Dott.Sajeva,ad oggi spiazzati,confusi e senza saper A CHI rivolgersi e DI CHI fidarsi, esprimo la mia più grande indignazione: VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA! Ed io praticamente “Nessuno,il Niente,il Nulla” per gente di questo genere,assisto al decadimento assoluto della società,che stima abbiamo ormai per la nostra Terra? Vedo allontanarsi uno dei miei traguardi più importanti e personali della mia vita,causato dai vostri vizietti capricciosamente predominanti; manie di grandezza,azioni corrotte da menti contorte affamate d’ambizione,amicizie spudoratamente false che celano convenienze reciproche. A chi importa tutto questo? Per minuti ho sprecato inutilmente la funzione dei miei polpastrelli scrivendo ciò che LORO non leggeranno MAI. “Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire,e peggior cieco di chi non vuol vedere!”

    E’ quantomeno curioso che il segretario della UIL provinciale, dipendente dell’Azienda Villa Sofia-Cervello, si “spertichi” così tanto nella difesa del SUO commissario e non si preoccupi di tutelare il personale dell’U.O. della chirurgia plastica cacciato dal proprio reparto dopo anni di onorato servizio svolto con professionalità e serietà. Eh, già, non c’è più mondo…Commissari che scelgono i Direttori, Direttori che scelgono i reparti e sindacatì che benedicono il tutto .

    Quello che succede oggi a Villa Sofia non capisco perché scandalizzi. Il problema è iniziato quando la politica è entrata a gestire la sanità. Tutti sappiamo che la meritocrazia è scomparsa e sono stati favoriti gli amici e chi potevapportare voti e favori al politico di turno che si chiamasse Cuffaro o lombardo o crocetta. Purtroppo ho lavorato 25 anni in quello ospedale ma sono stato costretto a dimettermi a 2 anni dalla possibilità di andare in pensione per non perdere la mia dignità di medico e di chirurgo.

    Francamente non capisco tutto questo accanimento nei confronti del nuovo primario e soprattutto non comprendo, forse dettata dalla mia giovane età come mai si grida allo scandalo quando le dinamiche di scelta dei ruoli dirigenziali da che mondo e mondo, li fa e li ha sempre fatti la politica in base al grado fiduciario che si ha nei confronti della persona scelta, casomai bisognerebbe contestare o cambiare il sistema italia.
    Resto altrettanto basito quando si grida allo scandalo per i criteri di scelta dei primari o dei dirigenti quando il vero scandalo, mi sembra di aver letto nell’articolo precedente, è che la stanza del nuovo primario è stata sigillata con l’attack chiaro atto intimidatorio quasi ad indicare l’indice di gradimento del nuovo insediamento.
    E’ una vergogna e lo grido ad alta voce, come possiamo pretendere che la sicilia cambi quando ci sono dei nostri colleghi o qualche povero individuo che ricorre a questi mezzucci da mafia di strada !!!!!!.
    Mi chiedo inoltre tutto questo accanimento mediatico a mio modesto avviso futile perché il sistema delle nomine è un modus-operandi ormai consolidato e divenuto regola, infatti quando si insedia un nuovo governo i nuovi politi si attivano nel sostituire tutte le poltrone di rilievo in base a personalissimi attestati di stima o sulla base semplicemente di conoscenza……quindi mi chiedo, cosa c’è di così tanto scandaloso?
    forse tutto ciò che è che è accaduto è perché qualcuno che è stato sostituito ha perso la bella poltroncina, ma purtroppo è da tenere in considerazione che vi siano dei cambiamenti con l’avvento del nuovo governo regionale.

    Non a caso ormai i primari non si chiamano più così, ma direttori. Infatti tale figura non è più colui che ha dimostrato di essere il migliore rispetto agli altri soprattutto dal punto di vista di preparazione in ambito medico e poi manageriale, ma un personaggio(politico)che deve intrattenere rapporti(e inciuci politici),e in questo il Dott. Tutino pare sia stato abilissimo.
    Personalmente penso che si dovrebbe crescere professionalmente con le proprie forze senza aver bisogno di raccomandazioni e soprattutto senza aver bisogno di rubare i posti di lavoro agli altri con la prepotenza e le amicizie importanti. Tuttavia ritengo che puoi essere aiutato, ma dopo devi quantomeno dimostrare di essere all’altezza. Dai post di solidarietà alle persone che lavorano nel reparto in questione e soprattutto da quelli dei pazienti, come il Sig. Maniaci, mi pare di capire che il Dott. Sajeva abbia dimostrato di essere il PRIMARIO, cioè il primo, e tale verrà sempre considerato dai suoi pazienti a dispetto di qualsiasi nomina. Adesso il nuovo arrivato avrà un bel daffare per dimostrare che il posto lo merita al di là dei mezzucci vili con cui ci è arrivato.
    A Lucia Borsellino invece dico che, come qualcuno ha ricordato, in onore del nome che porta se è vero che sono stati commessi illeciti per tale nomina, faccia le dovute indagini, faccia tutto ciò che è in suo potere fare per fare giustizia, in nome della memoria di Suo padre che ha combattuto l’illegalità fino all’estremo sacrificio, e in nome della trasparenza(quella vera).

    Quoto il commento di fabio masnada e aggiungo, vuoi vedere che tanto livore mostrato dai tanti ( sempre gli stessi ) autori dei commenti più spietati contro il Dott.Tutino e contro il Commissario Straordinario sono proprio coloro che sbavavano ogni qualvolta arrivava a Villa Sofia un NOTO ( anche alla magistratura) Onorevole delfino di Cuffaro? Dovevi vedere che festa e che gioia si sprigionava dai Loro volti , all’apparire del Santo Patrono dei Primari … Tutti o quasi Suoi fedeli e discepoli, in fila davanti la Sua Segreteria politica per confermare incarichi e poltrone. trasferimenti e sostituzioni, duplicati di Unità Operative solo per un posto di Primario, anzi prima si nominava il Primario e poi il Reparto di assegnazione.
    Tutti felici e contenti gli attuali moralisti aspiranti Responsabili di II livello, in spregio alla meritocrazia e alla faccia della 2 Repubblica.

    Sarà…
    Di sicuro i cuffariani e i lombardiani avranno certamente fruito,( senza sventolare però la falsa bandiera della legalità e della trasparenza),come stanno fruendo i crocettiani. Ma non ricordo tanto scalpore e cotanta indignazione per una delle nomine da lei evocate. Forse che i fedeli e discepoli di allora, gli attuali moralisti esibivano almeno esperienze ospedaliere e conseguenti casistiche operatorie? Ed erano almeno muniti di curriculum veritieri?
    Caro Centomila avrebbe fatto meglio a firmarsi con uno pseudonimo diverso perché, forse non lo ha notato, ma la sua voce non fa parte del coro, è un assolo che si unisce a quei pochi peraltro di dubbia fama( vedi post Teoricamente libero o Nino) che hanno azzardato una disperata difesa degl’indifendibili personaggi da lei citati e che hanno incassato CENTOMILA pollici in giù.

    Fabrizio Franco “ …quello che succede a Villa Sofia non capisco perchè scandalizzi…”

    Fabio masnada “ … non capisco tutto questo accanimento…”

    “Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro
    perchè il “male” ed il “potere” hanno un aspetto così tetro ?
    Dovrei anche rinunciare ad un po’ di dignità,
    farmi umile e accettare che sia questa la realtà ? ” (Guccini – Don Chiscotte
    teoricamente libero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *