Aggredito con un coltello in casa | Serata di terrore per un avvocato - Live Sicilia

Aggredito con un coltello in casa | Serata di terrore per un avvocato

Il porticciolo della Cala, a Palermo

Aggressione nei pressi della Cala, nel centro storico di Palermo. Il penalista ha reagito al rapinatore che lo ha sorpreso alle spalle. Lo ha costretto alla fuga, ma ha rischiato grosso. Ora ammette: "Impossibile non avere paura".

PALERMO VIOLENTA
di
10 Commenti Condividi

PALERMO – Centro storico. A pochi passi dalla Cala. Sono trascorsi 40 minuti dopo le 23 di ieri sera. L’avvocato Giovanni La Bua arriva a casa. Infila la chiave nella serratura ed entra nel suo appartamento. Mentre accompagna la porta, qualcuno lo aggredisce alle spalle, puntandogli un coltello.

“Dammi i piccioli, subito, i piccioli”, dice con un marcato accento palermitano. Spinge la vittima per terra. Il penalista si gira di scatto e reagisce. Il malvivente ha un sacchetto di plastica verde che gli copre il volto. Gli cade il coltello dalla mano. Non desiste, riprende l’arma e con un fendente tenta di colpire la vittima al volto mentre è disteso sul pavimento del salotto.

Il legale riesce a spostarsi di quel tanto che basta ad evitargli il peggio. La lama lo ferisce al lobo, ma ha rischiato grosso. Poi, si scaglia con forza contro il rapinatore. Lo tramortisce con uno, due, tre pugni e lo costringe alla fuga. Sul posto intervengono i carabinieri mentre l’avvocato La Bua si fa medicare al pronto soccorso.

Oggi ripensa alla scena da incubo che ha vissuto. Ammette di avere paura, ieri come oggi: “Come faccio a non averne, dopo che hanno violato casa mia, il posto dove ti senti più al sicuro”. E ripensa con maggiore lucidità alla sua reazione: “È stato un gesto istintivo, rabbioso. Io a mani nude e lui con il coltello. Lo so, ho rischiato e oggi ci penso più di ieri”. Il rapinatore, che al momento ha fatto perdere le sue tracce, ha cercato di colpirlo più volte, forse sorpreso dalla reazione di La Bua. Che prima di ora non aveva vissuto simili esperienze. Ed invece ieri gli sono piombati a casa. “Dammi i piccioli, dammi i piccioli”, una frase difficile da cancellare.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

10 Commenti Condividi

Commenti

    Sindaco e Prefetto vi supplico fate venire subito l’Esercito ed altri Poliziotti e Carabinieri per dare manforte dal punto di vista logistico,operativo ed investigativo al personale dei Poliziotti e dei Carabinieri già presenti a Palermo per evitare che in futuro ci possa scappare il morto in queste rapine(ovviamente mi auguro che non succeda mai a prescindere che vengano o no i Militari dell’Esercito ed altri Poliziotti e Carabinieri a Palermo)

    ma va? Palermo violenta, ma che bella novità………

    una citta’ mai caduta cosi in basso…malavita di strada peggio di Napoli e Roma

    siamo alla frutta…..e questo e’ solo l’inizio!!!

    Nessuno, ripeto nessuno che veramente e seriamente vuole risolvere questo grave e grande problema della violenza……… ma allora mi chiedo : a che serve un sindaco, un prefetto, tutti questi politici che non sanno fare una legge giusta x tutto quello che succede, o meglio le fanno a proprio piacimento e interesse. se ci ritroviamo pieni di ladri, di spacciatori, di posteggiatori, di abusivi, di marciapiedi pieni di escrementi, di gente che guida e parcheggia come e dove gli pare ecc,ecc, la colpa e solo vostra……..VERGOGNATEVI !!!

    mi scusi pippo,ma nelle altre città forse non capita? Palermo può essere una citta violenta tanto quanto qualsiasi altro luogo al mondo!

    fermo restando che quello che sta succedendo in tutta italia è vergognoso e che la violenza è la cosa piu infame della terra, ma questo rapinatore magari sarà in un imminente futuro difeso proprio dallo stesso avvocato che ne è stato vittima! quando gli avvocati TUTTI si toglieranno il vizio di difendere, per ambizioni e denaro e nulla piu, delinquenti di ogni genere forse qualcosa potrebbe cambiare. gli avvocati, per buon senso e morale, dovrebbero seriamente pensare di difendere SOLTANTO i cittadini onesti, che di cavilli stupidi, con le nostre leggi ne hanno veramente tanti!! cambiate le vostre coscienze: è davvero arrivato il momento!

    Sono sempre stato contrario a portare armi,vado al poligono per sport so quanto sono pericolose, sto decisamente cambiando idea…..

    Retorica da quattro soldi …’ una legge giusta per quello che succede’? Proponila tu vista la tua competenza.
    Precisamente, chi si dovrebbe vergognare? La maleducazione della gente è colpa delle istituzioni quindi? Mah

    In una Nazione dove non esiste certezza della pena, le cose possono solo peggiorare!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.